Chariklo, il primo asteroide con gli anelli

 

Chariklo è la prova concreta che non solo i pianeti giganti del Sistema Solari sono circondati da spettacolari anelli

Scritto da Simone Ziggiotto il 27/03/14 | Pubblicata in Scienze | Archivio 2014

 

Chariklo, il primo asteroide con gli anelli

Chariklo è la prova concreta che non solo i pianeti giganti del Sistema Solari sono circondati da spettacolari anelli.

Non solo i pianeti giganti come Saturno, Giove, Urano e Nettuno sono circondati da spettacolari anelli. Lo dimostra Chariklo, l'asteroide centauro scoperto nel 1997 che si trova tra Saturno e Urano (orbita con semiasse maggiore di 15,8536488 UA e eccentricità di 0,1748245, inclinata di 23,37641 gradi rispetto all'eclittica).

Gli anelli di Chariklo sono composti di ghiaccio d'acqua, secondo la descrizione pubblicata nella rivista Nature, secondo cui la loro presenza ci dice anche l'origine e l'evoluzione del corpo che circondano. Chariklo, secondo la rivista, ha un raggio equivalente di 124 9 km e si sono due anelli densi, con rispettive larghezze di circa 7 e 3 km, profondità ottiche di 0,4 e 0,06 e raggi orbitali di 391 e 405 km.

La scoperta, fatta osservando un'occultazione stellare nel 2013 con sette diversi telescopi, è stata fatta da un team dell'Osservatorio brasiliano di Rio de Janeiro coordinato da Felipe Braga-Ribas, ed evidenzia la presenza di un anello di detriti molto simile a quelli di Saturno e degli altri pianeti giganti in orbita attorno a Chariklo. Il gruppo di ricercatori sta attualmente lavorando in collaborazione con l'americana Cornell University.

Finora, gli anelli sono stati trovati esclusivamente intorno ai quattro pianeti giganti del Sistema Solare - Saturno, Giove, Urano e Nettuno. Un anello planetario è un anello di polveri e altre piccole particelle che orbitano attorno ad un pianeta formando un disco piatto. La composizione delle particelle degli anelli varia, perchè possono essere costituite da silicati oppure da polveri ghiacciate. Possono essere presenti anche rocce e massi più grandi. Nel 2007 sono state rilevate negli anelli di Saturno perturbazioni gravitazionali causate da piccoli corpi del diametro di poche centinaia di metri.

 

Ultime notizie

 
 

Notizie per Categoria

 
 

Seguici

 

Promozioni Consigliate

 
Vuoi restare aggiornato ?