Sony nuovi occhiali interattivi per contrastare Google Glass

 

Sony è pronta ad entrare nel mercato degli occhiali interattivi: depositato il brevetto "Head Mounted Display" - letteralmente "Display montato in testa"

Scritto da Simone Ziggiotto il 26/03/13 | Pubblicata in Sony | Archivio 2013

 

Sony è pronta ad entrare nel mercato degli occhiali interattivi: depositato il brevetto "Head Mounted Display" - letteralmente "Display montato in testa". E si apre la sfida contro i Google Glass, già in fase avanzata di sviluppo.

Gli smartphone ormai sono arrivati alla saturazione, in termini di sviluppo tecnologico, con processori ormai arrivati agli otto core (a che servono?) e fotocamere arrivate a 13 megapixel (oltre il dispositivo rischia di diventare una fotocamera). I produttori stanno quindi cercando prodotti alternativi su cui puntare nei prossimi anni. Ha iniziato Apple con l'iPad, a cui hanno fatto seguito vari tipi di tablet da altri produttori, mentre da un paio di anni stiamo assistendo alla nascita di qualcosa che davvero rivoluzionerà la quotidianità delle persone: gli occhiali interattivi

Sony Glass

La prima azienda a fare il grande passo è stata Google, con la presentazione del Project Glass, di cui fanno ora parte i Google Glass, gli occhiali dotati di realtà aumentata e molto altro. Oggi, tuttavia, sembra che anche Sony stia pensando a qualcosa di simile, giusto per non farsi trovare impreparata quando sul mercato arriveranno i più-che-semplici-occhiali di Mountain View.

L'interesse di Sony lo si evince dal brevetto depositato il 21 marzo scorso presso l'ufficio brevetti degli Stati Uniti d'America. Il terminale, chiamato provvisoriamente da Sony "Head Mounted Display", ci ricorda non troppo vagamente le lenti brevettate da Mountain View per i Google Glass. Inoltre, dai documenti che vi abbiamo allegato in questo articolo, si evince in modo chiaro che i Sony-Glass non si stanno progettando per essere usati dai videogiocatori (e non escludiamo che si potranno usare anche per i videogame) ma piuttosto per attività generiche.

Le informazioni presenti nella descrizione depositata col brevetto sono molto poche, il che potrebbe dimostrare che Sony ha da poco iniziato a lavorare sul progetto. Infatti, manca forse l'aspetto più importante e che sta alla base di tutto lo sviluppo del prodotto: non viene riportato quale sia il sistema operativo. Non sono presenti nemmeno le minime caratteristiche hardware.

Di sicuro ne sapremo di più di più nei prossimi mesi. Nel frattempo, qui sopra potete vedere l'immagine del brevetto depositato da Sony presso l'ufficio brevetti degli Stati Uniti d'America.

E intanto, la sfida all'ultima innovazione è anche in un altro settore esordiente, quello degli smartwatch, ossia orologi da polso con le funzioni di uno smartphone. La prima ad aver proferito parola di questo tipo di terminali è stata Apple, annunciando di essere al lavoro al suo primo iWatch. Poche settimane dopo, anche Samsung ha ufficializzato di essere al lavoro per lo sviluppo di un orologio-telefono. Anche degli smartwatch, ne sapremo di più solo nei prossimi mesi.

 

Ultime notizie

 
 

Notizie per Categoria

 
 

Seguici

 

Promozioni Consigliate

 
Vuoi restare aggiornato ?