Android%2C+Google+semplifica+connessione+di+accessori+bluetooth+sui+device+collegati+allo+stesso+account+Google
pianetacellulareit
/articoli/android/47954_android-google-semplifica-abbinamento-accessori-bluetooth-s.php/amp/

Android, Google semplifica connessione di accessori bluetooth sui device collegati allo stesso account Google

Google lo scorso anno ha annunciato e introdotto Fast Pair, una serie di specifiche che rendono più semplice la connessione di cuffie e altoparlanti bluetooth ai dispositivi Android. Ora, il colosso di Mountain View sta aggiornando Fast Pair per semplificare la connessione degli accessori compatibili ai dispositivi associati allo stesso account Google. Cio’ significa che, ad esempio, quando si accoppiano un paio di cuffie bluetooth con lo smartphone, le stesse cuffie saranno automaticamente accoppiate con tutti gli altri dispositivi collegati con lo stesso account del telefono, non rendendo necessario cercare ed accoppiare le stesse cuffie, ad esempio, anche sul proprio tablet.

Serve pero’ che i dispositivi accessori supportino la funzionalità Fast Pair, e devono essere i produttori ad implementarla. Google ha detto di avere lavorato a stretto contatto con decine di produttori, molti dei quali stanno introducendo sul mercato nuovi dispositivi compatibili Fast Pair nei prossimi mesi. L’elenco include Jaybird, che sta già vendendo le cuffie Tarah Wireless Sport, così come i prodotti imminenti di marchi come Anker SoundCore, Bose e molti altri. Per rendere piu’ semplice per i produttori la spedizione di prodotti compatibili con Fast Pair richiedendo da parte loro uno sforzo ingegneristico minimo, Google ha collaborato con aziende audio bluetooth leader del settore per aggiungere il supporto nativo a Fast Pair ai loro kit di sviluppo software.

Apple ha introdotto una funzione simile con i suoi auricolari AirPods, che possono essere accopiati ad un dispositivo iOS, ad esempio all’iPhone, e automaticamente vengono configurati per qualsiasi dispositivo supportato che accede a iCloud con lo stesso ID Apple.

Si tratta di una funzione comoda, poichè se abbiamo uno smartphone e un tablet Android oggi una stessa cuffia deve essere configurata sia sullo smartphone che sul tablet in maniera indipendente, mentre grazie a Fast Pair, un paio di cuffie che supportano questa funzione potranno essere configurate solo con lo smartphone o con il tablet e automaticamente si troveranno accoppiate anche sull’altro device, a patto che sia lo smartphone che il tablet abbiano lo stesso account Google configurato.

Riguardo la disponibilità, Fast Pair funzionerà con i telefoni Android attuali e futuri con Android 6.0+ e versioni successive e poi verrà aggiunto il supporto per i Chromebook (Chrome OS) nel 2019.

Ecco l’annuncio fatto sull’Android Developers Blog:

"L’anno scorso abbiamo annunciato Fast Pair, una serie di specifiche che rendono più semplice la connessione di cuffie e altoparlanti bluetooth ai dispositivi Android. Oggi semplifichiamo la connessione degli accessori compatibili con Fast Pair ai dispositivi associati allo stesso account Google. Fast Pair collegherà gli accessori ai telefoni Android attuali e futuri di un utente (6.0+) e aggiungeremo il supporto per i Chromebook nel 2019.
Abbiamo lavorato a stretto contatto con decine di produttori, molti dei quali stanno introducendo sul mercato nuovi dispositivi compatibili Fast Pair nei prossimi mesi. L’elenco include Jaybird, che sta già vendendo le cuffie Tarah Wireless Sport, così come i prodotti imminenti di marchi importanti come Anker SoundCore, Bose e molti altri.
Vogliamo anche facilitare ai produttori la spedizione di prodotti compatibili con uno sforzo ingegneristico minimo. Abbiamo collaborato con aziende audio Bluetooth leader del settore come Airoha Technology Corp., BES e Qualcomm Technologies International, Ltd. (QTIL) per aggiungere il supporto nativo a Fast Pair ai loro kit di sviluppo software. Se sei un produttore interessato a creare dispositivi Bluetooth compatibili con Fast Pair, vai nella nostra console Nearby Devices per registrare il tuo prodotto e verificare che abbia correttamente implementato le specifiche Fast Pair". 

Simone Ziggiotto

Recent Posts

  • -

Come funzionerà Meta AI, l’intelligenza artificiale dentro Facebook?

Meta AI è la nuova grande scommessa di Meta per Facebook e Instagram. Ma cosa…

22 minuti ago
  • -

Gmail e newsletter, tra poco potrai controllare tutto con un clic

Gmail sta sperimentando una nuova funzione per le newsletter che ti aiuterà a tenere traccia…

2 ore ago
  • -

Cosa sono i tracker online e come possiamo proteggere la nostra privacy

Cosa sono i tracker online e come possiamo proteggere la nostra privacy: scopriamo come difenderci…

3 ore ago
  • -

Bonus Inps 150 per i figli, come richiederlo e quali sono i requisiti

Bonus gite scolastiche, come funziona il sussidio per le famiglie a basso reddito finalizzato alla…

4 ore ago
  • -

Dovresti o no disabilitare iMessage? Cosa c’è di vero nell’allarme che circola online

Un allarme lanciato online avverte di disabilitare iMessage per salvare i propri dati bancari. Ma…

5 ore ago
  • -

Il sistema più remunerativo per guadagnare online? Ecco qual è e come fare soldi

Con l'affiliate marketing bastano anche poche ore di attività al giorno per poter guadagnare cifre…

6 ore ago