Samsung Galaxy Gear: in America 3 clienti su 10 lo restituiscono

 

Samsung Galaxy Gear è il nuovo Smartwatch dell’azienda Coreana lanciato insieme a Samsung Galaxy Note 3, da un documento interno del noto negozio Best Buy apprendiamo che il 30 percento dei clienti che lo acquista restituisce insoddisfatto l’accessorio al venditore! I motivi non sono attualmente chiari ma possiamo comunque cercare di ipotizzarli insieme analizzando più a fondo l’accessorio e le sue funzioni

Scritto da Pietro Oliveri il 28/10/13 | Pubblicata in Smartwatch | Archivio 2013

 

Samsung Galaxy Gear: in America 3 clienti su 10 lo restituiscono

Samsung Galaxy Gear è il nuovo Smartwatch dell’azienda Coreana lanciato insieme a Samsung Galaxy Note 3, da un documento interno del noto negozio Best Buy apprendiamo che il 30 percento dei clienti che lo acquista restituisce insoddisfatto l’accessorio al venditore!

I motivi non sono attualmente chiari ma possiamo comunque cercare di ipotizzarli insieme analizzando più a fondo l’accessorio e le sue funzioni.

Le principali “pecche” del dispositivo sono tre:

1) Compatibilità: questo è il principale problema, se comprate un Samsung Galaxy Gear potrete utilizzarlo solo ed esclusivamente se possedete un Samsung Galaxy Note 3 o un Samsung Galaxy Note 10.1 2014, l’accessorio è infatti compatibile solo con dispositivi di fascia alta dotati di Bluetooth 4.0 ed Android 4.3.

Ovviamente la compatibilità verrà ampliata con l’arrivo di Android 4.3 per Samsung Galaxy S4Samsung Galaxy Note 2Samsung Galaxy S3Samsung Galaxy S4 ActiveSamsung Galaxy S4 ZoomSamsung Galaxy Mega 6.3Samsung Galaxy S4 Mini.

Bisogna comunque precisare che attualmente tutti questi dispositivi, tranne Samsung Galaxy S4 dato che l’update è già in fase di rilascio, non hanno ancora delle date precise per quanto riguarda l’aggiornamento.

2) Sistema di Notifica: Samsung Galaxy Gear ci permette di rispondere alle chiamate in arrivo grazie al microfono e all’altoparlante integrato ma come si comporta quando ci arriva un Sms o una Mail? Sul display del dispositivo vedremo semplicemente l’icona dell’applicazione da cui arriva la notifica quindi non avremo un’anteprima della mail come per esempio accade sul Pebble Smartwatch.

Questo è il messaggio che appare quando clicchiamo su una notifica per leggerla, in pratica ci dice di prendere il nostro smartphone per leggerla.

E’ vero che leggere una Mail su un display da 1,6 pollici non è comodo ma sapere perlomeno chi ce la manda e vederne una piccola anteprima sarebbe stato più intelligente.

3) Autonomia: se ricevete tante notifiche, scattate fotografie o girate video faticherete ad arrivare a fine giornata secondo le prime recensioni e questo non è accettabile.

Restano comunque moltissimi pregi come il bellissimo display, il design, la possibilità di rispondere o effettuare chiamate e molto altro ancora.Questi potrebbero essere i principali motivi dell’insoddisfazione dei clienti, secondo le prime voci della rete Samsung starebbe attualmente indagando sulla faccenda. 

Samsung Galaxy Gear: Perche' 3 su 10 lo riportano in Negozio

Nonostante l'interesse iniziale che ha fatto riscuotere il primo orologio 'intelligente' di Samsungcon schermo touch, comandi vocali e fotocamera, cominciano a essere in molti coloro che non ne sono soddisfatti. Circa un terzo degli acquirenti lo riporta in negozio. Perchè?

La percentuale di coloro che, delusi o frustrati, riportano indietro Galaxy Gear, è del 30%. 3 persone su 10 lo riportano in negozio. I dati sono stati riportati dal sito Geek.com e fanno riferimento all'inventario di Best Buy, uno dei più grandi rivenditori al dettaglio di elettronica di consumo negli Stati Uniti.
 
Sarebbe interessante capire il motivo che spinge questo considerevole numero di acquirenti a pentirsi dell'acquisto. E' possibile che alcuni si siano accorti che l'orologio è compatibile solo con una cerchia ristretta di smartphones e phablet, e non con tutti quelli con sistema operativo Android. Inoltre sono poche ancora le app che si integrano al display dell'orologio, il quale diventa dunque in larga parte inutilizzabile.
 
Secondo quanto riporta ArsTechnica, la società coreana ha il 24% del mercato statunitense. Di questa fetta, Galaxy Gear non è compatibile con il 76% degli smartphones.
Un altro elemento che può aver contribuito alla decisione degli acquirenti è lo scoprire di dover rimettere sotto carica l'orologio ogni sera, fattore sicuramente scomodo nella gran parte delle occasioni. Inoltre alcuni si potrebbero essere accorti tardivamente della scomodità data dal dover tenere sempre lo smartphone a portata (i due comunicano tramite Bluetooth), in quanto stiamo parlando di un dispositivo non dotato di alloggio per schede SIM e quindi non indipendente.
 
Galaxy Gear è senz'altro un prodotto interessante, tuttavia la scomodità (o l'inutilità, in alcuni casi) che lo caratterizza fa si che non sia ancora giunto il momento di possederne uno. Questo, così come ogni altro prodotto di tecnologia indossabile, sarà benvenuto dagli utenti solamente se sarà in grado di migliorare e di semplificare la vita delle persone (e non il contrario), magari sostituendo efficacemente gli smartphones.
 

Ultime notizie

 
 

Notizie per Categoria

 
 

Seguici

 

Promozioni Consigliate

 
Vuoi restare aggiornato ?