Facebook: ragazza cita il prof per aver usato foto di lei in bikini per un seminario

 

Una studentessa dell'Università della Georgia è rimasta scioccata che una foto che ha postato su Facebook sia stata utilizzata dal docente della scuola come esempio di come ciò che si posta rimane pubblico per sempre

Scritto da Simone Ziggiotto il 25/06/13 | Pubblicata in Social Network | Archivio 2013

 

Una studentessa dell'Università della Georgia è rimasta scioccata che una foto che ha postato su Facebook sia stata utilizzata dal docente della scuola come esempio di come ciò che si posta rimane pubblico per sempre. La studentessa vuole ora un risarcimento di 2 milioni di dollari.

Premettendo che se avete mai postato un'immagine di voi stessi mentre eravate in costume da bagno su Facebook è probabile che non vi vergognate del tutto di mostrarvi al pubblico. Se tale immagine includesse però anche un cartonato del rapper Snoop Dogg si sta probabilmente cercando di condividere un'immagine con un certo umorismo, magari per prendersi gioco degli amici, oppure con la speranza che, un giorno, potreste veramente incontrare Snoop al vostro fianco.

Tuttavia, se avete 17 anni e un docente scolastico usa la vostra foto nella quale ci siete voi in bikini per raccontare come la condivisione di qualcosa di personale può diventare pubblico, vi verrebbe voglia di citare costui in giudizio per 2 milioni di dollari?

Questo, almeno, è ciò che ha fatto la studentessa Chelsea Chaney, che è una matricola presso l'Università della Georgia.

Facebook studentessa bikini

La WSB-TV descrive l'accaduto come "orrore" e "umiliazione" per una persona minorenne. Qualcuno potrebbe chiedersi se la ragazza fosse "spaventosamente alla ricerca di contanti" al punto da permettere (in)volontariamente di far usare una sua foto in un seminario sulla sicurezza Internet. Tuttavia, Chaney ha insistito di aver "pianto molto" per l'accaduto, avendo avuto paura che il docente fosse entrato in possesso della foto perchè curiosava nel suo profilo.

La foto che vedete è stata polemicamente intitolata: "Una volta che è lì, è lì per rimanerci." e molti genitori, educatori e studenti hanno visto l'immagine. Chaney sembra essere stata ferita dal fatto che, in segno di scusa da parte dell'insegnante non identificato, la spiegazione era che l'immagine era stata "scelta a caso."

Si presume, inoltre, che la foto fosse casualmente accessibile a tutti. Chaney ha detto che pensava che solo la sua famiglia e gli amici potessero vedere l'immagine. Tuttavia, grazie anche alla complessità che a volte c'è nell'impostare la privacy delle condivisioni su Facebook, la foto è rimasta visibile anche per gli amici degli amici.

"Non era la mia immagine principale dell'album", ha detto. la ragazza "C'era bisogno di andare alla ricerca dentro l'album per trovare quella foto.", cercando di motivare la sua accusa del fatto che era difficile trovare questa foto 'casualmente' come sostiene il professore.

L'avvocato della ragazza, Pete Wellborn, ha detto che sta facendo causa per 2 milioni di dollari al docente, in modo che la questione sia presa sul serio e non venga sottovalutata. Sicuramente il docente sapeva che utilizzando una foto di una persona conosciuta ci potessero essere ripercussioni. Forse, però, il docente voleva arrivare proprio a questo, dimostrando come "Vedi quello che ho potuto scoprire se non stai bene attento?".

La Fayette County Schools District non commenta il contenzioso in corso, ma dice che ha presentato una mozione per far licenziare il docente. Chaney ha detto di aver cercato di risolvere la questione con la scuola in primo luogo, prima di assumere un avvocato e andare in tribunale.

Una cosa in molti si chiedono: se si vuole che una foto rimanga privata, perché aprire una causa in tribunale in modo che il mondo intero possa entrare a conoscenza di ciò che è successo? Ora la foto praticamente sta circolando sul web e toglierla è impossibile.

Personalmente questa mi sembra un'immagine innocua, che mostra un essere umano che si diverte. Quindi, perchè aprire una causa per qualcosa di inutile? La ragazza ha voglia di notorietà? A quanto pare se questo era l'intento, c'è riuscita. Se una foto di una ragazza in bikini con al fianco un cartonato di Snoop doveva essere qualcosa di scioccante, cosa bisogna pensare allora delle foto che vengono condivise su Facebook dove ci sono dei bambini che giocano con delle armi vere?

Lascio a voi il resto delle considerazioni.
 

Ultime notizie

 
 

Notizie per Categoria

 
 

Seguici

 

Promozioni Consigliate

 
Vuoi restare aggiornato ?