Meta presenta film VR sulla guerra alla cultura ucraina

Meta presenta film VR sulla guerra alla cultura ucraina

Per gli utenti Quest è disponibile un film breve immersivo per incontrare le persone ispiratrici in prima linea che proteggono la cultura ucraina all'indomani dell'inizio della guerra scoppiata a febbraio 2022.

 

Scritto da il 02/12/22 | Pubblicato in Meta | VR | realta virtuale | Archivio 2022

Seguici su

 
 

Meta ha presentato il film in realtà aumentata "You Destroy. We create. The War on Ukraine's Culture", l'ultimo progetto della sua iniziativa VR for Good con la quale finanzia, incoraggia e promuove la narrazione immersiva, incentrata sull'impatto sociale. Della durata di 25 minuti, questo film VR di NowHere Media permette di guardare come l'arte e la cultura ucraine sono diventate bersagli della guerra in corso, esplorando gli sforzi di ballerini, artisti di strada, DJ e altri performer per mantenere viva la cultura ucraina.

You Destroy. We create  incontra le persone ispiratrici in prima linea che proteggono la cultura ucraina. Cosa succede quando i musei non possono più mostrare le loro collezioni, ma devono invece nasconderle? Cosa significa essere un artista di strada durante la guerra? Che musica fa un musicista quando il tuo paese è sotto attacco? Questo film breve porta in un viaggio coinvolgente attraverso il paese devastato dalla guerra, dove artisti e professionisti della sfera culturale sono impegnati a proteggere, ricostruire e creare arte.

Questo nuovo progetto sfrutta la capacità della realtà virtuale di immergere l'utente in una narrazione, come altri progetti simili lanciati in passato - come la Casa di Anna Frank, la guerra in Uganda vista attraverso gli occhi di una bambina, la paura delle armi nucleari e la resistenza all'occupazione nazista - e ora disponibili nella sezione 'Esperienze' di Oculus.

Leggi anche:
Leggi anche:

Trailer You Destroy. We Create. The war on Ukraine's culture


Quando scoppia una guerra, a volte l'obiettivo degli aggressori è quello di rubare preziosi manufatti culturali, mentre altre volte è semplicemente quello di distruggerli. Durante la Seconda guerra mondiale, ad esempio, Adolf Hitler ha diretto i suoi eserciti ad accaparrarsi le inestimabili collezioni di opere d'arte delle vittime, sforzi che sono stati documentati in libri e film e che per anni hanno visto coinvolti in diverse controversie gli stessi musei. Secondo l'UNESCO, nei mesi successivi all'inizio della guerra in corso in Ucraina sono stati danneggiati oltre 200 siti di rilevanza culturale, tra cui quasi 100 siti religiosi, 16 musei, 77 edifici di importanza storica e/o artistica, 18 monumenti e 10 biblioteche. 

Per gli spettatori, "la guerra è onnipresente, ma è distante perché la si vede sempre attraverso una finestra dello schermo del telefono o del monitor della TV", ha commentato Gayatri Parameswaran, cofondatrice di NowHere Media, che ha già contribuito in passato alla VR for Good con Home After War, un'esplorazione immersiva della città irachena di Fallujah negli anni successivi alla fine del conflitto. "La VR offre al pubblico uno spazio intimo per ascoltare le storie delle persone con cui abbiamo lavorato e porta ad aumentare le emozioni e la sensazione di essere più vicini alle persone nel film. E questo porta a casa l'essenza del conflitto in modo esperienziale" ha aggiunto Parameswaran. Con You Destroy. We Create., la casa di produzione ha voluto aiutare gli spettatori ad ampliare la loro comprensione di come gli ucraini siano vittimi della guerra. 

L'esperienza vissuta dai registi in Ucraina durante la produzione li ha aiutati a comprendere meglio, e quindi a spiegare meglio, la realtà della vita nel paese in crisi. Ad esempio, la troupe - pronta a tutto tra le continue sirene - ha trascorso del tempo con l'artista di strada Gamlet, a soli 30 chilometri dal fronte nella città ucraina di Kharkiv. "Sentivamo costantemente le bombe sul campo di battaglia ed eravamo soggetti alle sirene dei raid aerei", ricorda Felix Gaedtke. "Vedere Gamlet e i suoi amici continuare a creare arte e a fare il loro lavoro è stato davvero stimolante". La troupe è andata anche in un locale musicale di Charkiv riaperto da poco dopo lo scoppio della guerra: "Il proprietario del locale ci ha detto che posti come questo in tempi così difficili è molto importante", racconta Gaedtke. "Dà ai residenti della città qualcosa a cui guardare e porta allegria in un'esistenza altrimenti desolata".

È possibile vedere You Destroy. We Create. The War on Ukraine's Culture su Meta Quest TV visitando www.oculus.com/experiences/media/1312735029529063/ e, con il login effettuato al proprio account Meta Quest, premere su "Watch in Device" per avviare il video nel visore Quest collegato al proprio account oppure si può premere su “Watch Later” per aggiungere il video alla propria raccolta dei salvati su Meta Quest TV per vederlo in un secondo momento (la raccolta è accessibile dalla scheda "Saved" di Meta Quest TV). Per un’esperienza ottimale, Meta consiglia di utilizzare la funzione “Cache High Quality” di Meta Quest TV: per attivarla, passare il mouse su un episodio, fare clic sui tre puntini nell'angolo in alto a destra e selezionare “Cache High Quality”.