Moto X: le foto stampa ufficiali

 

Le immagini stampa ufficiali di Moto X, nei colori bianco e nero

Scritto da Simone Ziggiotto il 29/07/13 | Pubblicata in Motorola | Archivio 2013

 

Le immagini stampa ufficiali di Moto X, nei colori bianco e nero.

Ormai sappiamo quasi tutto quello che c'è da sapere circa l'imminente smartphone Moto X, che sarà annunciato ufficialmente tra un paio di giorni da oggi, il prossimo 1 agosto. Tramite il profilo Twitter @evleaks sono trapelate diverse immagini nelle scorse settimane che ci hanno mostrato in anteprima il Moto X fino ad ora, ma ciò che vi proponiamo oggi sono le foto ufficiali che sono state 'rubate' dal materiale per la stampa.

Le immagini ci mostrano il Moto X sia nella sua veste di colore bianco che nella colorazione nero, dandoci quindi uno sguardo più chiaro al dispositivo.

Moto X

Presumiamo che i colori bianco e nero saranno i colori base del telefono, in quanto ricordiamo che Google aveva promesso che lo smartphone si potrà personalizzare dal sito di Motorola. Che si tratti della sola possibilità di incidere una scritta piuttosto che scegliere i colori del rivestimento non lo sappiamo, ma non dobbiamo aspettare troppo tempo per scoprirlo.

Nel frattempo, alcuni giorni fa sono trapelate le specifiche del telefono. Moto X sarà costruito attorno ad uno schermo da 4,7 pollici con risoluzione 720x1184 pixel (circa 4,5 pollici senza i pulsanti sullo schermo) e monterà il processore dual core Qualcomm S4 Pro MSM8960DT con clock a 1,7 GHz, GPU Adreno 320 e 2 GB di memoria RAM.

Moto X avrà una fotocamera frontale da 2,1 Mpx mentre sul pannello posteriore ne troveremo una da 10,5 Mpx con flash LED. Il telefono supporterà la connettività WiFi 802.11 a/b/g/n/ac e NFC, mentre il sistema operativo sarà Android 4.2.2 Jelly Bean (non escludiamo che al lancio sul mercato ci sarà Android 4.3 out-of the box visto che è stato presentato appena una settimana fa).

Il telefono avrà una memoria interna da 16 GB con 12 GB destinati all'utente, senza probabilmente la presenza dello slot per schede microSD. Moto X sarà alimentato da una batteria da 2200 mAh non rimovibile.

Moto X sarà presentato a New York alle ore 20 locali del 1 agosto, quindi saranno le 2 del mattino in italia del giorno successivo, quindi nella mattinata nel 2 agosto (sei ore ci separano per via del fuso orario).

Foto rivelano: Moto X molto Compatto, usera' nanoSIM

Il telefono Moto X sarà annunciato nel corso dell'evento ad esso dedicato domani, 1 agosto, ma le specifiche non saranno una grossa sorpresa, considerato che abbiamo già riportato così tante anticipazioni ufficiose ad oggi, così come le foto stampa ufficiali del terminale. Prima di tutto, il telefono fa uso di una scheda nanoSIM, invece della microSIM più popolare, come rivelato da una foto che qui sotto potete vedere e proveniente da una fonte di Hong Kong.
 
Moto X
 
Perché Hong Kong, quando il Moto X dovrebbe essere assemblato negli Stati Uniti? Non lo sappiamo, ma speriamo che questo significa che Motorola lancerà il telefono in tutto il mondo da subito, e non solo negli Stati Uniti.
 
E ancora, nuove foto sono trapelate, le quali confrontano il Moto X con il Motorola Milestone 3, dandoci l'opportunità di calcolare le dimensioni dell'imminente Moto X.
 
Moto X
 
Moto X
 

Le vecchie SIM spalancano le porte al furto d'identita'
 
L'antivirus installato assieme a tutte le precauzioni che si prendono quotidianamente per proteggere i dati personali nel nostro smartphone in certi casi potrebbero non essere sufficienti. Indipendentemente dal telefono in uso, infatti, potrebbe verificarsi un furto d'identità.
 

 
Saranno indubbiamente molte le persone che non pensano a cambiare la scheda SIM. "Perchè farlo", ci si domanda giustamente, "visto che funziona?". Il punto è che molte SIM datate si basano ancora su un algoritmo di protezione sviluppato negli anni '70 che può essere aggirato.
 
In 2 minuti, una persona esperta dal proprio computer può prendere il controllo della SIM

Nel giro di un paio di minuti, una persona esperta dal proprio computer può prendere il controllo della SIM. Da questo momento in poi può succedere qualsiasi cosa. Tanto per fare un esempio, potrebbe venir installato a insaputa dell'utente un programma fantasma il cui scopo è quello di raccogliere i dati personali (password, account, contatti, codici, etc), fare copie dei messaggi. Il proprietario del telefono sarebbe spiato 24 ore su 24 a sua insaputa. E le informazioni raccolte potrebbero essere usati dai malintenzionati per compiere crimini.
 
Il baco consente di "origilare durante le chiamate, fare acquisti direttamente dal telefono e perfino impersonare il proprietario del telefono"

Il baco nella protezione delle schede SIM è stato scoperto da un esperto di sicurezza tedesco, Karsten Nohl, fondatore dei Security Research Labs di Berlino. Una volta ottenuto il codice crittografico a 56 caratteri, è possibile applicare modifiche al funzionamento della SIM. L'esperto ha raccontato al New York Times che, se si conosce quel codice, è possibile inviare un virus - tramite un normale SMS - in grado di "origliare durante le chiamate, fare acquisti direttamente dal telefono e perfino impersonare il proprietario del telefono".
 
Il virus può essere installato indipendentemente dal telefono in uso ed è legato alle schede SIM di vecchia concezione, che fanno uso del sistema di crittografia standard (DES) sviluppato negli anni '70. Sul totale di 6 miliardi di SIM attualmente in circolazione, esse sono più o meno la metà. Sono 3 miliardi le persone a rischio di furto d'identità. Negli ultimi dieci anni molti operatori hanno optato per un sistema di crittografia più sicuro, chiamato "Triple DES".
 
Karsten Nohl ha intenzione di presentare i dati completi della suo studio, che si è svolto negli ultimi due anni, il 1 Agosto (la stessa data per la presentazione di Motorola Moto X). I risultati comunque li ha già condivisi con la GSM Association, un'organizzazione con sede a Londra che cura gli interessi dell'industria mobile.
 
Moto X sara' rivestito da Magic Glass

Motorola Moto X avrà una superficie Gorilla Glass appositamente sviluppata, chiamata Magic Glass, che rivestirà il telefono anche ai lati.

Secondo Taylor Wimberly, ex redattore di Android and Me, il Moto X sarà caratterizzato da un vetro di protezione Gorilla Glass appositamente sviluppato per il prossimo smartphone in arrivo da Motorola. I cambiamenti non riguarderanno solo l'intera parte anteriore dello smartphone, ma la protezione avvolgerà anche i suoi lati, rendendo di fatto il telefono resistente alle cadute anche laterali, pur mantenendo un design pulito nel complesso.
 
Motorola Moto X Magic Glass
 
Motorola e Google probabilmente chiameranno questa superficie "Magic Glass". 
Inoltre, l'imminente Moto X sarà anche probabilmente caratterizzato da una struttura in alluminio laminato, rendendo di fatto il telefono leggero ma allo stesso tempo resistente.
Motorola Moto X Magic Glass
 
Abbiamo già visto le immagini ufficiali di Moto X poche ore fa, così come abbiamo avuto modo di vedere un breve video del dispositivo in azione, poi lo abbiamo visto nelle mani di Eric Schmidt, ecc., con la lista potrebbe di apparizioni che continuare all'infinito. Questo per dire che ormai il Moto X non è più un segreto.
Ciò che ancora deve essere confermato in via ufficiale del telefono è se Moto X sarà costruito attorno ad un display da 4,7 con risoluzione HD a 720p, avrà una fotocamera principale da 10 megapixel, un processore quad-core Krait con clock a 1.7 GHz, 2 GB di memoria RAM, memoria espandibile tramite microSD e l'ultima versione del sistema operativo Android 4.3 Jelly Bean out-of-the-box.
 
Motorola Moto X Magic Glass
 
Non c'è molto ancora da aspettare prima che il telefono venga annunciato in via ufficiale, in quanto il Moto X sarà svelato il 1 agosto nella Grande Mela alle ore 20 locali (saranno le ore 2 del mattino del giorno seguente, 2 agosto, in Italia).
 

Ultime notizie

 
 

Notizie per Categoria

 
 

Seguici

 

Promozioni Consigliate

 
Vuoi restare aggiornato ?