Blackphone si aggiorna: arrivano App Store e Spaces

Blackphone si aggiorna: arrivano App Store e Spaces

L'azienda che produce il Blackphone, lo smartphone nato per proteggere la privacy degli utenti, ha annunciato il primo significativo aggiornamento a PrivatOS 1.1. La prima novita' e' l'arrivo dell'App Store, in cui ogni app sara' controllata dal team di Blackphone, garantendone così la sicurezza. C'e' poi Spaces, che consentira' di compartimentare il telefono.

 

Scritto da , il 10/12/14

Seguici su

 
 
Annunciato all'inizio di quest'anno, Blackphone è un dispositivo Android incentrato sulla sicurezza che cerca di fornire "privacy e controllo direttamente nelle mani dei propri utenti". E' realizzato da SGP Technologies, un'azienda nata dalla fusione di Silent Circle e Geeksphone.

E' stato rilasciato in primavera, ma non è riuscito purtroppo a prendere piede, soprattutto per il suo prezzo - 629 dollari - e per il fatto che non dispone di servizi Google. Anche se quest'ultimo aspetto è comprensibile dal punto di vista della sicurezza, il primo - ovvero il prezzo - è fondamentalmente sbagliato. Infatti, se si desidera offrire sicurezza alle masse, è necessario farlo ad un buon prezzo, altrimenti i risultati saranno scarsi.

Invece di cadere nel baratro assieme agli altri produttori di smartphone falliti, Blackphone è ancora vivo e vegeto. L'azienda ha appena annunciato che sarà rilasciata una nuova versione del suo sistema operativo basato su Android, PrivatOS, e che aprirà le porte al primo store mondiale incentrato sulla privacy. Dal momento che il portatile Blackphone non ha accesso a Google Play, il nuovo App Store è un importante passo avanti.

L'App Store, che secondo quanto riporta il Guardian sarà aperto a Gennaio del 2015, dispone di applicazioni appositamente selezionati da Blackphone (esse sono considerate le app sulla privacy più sicure sul mercato). La nuova versione di PrivatOS sarà pre-caricata con alcune apps provenienti dal nuovo App Store.

La grande novità di PrivatOS 1.1 è Spaces. Spaces offre agli utenti la possibilità di creare "spazi" autonomi e separati per applicazioni e dati. Questo è potenzialmente molto utile per le persone che usano i loro dispositivi a lavoro e hanno la necessità di mantenere separati i dati personali e quelli di lavoro. Non solo è possibile separare gli spazi della vita lavorativa dalla vita personale, si può anche consentire agli utenti di creare uno spazio "solo genitori" separato da quello per bambini, o un qualsiasi altro tipo di spazi separati.

L'App Store e Spaces sembrano entrambi essere un passo nella direzione giusta. Comunque il grande limite di Blackphone è il prezzo proibitivo per la persona media: rilasciando sul mercato un modello più economico forse il dispositivo potrebbe ottenere una certa popolarità.

Condividi questa notizia

Resta aggiornato su Blackphone si aggiorna: arrivano App Store e Spaces


 
 

Commenti e Opinioni

 
 
 
 

Promozioni Consigliate

 
 
Vuoi restare aggiornato ?