Facebook in politica, obiettivo: riformare immigrazione

 

Negli Stati Uniti c'e' bisogno di una riforma dell'immigrazione, almeno secondo Mark Zuckerberg, fondatore di Facebook

Scritto da Simone Ziggiotto il 12/04/13 | Pubblicata in Social Network | Archivio 2013

 

Negli Stati Uniti c'e' bisogno di una riforma dell'immigrazione, almeno secondo Mark Zuckerberg, fondatore di Facebook. Nasce per questo motivo FWD.us, l'organizzazione fondata dai leader dell'industria tecnologica per promuivere una politica bipartisan. Primo obiettivo: riforma dell'immigrazione. Nel gruppo anche: Reid Hoffman di LinkedIn; Mark Pincus di Zynga.

'Ll'attuale politica e' strana per un paese di migranti e non e' adatta al mondo di oggi''

Lo afferma l'amministratore delegato di Facebook, Mark Zuckerberg presentando FWD.us, una nuova organizzazione fondata dai leader dell'industria tecnologica con la mission di portare avanti una politica bipartisan per un'economia americana che cresca e crei lavoro. FWD.us avra' come primo obiettivo spingere una riforma dell'immigrazione.

Mark Zuckerberg

Si sono ritenute quindi vere le indiscrezioni secondo cui Zuckerberg pensava al suo partito politico perchè interessato ad entrare in politica. E' accaduto, Facebook scende in politica. L'annuncio è arrivato dallo stesso amministratore delegato del sito sociale con un editoriale sul Washington Post.

Fwd.us porterà avanti riforme politiche bipartisan. Il gruppo, secondo indiscrezioni, partirà con 20-25 milioni di dollari che metterà sul piatto lo stesso Zuckerberg: per raggiungere 50 milioni con i contributi dei leader dell’industria tecnologica. Hanno già aderito: il co-fondatore di Linkedin, Reid Hoffman, e quello di Zynga, Mark Pincus.

Negli Stati Uniti c’è bisogno di una riforma dell’immigrazione: "C’è bisogno di un nuovo approccio: c’è bisogno di una riforma dell’immigrazione ampia che inizi con un’efficace sicurezza dei confini, che apra la strada per la cittadinanza e ci consenta di attirare i maggiori talenti e i lavoratori, non importa dove si è nati".

Zuckerberg  è aperto alle idee collaborative, anche quelle che provengono dal Governo Americano, ma allo stesso tempo usando come strumento base Internet: "Lavoreremo con i membri del Congresso di ambedue i partiti, con l’amministrazione e con gli stati e le autorità locali. Useremo strumenti online e offline per promuovere l’appoggio a cambiamenti politici".

La Silicon Valley non ha preso al meglio la notizia. Secondo alcuni nomi della politica americana, la riforma dell’immigrazione è un argomento da non prendere leggerezza, temendo che venga attirata troppa attenzione negativa sulla Silicon Valley. I sostenitori dell’iniziativa ritengono invece che FWD.us possa avere un impatto POsitivo e PROpositivo su importanti temi di importanza nazionale. Per l’avvio e il funzionamento del gruppo sono stati scelti nomi bipartisan: Terry Nelson, stratega repubblicano che in passato ha lavorato per la campagna Bush-Cheney nel 2004; e Joe Lockhart, l’ex portavoce dell’amministrazione Clinton.

 

Ultime notizie

 
 

Notizie per Categoria

 
 

Seguici

 

Promozioni Consigliate

 
Vuoi restare aggiornato ?