Samsung Galaxy S5, il nuovo Sensore Fotografico Isocell in dettaglio

 

Al Mobile World Congress Samsung ha presentato il nuovo sensore per le immagini Isocell, che troveremo montato su Galaxy S5

Scritto da Maurizio Giaretta il 27/02/14 | Pubblicata in Samsung | Archivio 2014

 

Samsung Galaxy S5, il nuovo Sensore Fotografico Isocell in dettaglio

Al Mobile World Congress Samsung ha presentato il nuovo sensore per le immagini Isocell, che troveremo montato su Galaxy S5. Sarà prodotto in due versioni, da 16 e da 13 Megapixel, e promette migliori risoluzione, gamma dinamica e resa dei colori.

Dopo aver parlato dei nuovi processori Exynos (5422 a 8 core, che troveremo sui prodotti più prestigiosi, e '5 Hexa' a 6 core, destinato a quelli di medio-alta fascia), andiamo a scoprire in dettaglio ciò che si cela nel nuovo sensore per le immagini CMOS BSI.

Il suo nome è Isocell. Era stato anticipato ancora lo scorso Settembre e dopo mesi di attesa, è finalmente arrivato. Sarà disponibile nella versione 16 Mpx (su Galaxy S5) e in quella da 13 Mpx. Rispetto alla generazione passata, secondo quanto si apprende da Samsung Tomorrow essenzialmente incrementa la sensibilità alla luce e pertanto è in grado di restituire delle immagini con colori più fedeli anche nelle condizioni di scarsa luminosità.

PER RIDURRE LA MESCOLANZA DI COLORE E IL RUMORE DELL'IMMAGINE, SU ISOCELL E' STATA REALIZZATA UNA BARRIERA FISICA TRA I PIXEL ADIACENTI

In un CMOS, i pixel sono sensibili alla luce e la traducono in un segnale elettrico. Più grande è ciascuno di essi, maggiore è la quantità di luce che riesce a registrare. Nel caso di Isocell, i pixel hanno un lato di 1,12 micrometri, lo stesso che troviamo su Pureview da 41 Mpx di Nokia Lumia 1020. Sono più piccoli rispetto agli 1,5 µm del modulo iSight a 8 Mpx su Apple iPhone 5S e ai 2,0 µm di quello UltraPixel a 4 Mpx su Htc One.

Per ridurre la mescolanza dei colori tra pixel adiacenti e il disturbo dell'immagine, Samsung ha pensato isolare i singoli pixel, realizzando una barriera fisica con quelli adiacenti. Ed è questo il punto di forza della nuova tecnologia Isocell.

Isocell 16 Mpx - Grazie al formato nativo, se si vogliono scattare foto in 16:9 si potranno usare tutti i 16 Megapixel senza alcuna perdita del campo visivo. Il sensore inoltre trasferisce i dati a una velocità tale che gli consente di registrare video Full HD a 60 fotogrammi al secondo e consente la ripresa continua di immagini 16 Mpx a 30 fps.

Isocell 13 Mpx - Sfrutta la tecnologia Smart Wide Dynamic Range (WDR), che consente di catturare immagini a 30 fotogrammi al secondo e di processarle con un "algoritmo avanzato" per una gamma dinamica (il rapporto tra il livello più alto e quello più basso di luce percepibile) più ampia. La WDR si basa su un processo di produzione a 65 nm.

La produzione di massa di Isocell 16 Mpx è prevista per il primo trimestre del 2014, mentre per il fratello minore ci sarà da aspettare il trimestre seguente.

 

Ultime notizie

 
 

Notizie per Categoria

 
 

Seguici

 

Promozioni Consigliate

 
Vuoi restare aggiornato ?