Facebook compra Monoidics, azienda di italiani

 

Facebook ha comprato la società Monoidics, con sede a Londra ma composta da italiani, che sviluppa software in grado di trovare difetti nel codice di altri software

Scritto da Simone Ziggiotto il 19/07/13 | Pubblicata in Social Network | Archivio 2013

 

Facebook ha comprato la società Monoidics, con sede a Londra ma composta da italiani, che sviluppa software in grado di trovare difetti nel codice di altri software.

Facebook ha deciso di acquisire determinati beni e di assumere alcuni dipendenti della società con sede nel Regno Unito Monoidics, composta da sviluppatori di software di origine italiana. Gli ingegneri di Monoidics e lo staff tecnico si uniranno all'ufficio di Londra di Facebook. Facebook applicherà la verifica e l'analisi formale del software automatico di Monoidics, chiamato Infer, al suo processo di sviluppo di app mobile per la ricerca di errori nel codice.

Monoidics team

Il team di Monoidics scrive: "Nel 2009 abbiamo avviato questa società con l'obiettivo di rendere migliore la verifica automatica e l'analisi del software. Siamo passati da idee teoriche in programmi concreti con una società composta di un team di tecnici di livello mondiale, con veri clienti e un ufficio proprio nel bel mezzo della Silicon Roundabout di Londra. E' stato un incredibile viaggio... abbiamo apprezzato ogni minuto di esso.". Ma ora i tecnici della società si accingono a continuare la loro missione in Facebook, anche se il resto della società non si sa che fine farà. I termini dell'accordo non sono stati ancora divulgati.

Phillip Su di Facebook spiega: "Abbiamo sempre puntato sulle assunzioni intelligenti, prendendo ingegneri di talento, e in questa acquisizione ne abbiamo trovati molti. Il loro spirito imprenditoriale e la voglia di fare saranno una grande aggiunta per Facebook. Non vediamo l'ora di averli qui!".

Per quanto riguarda esattamente il ruolo dei membri di Monoidics in Facebook, la società dice che "essi producono alcuni dei migliori software di verifica formale automatica e analisi del codice capaci di controllare e rilevare i bug, e di questi programmi ne faremo buon uso nello sviluppo delle nostre app mobile per avere  programmi sempre di alta qualità".

L'analizzatore Infer di Monoidics aiuta gli sviluppatori a scrivere codice di programmazione privo di bug, con un focus sulla sicurezza dei dati e sullo dispendio di memoria per elaborare i dati. Il programma servirà a Facebook per rivedere il codice delle sue applicazioni mobile, come Facebook o Facebook Messenger per iOS o Android, in modo tale da controllare che le app non contengano bug prima di farle scaricare agli utenti.

Il team di Monoidics ha poi concluso il comunicato sul suo blog esclamando di essere "eccitati di ciò che ci prospetta il futuro".
 

Ultime notizie

 
 

Notizie per Categoria

 
 

Seguici

 

Promozioni Consigliate

 
Vuoi restare aggiornato ?