Recensione Huawei P9, Top di gamma con doppia fotocamera Leica

Recensione Huawei P9, Top di gamma con doppia fotocamera Leica

 

Scritto da , il 10/07/16

Seguici su

 
 

Mi sono preso qualche giorno in più per provare questo Huawei P9 perchè online ne ho sentite di tutti i colori come per esempio "il telefono costa troppo, le fotografie non sono il massimo" e così via ed ora che ho le idee chiare sono pronto a svelarvi pregi e difetti di questo nuovo Top di gamma.

Iniziamo dicendo che Huawei non è più quella di un tempo, l’azienda ha saputo farsi un nome vendendo prodotti straordinari come il P6, P7 e così via a prezzi davvero concorrenziali ma adesso è arrivato il momento di portare sul mercato proposte che realmente sono Top di gamma anche nel prezzo.

Huawei P9 costa 599 euro, al lancio parliamo di circa 150 euro in meno rispetto alla concorrenza ed ovviamente questo prezzo è destinato a calare quindi non capisco perchè si dice che questo prodotto costa troppo.

 
Huawei P9
Huawei P9
 

Design:

L’azienda da anni si contraddistingue per l’utilizzo di ottimi materiali racchiusi in una costruzione perfetta e questo Huawei P9 non è da meno dato che troviamo una scocca realizzata con un blocco unico in metallo ed un vetro nel frame della fotocamera e nella parte anteriore, in questo caso con curvatura a 2,5D che rende l’estetica ancora più accattivante.

Tra le mani il prodotto da una sensazione di solidità, di compattezza anche se la presa non è delle migliori dato che scivola, molto bella la fresatura nei bordi che porta alla luce la cromatura naturale del metallo.

Leggi anche:
 
Huawei P9
Huawei P9
 

Hardware:

Huawei parlando di Hardware non ha stravolto le carte in tavola dato che l’unica versione che arriva in Europa offre 32 GB di memoria espandibili via Micro SD fino a 128 GB, processore Kirin 955 Octa Core fino a 2,5 Ghz, 3 GB di RAM e GPU Mali T880, dei componenti che riescono a muovere ottimamente il prodotto sia nell’utilizzo quotidiano sia nell’utilizzo di giochi pesanti anche se i risultati dei Benchmark sono leggermente più bassi rispetto al Kirin 950 di Mate 8.

Per la prima volta su un prodotto della serie P viene introdotto anche il lettore delle impronte digitali sul retro in grado di riconoscere fino a cinque impronte, la lettura è fulminea e dalle impostazioni possiamo personalizzare tutta una serie di settaggi per accedere alle applicazioni protette o per gestire per esempio il pannello notifiche senza toccare il display.

Migliora anche la batteria che offre ora 3000 mAh, considerando che mancano ancora giorni alla commercializzazione e che questo device che vedete in video potrebbe non avere un software definitivo noi promuoviamo il dispositivo che supera sempre senza problemi anche sotto rete 4G le 4 ore di display attivo e che ci ha permesso di arrivare a sera con oltre il 50 percento di batteria nel Week end, ricordiamo inoltre che è presente la ricarica rapida.

Migliorata anche la gestione della rete che arriva a 300 mbps in download e grazie alle tre antenne integrate non resterete mai senza la possibilità di telefonare, ottimo tra l’altro l’audio in capsula e molto buono quello dall’altoparlante.

Per concludere il discorso dobbiamo anche citare il modulo Wi-Fi che riesce a vedere reti a distanze impressionanti ed offre sempre una connessione molto potente, stesso discorso per il GPS che non ha nessun problema, è ovviamente presente anche il Chip NFC.

Leggi anche:
 
Huawei P9
Huawei P9
 

Display:

Nella parte anteriore troviamo un pannello da 5,2 pollici LED IPS Full HD con oltre 400 pixel per pollice, la risoluzione è perfetta per avere contenuti di qualità ed i colori sono naturali ed accesi, ottima anche la luminosità che anche sotto la luce diretta del sole permette una visione perfetta del nostro schermo.

L’unica pecca sta forse negli angoli di visione non perfetti.

 
Huawei P9
Huawei P9
 

Fotocamere:

Huawei già lo scorso anno con il P8 aveva osato sotto questo aspetto introducendo un sensore di tipo RGBW ma quest’anno l’azienda ha fatto molto di più stringendo un accordo con LEICA, noto produttore storico del settore fotografia, che produce le lenti delle due camere posteriori.

I due obiettivi sono rispettivamente da 12 megapixel con apertura focale di 2.2 e pixel più grandi delle fotocamere tradizionali, presenti anche LED Flash doppio a luce calda e fredda e laser per la messa a fuoco rapida mentre manca la stabilizzazione che è solo digitale.

Huawei sfrutta il doppio sensore in maniera molto strana nel senso che ne ha integrato uno classico a colori ed uno monocromatico che aiuta però anche l’altro obiettivo nella messa a fuoco e nei contrasti, il software che gestisce la fotocamera attualmente sembra non essere rifinito al meglio quindi probabile un aggiornamento prima della commercializzazione.

In definitiva sono spettacolari le immagini in bianco e nero create da un vero sensore in bianco e nero quindi non da un’effetto e sono molto buone anche le fotografie scattate in generale dal prodotto, si sente l’assenza della stabilizzazione quando la luce scarseggia e le macro non hanno sempre dettagli incredibili ma i colori sono molto naturali.

Abbiamo sentito molti pareri sul discorso fotografico ed in molti si aspettavano qualcosa in più, secondo noi le prestazioni sono già di altissimo livello e potranno migliorare ancora con i futuri aggiornamenti.

Come sempre vi ricordiamo che al seguente indirizzo potete visionare l'intera galleria d'immagini scattata con il prodotto a risoluzione originale.

Il prodotto non registra i video in 4K ma può spingersi fino a 60 frame per secondo in Full HD, nel video a fine articolo trovate dei test in Full HD appunto a 60 fps ma anche a 30 fps con e senza stabilizzatore digitale attivo.

 
Huawei P9
Huawei P9
 

Software:

Il sistema operativo è da subito Android 6.0 Marshmallow basato su interfaccia EMUI 4.1, i passi in avanti rispetto al passato sono molti.

Innanzitutto abbiamo ora una gestione completa dei permessi e soprattutto le applicazioni si impostano praticamente in automatico per funzionare quando spegniamo il display e questo significa che non esistono problemi legati al ritardo delle notifiche come successo in passato.

Esteticamente abbiamo l’interfaccia che conosciamo ormai da tempo con le stesse possibilità di personalizzazione ma una gestione migliore della batteria in standby e soprattutto un consumo minore di RAM, quasi sempre ne abbiamo almeno la metà disponibile con tutte le applicazioni chiuse.

Durante l’utilizzo quotidiano non abbiamo trovato rallentamenti oppure impuntamenti vari, l’ottimizzazione ci è quindi sembrata di altissimo livello.

Molto interessante il software che gestisce la fotocamera in grado di offrire moltissime impostazioni tra cui la modalità Pro con cui possiamo gestire i vari bilanciamenti, la messa a fuoco, l’ISO eccetera per creare scatti ancora più perfetti ed artistici.

 
Huawei P9
Huawei P9
 

Conclusioni:

Huawei P9 non è uno Smartphone perfetto, d’altronde la perfezione non esiste, ma l’azienda ha saputo osare creando un prodotto competitivo, più economico della concorrenza e stupendo a nostro avviso esteticamente.

Il margine di miglioramento secondo noi è ancora ampio quindi non ci resta che attendere le prossime settimane per vedere se effettivamente Huawei è già al lavoro a nuovi update. 

E voi che ne pensate? Fatecelo sapere nei commenti, vi lasciamo ora al nostro video invitandovi come sempre ad iscrivervi al nostro canale Youtube ed al nostro canale Telegram, buona visione.

Recensione Huawei P9 da Pianetacellulare.it



Condividi questa notizia

Resta aggiornato su Recensione Huawei P9, Top di gamma con doppia fotocamera Leica


 
 

Commenti e Opinioni

 
 
 
 

Promozioni Consigliate

 
 
Vuoi restare aggiornato ?