Recensione Huawei G8, lo Smartphone che non ti aspetti

Recensione Huawei G8, lo Smartphone che non ti aspetti

 

Scritto da , il 27/11/15

Seguici su

 
 

Durante la presentazione di Huawei Mate S l’azienda ha lasciato pochissimo spazio al modello G8, prodotto che abbiamo potuto testare intensamente e che oggi vi raccontiamo nella nostra recensione completa anticipandovi che siamo rimasti piacevolmente stupiti dalla personalità del dispositivo.

Già a partire dalla confezione Huawei ci ha abituato ad un mix di stile, eleganza ed importanza e nonostante questo G8 sia considerato di fascia media l’azienda non ha fatto eccezioni per questo prodotto integrando una scatola particolare per forma e design.

All’interno della nostra confezione troviamo lo Smartphone (disponibile in tre colorazioni ovvero Oro, Bianco e Siler e Nero e Grigio), spilla per rimuovere l’unico carrellino presente, cavo USB Micro per ricarica e sincronizzazione, caricatore da parete da 1Ah, manuali guida e cuffie auricolari che nel nostro caso mancano perchè si tratta di un Sample di test fornitoci da Huawei stessa.

 
Huawei G8
Huawei G8
 

Materiali, Design ed ergonomia:

Da qualche anno a questa parte pensando a Huawei si associano direttamente materiali di pregio e qualità costruttiva di altissimo livello, questo prodotto porta avanti perfettamente questa linea grazie al design pulito e rotondeggiante che ci permette di avere una buona presa nonostante parliamo di un prodotto alto 152 millimetri, largo 76,5, spesso 7,5 e che pesa 167 grammi.

La scocca è realizzata con un’unico pezzo di metallo quindi unibody che sul retro integra due segmenti ziglinati dove sono comprese le antenne, la fotocamera è protetta da un vetro antigraffio dato che sporge leggermente mentre il display integra un pannello Gorilla Glass 4 curvo nei lati a 2,5D, ottima soluzione che permette di avere un design pulito ed un’estetica più piacevole.

Trovare uno scricchiolio oppure un difetto sotto questo punto di vista? Ci abbiamo provato, ma vi assicuriamo che è impossibile.

Leggi anche:
 
Huawei G8
Huawei G8
 

Hardware:

Veniamo ora al lato Hardware ed iniziamo dicendo che in Italia esistono due versioni che si differenziano solo ed esclusivamente per l’integrazione di una o due Sim, la versione Single Sim è acquistabile con Vodafone a 399 euro mentre quella Dual Sim la trovate nelle catene d’elettronica a 419 euro che comunque online hanno subito già un calo che ha contribuito a rendere ancora più interessante la proposta.

Sul retro troviamo un lettore delle impronte digitali posizionato in maniera comoda e perfettamente raggiungibile con l’indice, crediamo che il sensore sia lo stesso di Huawei Mate S dato che la lettura è fulminea, precisa ed a 360 gradi.

Sopra al sensore troviamo la fotocamera principale da 13 megapixel BSI (quindi retroilluminato), non manca un doppio LED Flash a luce calda e fredda molto potente che permette di mantenere naturali i colori e lo stabilizzatore ottico molto utile nella registrazione di video e nelle fotografie quando la luce scarseggia.

La fotocamera nel complesso scatta delle buone foto in praticamente tutte le condizioni ma soprattutto mantiene un livello di dettaglio molto alto anche effettuando uno Zoom dell’immagine.

Unici due appunti riguardano le foto in HDR ed i colori forti come il verde ed il rosso che a volte hanno tonalità più alte delle reali, un aggiornamento dovrebbe risolvere la cosa.

Vi ricordiamo che al seguente indirizzo troverete l’intera galleria d’immagini a risoluzione originale.

Il sensore anteriore è invece da 5 megapixel, discreta anche qui la qualità ed anche se manca un LED Flash frontale di moda in quest’ultimo periodo è possibile sfruttare la luminosità dello schermo in maniera del tutto automatica per scattare foto anche in condizioni di scarsa luce.

I video possono essere registrati ad una qualità massima Full HD 1080p 30 frame per secondo, trovate il nostro test nel video a fine articolo.

Nella versione Italiana troviamo 32 GB di memoria interna espandibili via Micro SD fino a 128 GB (nel caso acquistiate la versione Dual Sim dovrete sacrificare l’espansione della memoria per utilizzare due numeri in contemporanea), 3 GB di memoria RAM, processore Snapdragon 615 di Qualcomm Octa Core a 64 Bit realizzato da un Quad Core da 1,5 Ghz ed uno da 1,2 Ghz e GPU Adreno 405.

Il risultato è un telefono che si muove in maniera fluida nelle operazioni quotidiane, che ci permette di giocare anche a titoli con grafica 3D senza rallentamenti, che non scalda praticamente mai anche se sotto forte stress e che ha un consumo energetico davvero molto basso.

A proposito del consumo energetico parliamo di batteria dato che troviamo 3000 mAh di tipo non rimovibile, durante i nostri test abbiamo riscontrato un’ottima autonomia in grado di portarvi a sera anche con utilizzi molto intensi, nelle giornate più tranquille durante il week end per esempio siamo arrivati a sera con poco meno di 2 ore di display attivo ed oltre il 60 percento di batteria residua mentre normalmente durante le giornate lavorative ci trovavamo a sera con il 30/40 percento di batteria e quasi 4 ore di display attivo, ottimo lavoro Huawei.

Il display è uno dei componenti in cui le varie aziende provano a risparmiare solitamente nei device di fascia media e medio alta, in questo caso non è così dato che troviamo un pannello da 5,5 pollici LED IPS Full HD 1920 x 1080 pixel che restituisce 401 pixel per pollice, colori accesi e decisi (è possibile impostare la temperatura del colore dalle impostazioni), ottimo angolo di visione e luminosità che ci permette di vedere bene anche sotto la luce diretta del sole.

Oltre a quanto detto fino ad ora troviamo un GPS velocissimo e preciso nel Fix, Chip NFC, LED di notifica e modulo 4G LTE.

Davvero notevole la ricezione che ci ha sempre permesso di telefonare anche in situazioni dove alcuni Smartphone si sono arresi, l’unico “difetto” se così possiamo chiamarlo che abbiamo riscontrato in generale riguarda l’uscita da Roaming Tim utilizzando operatore Tre che risulta essere non velocissima ma nemmeno traumatica.

Sotto troviamo un design che farebbe pensare a due speaker ma in realtà uno è il microfono, la cassa suona in maniera forte e chiara.

Ottimo anche il volume dalla capsula altoparlante che ci ha permesso di telefonare anche in ambienti molto rumorosi.

 
Huawei G8
Huawei G8
 

Software:

Internamente troviamo Android Lollipop in versione 5.1 con interfaccia Emotion UI 3.1, sicuramente arriverà Android Marshmallow.

L’estetica di Android Stock è stata completamente rimpiazzata da un launcher senza app drawer (le applicazioni sono tutte a prima vista per intenderci).

La Emotion UI 3.1 permette di personalizzare il prodotto con Temi che vanno ad agire nell’intero sistema e quindi non solamente nelle icone oppure ancora transizioni, ovviamente poi se volete provare l’esperienza di altri Launcher saprete che con Android bastano pochi Click.

Familiarizzare con l’interfaccia è davvero semplice grazie al design intuitivo, alle gesture integrate ed alla velocità generale.

 
Huawei G8
Huawei G8
 

Conclusioni:

Il prezzo di lancio va forse a scontrarsi con quello del Huawei P8 che attualmente si trova online a meno di questo G8 ma dobbiamo considerare che, sempre online, il listino di quest’ultimo è arrivato vicino ai 350 euro rendendo l’argomento più interessante.

Consigliamo questo Huawei G8? Si, è uno Smartphone costruito in maniera impeccabile, fluido, valido e che tra le mani grazie ai materiali di alta qualità ci fa sentire il suo valore.

Vi lasciamo ora alla nostra recensione video e vi invitiamo a commentare se avete domande, non dimenticatevi di iscrivervi al nostro canale YouTube in modo da rimanere sempre aggiornati.
 

Video recensione Huawei G8 da Pianetacellulare.it



Condividi questa notizia

Resta aggiornato su Recensione Huawei G8, lo Smartphone che non ti aspetti


 
 

Commenti e Opinioni

 
 
 
 

Promozioni Consigliate

 
 
Vuoi restare aggiornato ?