Skype, le conversazioni vengono intercettate

 

Cina: un ricercatore informatico dell'Università del New Mexico ha scoperto che la versione cinese di Skype, TOM-Skype, controlla le conversazioni degli utenti, che possono essere acquisite dalle forze dell'ordine cinesi

Scritto da Simone Ziggiotto il 19/03/13 | Pubblicata in Skype | Archivio 2013

 

Cina: un ricercatore informatico dell'Università del New Mexico ha scoperto che la versione cinese di Skype, TOM-Skype, controlla le conversazioni degli utenti, che possono essere acquisite dalle forze dell'ordine cinesi. Microsoft prende le distanze, ma si dice pronta "ad aumentare la trasparenza".

Sappiamo bene come in Cina il Governo limita molto la libertà degli utenti in rete, ma che addirittura ci fosse una versione di Skype appositamente sviluppata per il territorio cinese che vieta l'utilizzo di alcuni termini e che, di fatto, permette di tracciare le conversazioni degli utenti, in pochi se lo potevano aspettare.

"Skype è uno strumento di controllo e censura nelle mani del Governo di Pechino"

Skype

L'applicazione in Cina prende il nome di TOM-Skype, che Microsoft ha sviluppato in partnership con l'azienda cinese TOM Group e in cui quest'ultima possiede la maggioranza. Ma come mai in Cina è presente una versione modificata del client? E' quanto si è chiesto un ricercatore informatico dell'Università del New Mexico, Jeffrey Knockel, il quale è riuscito a decifrare il sistema di sorveglianza incluso nella versione cinese del software di comunicazione, riuscendo ad individuare una lista completa dei termini che portano la conversazione all'attenzione del governo cinese.

Come funziona TOM-Skype, veramente
La versione cinese del popolare software per le videochat e per effettuare chiamate in tutto il mondo contiene un file criptato, non apribile da un comune utente, che TOM-Skype scarica periodicamente per aggiornarne il contenuto, all'interno del quale è presente una lunga lista di parole riguardanti diversi ambiti - da eventi storici a termini politici, da organizzazioni benefiche come Amnesty International a tutto ciò che può riguardare la pornografia. 

TOM-Skype analizza tutte le chat scritte dagli utenti (quindi no le conversazioni telefoniche o le videochiamate) e, quando si digita una parola che viene individuata tra quelle presenti nella 'lista nera', una copia della conversazione viene inviata ad un server dell'azienda con tutti i dati utili a capire da chi è partito il messaggio, come il nome utente, la data e l'ora in cui il messaggio è stato scritto e tutto il contenuto della conversazione.

La lista di parole da controllare è inclusa nel programma in una minima parte da Skype stessa, ma in buona parte viene ampliata con nuovi termini quotidianamente da TOM Group grazie ad un sistema di aggiornamento che permette al governo cinese di tenere sempre sotto controllo i temi più caldi. Non si sa se i dati raccolti sul server della società vengono automaticamente condivisi con il governo cinese, ma le forze dell'ordine e i servizi di intelligence cinesi hanno l'autorità di chiedere i dati e utilizzarli per accusare i cittadini, anche senza avere un mandato del giudice.

Microsoft non centra nulla, o quasi
E' bene sottolineare che Microsoft non ha nulla a che fare con il tracciamento delle conversazioni via Skype tra gli utenti cinesi, ma l'azienda di Redmond, contattata da La Repubblica per far luce sulla questione, ha rilasciato la seguente dichiarazione:

"In Cina, il software Skype è reso disponibile tramite la joint venture con TOM Online. In qualità di partner maggioritario di questa joint venture, TOM Online ha stabilito le procedure necessarie conformi agli obblighi stabiliti dalle leggi locali. Anche se siamo un partner minoritario, ci rendiamo conto di avere comunque delle responsabilità. Microsoft sta lavorando per mettere in atto i cambiamenti più appropriati necessari per risolvere questa criticità. Siamo consapevoli di quanto gli utenti Skype amino il nostro servizio, per questo ci impegniamo ad attuare azioni concrete per aumentare ulteriormente la nostra trasparenza e responsabilità".

Skype e la sicurezza in Russia
Al di là di TOM-Skype, tuttavia, le conversazioni via Skype che vengono effettuate in tutto il mondo, da quando il servizio è stato acquistato da Microsoft, possono essere ascoltate dalle forze di polizia e dai servizi di sicurezza nazionali, nella maggior parte dei casi anche senza l’autorizzazione di un giudice. Prima di essere acquistato da Redmond, infatti, Skype utilizzava un’architettura peer-to-peer composta da supernodi dinamici, costituiti dagli stessi utenti, per criptare i messaggi, mentre dal 2011 Microsoft ha preferito sostituirli con i suoi server. Oggi Skype si compone di oltre 10.000 supernodi Linux controllati direttamente da Redmond, una soluzione non sicura per i servizi di intelligence russi.

Sebbene Microsoft ha dichiarato che il cambiamento è stato fatto per garantire una migliore affidabilità dei dati degli utenti, nella realtà l’utilizzo di server centrali permetterebbe l'intercettazione delle conversazioni tra gli utenti. Gli esperti di sicurezza russi si ritengono capaci di ascoltare le chiamate, leggere gli SMS e localizzare la posizione degli utenti solo attivando una particolare modalità di login per gli account.

La FSB (conosciuta una volta come KGB) ha quindi chiesto a Microsoft il codice sorgente di Skype per ridurre i rischi per la sicurezza nazionale, ma la motivazione non è bastata a Redmond, convinta invece che lo scopo fosse quello di craccare il sistema. Negata la richiesta, la FSB ha denunciato Skype, obbligando Microsoft ad iscrivere il servizio nel registro degli operatori telefonici, in quanto la legge locale prevede la conservazione delle informazioni personali per almeno tre anni.

Mentre la questione sulla sicurezza delle conversazioni di Skype non penso che la conosceremo fino in fondo, Jeffrey Knockel, dopo aver scoperto le attività di censura e di sorveglianza messe in atto in Cina, ha ottenuto il voto A+ dal suo professore per il lavoro svolto.

 

Ultime notizie

 
 

Notizie per Categoria

 
 

Seguici

 

Promozioni Consigliate

 
Vuoi restare aggiornato ?