Android offre supporto nativo per apparecchi acustici

Android offre supporto nativo per apparecchi acustici

Gli sviluppatori di Android hanno iniziato lo sviluppo di una nuova specifica per il supporto via streaming di audio ad apparecchi acustici (ASHA) usando canali bluetooth a basso consumo di energia.

 

Scritto da , il 18/08/18

Seguici su

 
 

Secondo l'Organizzazione mondiale della sanità, circa 466 milioni di persone in tutto il mondo hanno problemi di udito. Questo numero si prevede che aumenterà fino a 900 milioni di persone entro il 2050. Google sta lavorando con GN Hearing per mettere a punto una nuova specifica aperta per il supporto di apparecchi acustici sulle future versioni di Android. Grazie a questo supporto 'nativo' nella piattaforma mobile di Google, la piu' diffusa al mondo, gli utenti con problemi di udito saranno in grado di collegare, accoppiare e monitorare i loro apparecchi acustici direttamente dallo smartphone in modo da poter sentire l'audio dai loro telefoni chiaramente.

"Non vediamo l'ora di evolvere continuamente la specifica per soddisfare ancora meglio le esigenze dei nostri utenti" ha dichiarato Seang Chau, Vice President dell'Engineering di Android, secondo cui gli utenti di apparecchi acustici si aspettano un'esperienza di alta qualità e bassa latenza con un impatto minimo sulla durata della batteria del telefono e degli apparecchi acustici.

Gli sviluppatori di Android hanno denominato la nuova specifica per apparecchi acustici per smartphone Android "Audio Streaming for Hearing Aids (ASHA) on Bluetooth Low Energy Connection-Oriented Channels" che, tradotto, significa che "riguarda lo streaming di audio da apparecchi acustici (ASHA) su canali bluetooth a basso consumo di energia (BLE)".

 
Specifiche di supporto streaming per apparecchi acustici su Android
Specifiche di supporto streaming per apparecchi acustici su Android
 

La specifica viene cosi' ufficialmente descritta:

"Gli apparecchi acustici (HA) possono migliorare l'accessibilità sui dispositivi mobili basati su Android utilizzando i canali L2CAP orientati alla connessione (COC) tramite Bluetooth Low Energy (BLE). COC utilizza un buffer elastico di diversi pacchetti audio per mantenere un flusso costante di audio, anche in presenza di perdita di pacchetti. Questo buffer fornisce la qualità audio per i dispositivi acustici a scapito della latenza. Il design di COC fa riferimento a Bluetooth Core Specification Version 5 (BT). (...) ASHA è progettato per avere un impatto minimo sulla durata della batteria a bassa latenza, mantenendo al contempo un'esperienza audio di alta qualità per gli utenti che si affidano agli apparecchi acustici."

La specifica descrive l'accoppiamento e la connettività, la topologia della rete, l'architettura del sistema e i requisiti di sistema per l'implementazione degli apparecchi acustici utilizzando canali orientati alla connessione bluetooth a bassa energia. 

Nella specifica si legge che un frame audio deve sempre corrispondere all'intervallo di connessione nel tempo. Ad esempio, se l'intervallo di connessione è 15ms e la frequenza di campionamento è 1kHz, il frame audio deve contenere 240 campioni. Le frequenze di campionamento nel sistema sono limitate a multipli di 8kHz per avere sempre un numero intero di campioni in un frame indipendentemente dal tempo del frame o dall'intervallo di connessione. Un byte di sequenza dovrebbe anteporre i frame audio a deve contare con wrap-around e consentire alla periferica di rilevare il mismatch o l'underflow del buffer. Un frame audio deve sempre essere inserito in un singolo pacchetto LE e deve essere inviato come pacchetto L2CAP separato.

Qualsiasi produttore di apparecchi acustici può ora creare un supporto per apparecchi acustici per Android.

Leggi anche:

Condividi questa notizia

Resta aggiornato su Android offre supporto nativo per apparecchi acustici


 
 

Commenti e Opinioni

 
 
 
 

Promozioni Consigliate

 
 
Vuoi restare aggiornato ?