Samsung pronta a rifornire l'FBI di suoi dispositivi

 

Precedentemente un'esclusiva BlackBerry, ora Samsung è pronta per rifornire dei propri dispositivi i dipendenti del governo USA, dopo aver già ricevuto l'approvazione per la sicurezza dal Pentagono all'inizio di quest'anno

Scritto da Simone Ziggiotto il 19/07/13 | Pubblicata in Samsung | Archivio 2013

 

Precedentemente un'esclusiva BlackBerry, ora Samsung è pronta per rifornire dei propri dispositivi i dipendenti del governo USA, dopo aver già ricevuto l'approvazione per la sicurezza dal Pentagono all'inizio di quest'anno.

Samsung ha riferito di essere vicina nel completare le prime offerte per la fornitura di dispositivi per le agenzie governative degli Stati Uniti da quando ha ricevuto l'approvazione di sicurezza dal Pentagono all'inizio di quest'anno.

Samsung Knox

Il gigante dell'elettronica sudcoreano sta negoziando un grande affare per fornire dei suoi dispositivi i dipendenti dell'FBI e uno più piccolo anche con la Marina Militare, come confermano persone vicine aglle trattative al Wall Street Journal. Con queste offerte, Samsung entra in un business che fino ad oggi era stato a lungo dominato da BlackBerry.

In passato, BlackBerry ha goduto di molti contratti esclusivi con diverse agenzie governative degli Stati Uniti, ma l'azienda ha avuto un periodo difficile negli ultimi mesi non solo sul mercato pubblico, ma anche in materia di contratti con le agenzie governative. Nel mese di ottobre, il Pentagono ha annunciato infatti che stava progettando di aprire il suo contratto fino ad ora riservato in esclusiva a BlackBerry anche ad altri produttori di dispositivi mobile. Nello stesso mese, la US Immigration and Customs Enforcement Agency ha annunciato di voler sostituire tutti i dispositivi BlackBerry con l'iPhone di Apple.

Come nel caso di dispositivi basati sulla nuova piattaforma BlackBerry OS 10, il Samsung Galaxy S4 ha ottenuto l'approvazione del Pentagono all'inizio di quest'anno per l'utilizzo da parte del governo degli Stati Uniti e di connessi reparti militari, che richiedono elevati standard di sicurezza.

Le fonti del giornale hanno detto che i dispositivi sono stati dotati di Knox, un software in grado di creare un ambiente separato e sicuro sul proprio cellulare dove poter inserire i dati di lavoro o altri file importanti. Knox permette di criptare i file e di non renderli visibili, e quindi accessibili, quando lo smartphone è in modalità normale. Il sistema Knox include una crittografia AES a 256-bit, con la possibilità di creare una connessione di rete privata virtuale attraverso una singola applicazione e maggiori controlli di gestione di dispositivi mobili. 

 

Ultime notizie

 
 

Notizie per Categoria

 
 

Seguici

 

Promozioni Consigliate

 
Vuoi restare aggiornato ?