Facebook, essere ignorati alza la depressione

 

A Chi è iscritto a Facebook probabilmente sarà capitato di pubblicare qualcosa su Facebook e non ricevere un "mi piace" o un commento

Scritto da Simone Ziggiotto il 16/05/14 | Pubblicata in Social Network | Archivio 2014

 

Facebook, essere ignorati alza la depressione

A Chi è iscritto a Facebook probabilmente sarà capitato di pubblicare qualcosa su Facebook e non ricevere un "mi piace" o un commento. Come ci si sente quanto succede questo?

Secondo lo studio "Threats to belonging on Facebook: lurking and ostracism / Minacce alla appartenenza su Facebook: invisibilità e ostracismo" pubblicato sul sito tandfonline.com gli utenti di Facebook chi non ricevono riscontri ai propri post può sentirsi rifiutato e questa cosa riduce la propria autostima.

[OSTRACISMO]: escludere qualcuno dalla società, da un gruppo sociale o da una comunità.

Ecco un estratto dello studio:

"Abbiamo esaminato due minacce per l'appartenenza e l'esigenza di essere connessi su Facebook: chi rimane nascosto (Studio 1) e l'ostracismo (Studio 2). Nello Studio 1, i partecipanti sono stati autorizzati o non autorizzati a condividere informazioni su Facebook per 48 ore. Coloro che non sono stati autorizzati a condividere le informazioni avevano più bassi livelli di appartenenza e senso di esistenza. Nello Studio 2, i partecipanti hanno potuto partecipare alle attività di Facebook. La metà dei profili è stata impostata in modo che i partecipanti non avrebbero ricevuto alcun feedback sui loro aggiornamenti di stato. I partecipanti che non hanno ricevuto dei feedback sui loro aggiornamenti avevano livelli più bassi di appartenenza, autostima, controllo e senso di esistenza. Insieme, questi risultati indicano che la mancanza di condivisione delle informazioni e di feedback può minacciare lo stato di appartenenza sociale".

Il dottor Stephanie Tobin, professore di Queensland, assieme con un gruppo di collaboratori, hanno effettuato due test per capire il livello in cui i siti sociali influenzano lo stato d'animo di una persona.

Nel primo studio, i ricercatori hanno chiesto ad un gruppo di utenti di Facebook di condividere informazioni su Facebook per 48 ore, mentre un secondo gruppo è stato autorizzato a partecipare alle attività sociali del sito. Il risultato è il seguente: le persone che non hanno potuto partecipare per due giorni a Facebook hanno registrato più bassi livelli di appartenenza e senso di esistenza, per un peggior benessere personale.

Nel secondo studio, i partecipanti hanno potuto partecipare alle attività di Facebook, come normalmente avrebbero fatto. Tobin ha però fatto in modo che, a loro insaputa, queste persone non ricevessero alcun feedback sui loro commenti o condivisioni. Il risultato: abbassamento del livello di autostima e minor senso di appartenenza alla community, come fossero degli invisibili.

Vi è mai capitato a voi di non ricevere commenti alle vostre condivisioni o commenti su Facebook (o altri social network)? Diteci la vostra nel box dei commenti qui sotto.

 

Ultime notizie

 
 

Notizie per Categoria

 
 

Seguici

 

Promozioni Consigliate

 
Vuoi restare aggiornato ?