Recensione Huawei Mate S, Phablet Android che stupisce

Recensione Huawei Mate S, Phablet Android che stupisce

 

Scritto da , il 15/08/16

Seguici su

 
 
Come ogni anno è arrivato il momento di mostrarvi gioie e dolori del nuovo Phablet Huawei, ovvero il Mate S che si affianca allo Smartphone Top di gamma Huawei P8 riprendendone tutto il buon lavoro di cui vi avevamo parlato nella nostra recensione ed integrandolo in un formato più grande.

Come per il P8 Huawei anche in questo Mate S ha avuto cura dei dettagli già a partire dalla scatola che non solo offre un design nettamente diverso rispetto ai precedenti Smartphone dell’azienda ma offre anche una dotazione di tutto rispetto che comprende il cavo USB Micro, il caricatore rapido da parete da 2 Ah, la spilla per il vano Sim, cuffie auricolari di ottima qualità costruttiva e sonora e Cover attiva che ci permette di rispondere alle chiamate in arrivo o interrompere sveglie senza aprire il Flip, non verranno però mostrate le notifiche. 
 
Huawei Mate S
Huawei Mate S
 
Da qualche anno a questa parte Huawei è diventato sinonimo di materiali di pregio e Design piacevole, la scocca è realizzata totalmente in metallo che offre una fresatura sui bordi piacevole alla vista ed al tatto mentre anteriormente troviamo un pannello Gorilla Glass 4 con vetro curvo nei lati a 2,5D, trovare uno scricchiolio oppure un difetto sotto questo aspetto è impossibile.

Prendendolo tra le mani ci si accorge di quanto il prodotto sia relativamente sottile, compatto e leggero rispetto ad altri 5,5 pollici sul commercio grazie all’ottimo lavoro di limatura delle cornici svolto dall’azienda, in alcuni casi lo abbiamo trovato leggermente scivoloso ma nel complesso la forma curvata posteriore si adatta bene al palmo della nostra mano.
 
Leggi anche:
 
Huawei Mate S
Huawei Mate S
 
Parliamo adesso di Hardware ed iniziamo elencando i componenti utilizzati dall’azienda, il processore è lo stesso dell’Honor 7 ovvero l’HiSilikon Kirin 935 Octa Core realizzato da due Quad Core complessivamente da 2,2 ed 1,5 Ghz, la GPU è una Mali T628 mentre la RAM è di 3 GB in versione DDR3.

Nel complesso non abbiamo riscontrato rallentamenti, temperature elevate o ritardi nei caricamenti e riusciamo a giocare a titoli come Real Racing 3 senza particolari problemi, consideriamo comunque che manca un mese all’arrivo del prodotto sul mercato quindi Huawei ha ancora tempo per rilasciare aggiornamenti per migliorare ancora ulteriormente il tutto.
 
Leggi anche:
 
Display Huawei Mate S
Display Huawei Mate S
 
Nella parte anteriore troviamo un display da 5,5 pollici Amoled Full HD 1920 x 1080 pixel che diventano 401 ppi, l’utilizzo della tecnologia Amoled permette al prodotto di avere dei contrasti molto elevati, dei neri profondi come in nessun altro pannello e dei colori molto accesi, resta comunque la possibilità di personalizzare la tonalità dalle impostazioni in base alle nostre preferenze.

Nel complesso il display ci ha convinto sotto praticamente tutti gli aspetti (visibilità in esterna compresa) ed apprezziamo la scelta di Huawei di rimanere sul Full HD senza osare al Quad HD dato che questa soluzione permette di risparmiare batteria avendo ugualmente una resa delle immagini ottima.
 
 
Huawei Mate S
Huawei Mate S
 
Abbiamo accennato la questione batteria ed è arrivato il momento di approfondire il discorso, lo scorso anno il Huawei Mate 7 offriva 4100 mAh ovvero una quantità mostruosa che ci permetteva di utilizzare intensamente il dispositivo per tutto il giorno senza mai preoccuparci di dover avere una fonte di ricarica vicina e la paura degli utenti è che da quest’anno le cose cambino.

In realtà anche noi siamo tra le persone che quando hanno letto 2700 mAh nella scheda tecnica hanno un po storto il naso ma come ogni cosa non si può dare un parere senza informarsi oppure in questo caso testare e dopo circa 10 cicli di carica possiamo dirvi che l’azienda ha lavorato incredibilmente bene all’ottimizzazione generale, anche considerando che questo potrebbe non essere il firmware definitivo, dato che si fa davvero fatica a scaricarlo e si riescono a superare le 4 ore di display attivo, valore che in alcuni casi non abbiamo raggiunto nemmeno con batterie più grandi di questa.
 
 
Huawei Mate S
Huawei Mate S
 
Passiamo al lato fotocamere, davanti troviamo un sensore da 8 megapixel provvisto di LED Flash, in realtà il LED non è potentissimo ma ci permette di avere delle discrete immagini anche in condizioni di scarsa luminosità, nel complesso buone le foto anche se avvicinando l’immagine è presente del rumore.

Concentriamoci ora sul sensore posteriore da 13 megapixel con LED Flash, stabilizzatore ottico 2.0 e sensore Sony RGBW che dovrebbe essere lo stesso montato sul P8, la qualità è buona, la velocità di scatto è davvero notevole e le modalità Software sono infinite.

Nel complesso le foto sono di alto livello se viste sul display dello Smartphone e rimangono davvero buone se viste sul PC, non aspettatevi immagini da Reflex dato che tra le mani sempre uno Smartphone avrete.

Particolarmente apprezzate le possibilità di scatto in modalità manuale e la modalità di riconoscimento delle forme mentre troviamo ancora una volta la possibilità di registrare video in qualità Full HD a 30 FPS, non ci aspettavamo il 4K ma sarebbe stato bello avere almeno i 60fps.

Detto questo i video vengono bene (quelli registrati a Smartphone e Tablet di Asus da IFA provengono proprio dalla fotocamera del Mate S), la qualità dell’audio è molto buona e lo stabilizzatore lavora egregiamente, solamente a volte si nota qualche scatto e qualche onda che comunque potrebbe sparire con un eventuale aggiornamento prima della commercializzazione.

Vi consigliamo come sempre di visionare l'intera galleria d'immagini scattata con il prodotto a risoluzione originale al seguente indirizzo mentre i video di test sono integrati nella video recensione a fine articolo. 
 
Huawei Mate S
Huawei Mate S
 
Parlando di ricezione non possiamo che confermare quanto detto in praticamente tutte le ultime recensioni degli Smartphone dell’azienda, ottima sotto ogni aspetto e sempre presente il segnale anche 4G grazie anche alla presenza della banda ad 800 mHz.

L’audio invece è ottimo in cuffia, buono dall’altoparlante e nella media dalla capsula.

Per completare il lato Hardware vi informiamo che è presente il LED di notifica nel lato superiore sinistro ma è davvero piccolo.

Passiamo ora al Software, aperta la confezione troverete la Emotion UI 3.1 basata su Android 5.1.1 Lollipop, l’interfaccia l’abbiamo già imparata a conoscere in passato ed offre applicazioni sempre a prima vista e personalizzazione generale grazie ai temi ed alle varie impostazioni.

In più rispetto al passato troviamo subito la funzione doppia finestra che ci permette con uno Swype effettuato con due dita o con la pressione prolungata del tasto multitasking di dividere il display in due parti uguali o non e far girare due applicazioni in contemporanea, al momento però sono supportate solamente le applicazioni di Huawei.
 
 
Huawei Mate S
Huawei Mate S
 
Integrate nel Software troviamo anche tutte le funzioni di riconoscimento delle nocche lanciate con il P8 che si evolvono ulteriormente con l’introduzione della pressione con due dita per iniziare la registrazione dello schermo oppure con il riconoscimento di alcune gesture per attivare le varie applicazioni.

Oltre a quanto già detto troviamo anche l’ottima funzione ad una mano che con un solo semplice swype ci permette di rendere il display virtualmente più piccolo in modo da arrivare da ogni parte con il nostro dito.

Un capitolo a parte merita il lettore delle impronte digitali, voto da 10 e lode per velocità di riconoscimento e precisione dato che non sbaglia mai un colpo.

Rispetto allo scorso anno troviamo alcune nuove funzioni per esempio la possibilità di scattare un selfie appoggiando il dito al sensore, la possibilità di scorrere la galleria sempre muovendo le dita sul sensore oppure ancora la possibilità di gestire la tendina delle notifiche.

Insomma Huawei Mate S è un dispositivo bello, ottimizzato e che funziona bene ma tutto questo si fa pagare a caro prezzo dato che il listino sale di 100 euro rispetto al passato raggiungendo i 649 euro per la versione 32 GB comunque espandibili fino a 128 GB via Micro SD ed i 699 euro per la versione da 64 GB sempre espandibili.

Se vi state chiedendo che fine ha fatto la tencologia Forche Touch vista durante la presentazione vi informiamo che l’unico modello ad integrare questa novità sarà quello da 128 GB attualmente non ufficializzato per quanto riguarda data di arrivo e prezzo.

Per chiudere vi informiamo che il modello in nostro possesso sicuramente si aggiornerà prima della commercializzazione e quindi vi terremo aggiornati, al momento comunque non abbiamo riscontrato praticamente alcun bug nel funzionamento ed anzi rispetto al passato non abbiamo le doppie notifiche oppure i problemi generali che si possono presentare in un prodotto non definitivo.

Insomma questo Huawei mate S vi piace? Vi incuriosisce? Fatecelo sapere nei commenti e non dimenticatevi di iscrivervi al nostro canale Youtube in modo da rimanere sempre aggiornati! 

Huawei Mate S recensione da Pianetacellulare.it



Condividi questa notizia

Resta aggiornato su Recensione Huawei Mate S, Phablet Android che stupisce


 
 

Commenti e Opinioni

 
 
 
 

Promozioni Consigliate

 
 
Vuoi restare aggiornato ?