Samsung pensa di produrre il suo Padfone

 

Samsung sembra intenzionata a voler coprire ogni fascia di mercato, dei brevetti apparsi in rete mostrano un dispositivo che è un ibrido tra Smartphone e Tablet (proprio come l’Asus Padfone 2) prodotto appunto dalla casa Coreana

Scritto da Pietro Oliveri il 12/07/13 | Pubblicata in Samsung | Archivio 2013

 
Samsung sembra intenzionata a voler coprire ogni fascia di mercato, dei brevetti apparsi in rete mostrano un dispositivo che è un ibrido tra Smartphone e Tablet (proprio come l’Asus Padfone 2) prodotto appunto dalla casa Coreana.
 
Asus Padfone 2

Per chi non conoscesse il Padfone prodotto da Asus si tratta di uno smartphone comune che pero’ viene fornito insieme ad un Tablet dove va inserito lo smartphone. In pratica il “cuore” e quindi il processore è sempre quello dello smartphone ma all’evenienza si puo’ trasformarlo in tablet (guardate la fotografia ad inizio articolo per capire).

L’idea è venuta ad Asus che ha già lanciato diverse versioni (Padfone Infinity, Padfone 2 e Padfone) ma anche Samsung sembra intenzionata a produrre un device simile, guardate le immagini di alcuni brevetti che circolano in rete:

Samsung

Samsung

La forma del device è leggermente insolita e come potete vedere va ad incastonarsi perfettamente con il Tablet diventando una cosa sola.

Ma quali sono gli eventuali vantaggi di questa soluzione?

Il principale vantaggio sarebbe la possibilità di avere sempre a portata di mano sia sul tablet sia sullo smartphone i nostri documenti, immagini, contenuti ecc dato che la memoria adottata è sempre quella del telefono.
Altro vantaggio importante è quello dell’autonomia, incastonando il device nel tablet infatti (parlo del Padfone di casa Asus) la batteria si va a ricaricare mentre comunque noi possiamo continuare ad utilizzare il device grazie alla batteria integrata sia nello smartphone sia nel tablet.

Perché il Padfone di Asus non ha avuto successo?

Il motivo è uno solo, il prezzo! Per portarvi a casa infatti un Padfone al momento dell’uscita dovevate (e dovete tutt’ora se volete il modello di punta) sborsare una cifra attorno ai 1000 euro.
Samsung potrebbe allora sfruttare la sua fama e lavorare sugli errori commessi da Asus per conquistare altre quote di mercato.

Per il momento si tratta solamente di brevetti quindi non esiste ancora il device vero e proprio, non ci resta che attendere.

Come sempre in caso di aggiornamenti vi terremo al corrente.
 

Ultime notizie

 
 

Notizie per Categoria

 
 

Seguici

 

Promozioni Consigliate

 
Vuoi restare aggiornato ?