Recensione Huawei Mate 20 Pro, ancora un passo in avanti

Recensione Huawei Mate 20 Pro, ancora un passo in avanti

Huawei ha da pochissimo presentato il Mate 20 Pro che abbiamo avuto l'onore di testare e che oggi vi presentiamo nella nostra recensione.

 

Scritto da , il 23/10/18

Seguici su

 
 

Nuovo Smartphone della serie Mate e nuova recensione obbligatoria, oggi sotto la nostra lente finisce il Top di gamma della famiglia ovvero Mate 20 Pro disponibile in Italia a partire dal 30 Ottobre.

La confezione di vendita non si distingue molto da quella dello scorso anno, al suo interno troviamo: lo Smartphone, alimentatore da parete da ben 40W, cavo USB Type C, spilla per estrarre il vano Sim, adattatore da Type C a Jack da 3,5 millimetri, cuffie stereo Type C e cover in silicone che nel nostro caso manca essendo una variante di test.

 
Huawei Mate 20 Pro
Huawei Mate 20 Pro
 

Esteticamente cambia rispetto al passato, troviamo davanti un vetro curvo nei lati e quindi “edge”, delle cornici davvero molto assottigliate ed un vetro anche sul retro con una nuova disposizione delle fotocamere che personalmente preferisco alla precedente generazione.

La costruzione è al top così come la sensazione al tatto ed i materiali utilizzati, tra le mani si tiene bene e non scivola eccessivamente, utilizzandolo si ha la sensazione che sia più piccolo, sottile e leggero di quanto la scheda tecnica dice.

Il display è da 6,39 pollici AMOLED con risoluzione di 3120 x 1440 pixel che diventano 538 pixel per pollice, il formato è 19.5:9, il vetro Gorilla Glass e non manca la certificazione HDR10.

Parliamo di un pannello di ottima qualità per colori, contrasti e dettaglio, si vede molto bene in esterno nonostante non sia il più luminoso sul mercato e non manca il sensore sotto al display che calibra in automatico contrasti e punto di luce blu.

 
Huawei Mate 20 Pro
Huawei Mate 20 Pro
 

Quest’anno vengono migliorati gli sblocchi e troviamo quindi un lettore delle impronte digitali posto sotto al display che funziona davvero molto bene e raramente sbaglia la lettura ma anche lo sblocco con il volto con riconoscimento 3D del viso, il tutto assistito anche da un’infrarosso per non compromettere velocità e precisione anche al buio.

Internamente troviamo un processore proprietario ovvero l’HiSIlikon Kirin 980 Octa Core da 2,6 Ghz con processo produttivo a 7 nm, 6 GB di memoria RAM e 128 GB di memoria interna espandibile via NanoSD fino a 256 GB sacrificando il secondo slot Sim (è Dual Sim), si tratta di un nuovo standard di schede introdotto da Huawei appunto.

Lo Smartphone è davvero veloce nell’utilizzo di tutti i giorni, non ha esitazioni con applicazioni pesanti ed anche i giochi che richiedono molta potenza girano al massimo del dettaglio, le temperature restano sempre sotto controllo.
 
Huawei Mate 20 Pro
Huawei Mate 20 Pro
 

Importante sottolineare che cresce anche la batteria rispetto al Mate 10 Pro, si arriva a 4200 mAh che assicurano un’utilizzo per una giornata intera molto stressante con circa 6 ore e 30 di display attivo, non è impossibile utilizzarlo per due giorni senza ricariche se ne fate un uso più “soft”.

La ricarica è davvero molto rapida grazie all’alimentatore da 40W che porta da 0 a 70 percento in 30 minuti, c’è anche la ricarica senza fili a 15W ed una nuova tecnologia di ricarica Wiriless inversa, in poche parole lo Smartphone può diventare una base di ricarica senza fili per prodotto (Smartphone ed accessori) compatibili con questa tecnologia, figata!

 
Huawei Mate 20 Pro
Huawei Mate 20 Pro
 

Parlando di fotocamere troviamo davanti un sensore da 24 megapixel f/2.0 che sinceramente non ci ha stupito mentre sul retro troviamo tre sensori: uno da 40 megapixel f/1.8 standard, uno da 20 megapixel f/2.2 grandangolare ed uno da 8 megapixel con Zoom 3X senza perdita di dettaglio ed f/2.4, c’è anche la stabilizzazione ottica.

Gli scatti sono davvero di ottima qualità, le lenti sono sempre LEICA ma perdiamo rispetto al passato il sensore in bianco e nero per abbracciare quello grandangolare, a nostro avviso una scelta azzeccata in quanto questa soluzione è più utile e perfettamente integrata dato che c’è l’HDR ed anche la modalità notte.

Parliamo probabilmente del miglior Smartphone in circolazione per fotocamera, non manca l’intelligenza artificiale per il riconoscimento attivo delle scene ed il miglioramento automatico delle impostazioni e non mancano nemmeno nuove funzioni come per esempio la “Super Macro Mode” che utilizza la grandangolare per mettere a fuoco fino a 2,5 cm dalla lente oppure ancora le nuove funzionalità video semplici da utilizzare ma davvero d’impatto.

Curiosi di vedere come scatta le foto? Al seguente indirizzo la galleria di foto scattata con il prodotto, nella recensione video a fine articolo i vari filmati di test, ricordiamo che registra in 4K a 30 fps, in Full HD a 60 fps ed a 960 fps in HD (Slow Motion).

 
Huawei Mate 20 Pro
Huawei Mate 20 Pro
 

Parlando di connettività qui troviamo quanto di meglio oggi offre il mercato e quindi rete fino a 1,4 Gbps in download e 200 mbps in upload, Wi-Fi Dual Band, NFC, Bluetooth 5.0 con certificazione aptXHD e GPS con Glonass.

Ottima la copertura Wi-Fi e Bluetooth, ottimo l’aggancio del GPS e perfetto il segnale di rete mobile che ci ha permesso di telefonare anche dove altri si sono arresi.

L’audio è davvero forte e pulito sia dalla capsula altoparlante (che funziona anche come secondo speaker stereo) sia dagli speaker, curioso come il primo sia stato inserito nella porta USB Type C e quindi si “tappa” quando messo in carica.

Huawei Mate 20 Pro rimane impermeabile ed anzi migliora la sua certificazione, in questo caso troviamo la sigla IP68 che assicura una resistenza fino a 2 metri per 30 minuti.

 
Huawei Mate 20 Pro
Huawei Mate 20 Pro
 

Il software è da subito basato su Android 9 Pie con EMUI 9 nel nostro caso ancora non in versione definitiva in quanto si tratta di una variante di test e soprattutto in questo momento manca una settimana alla commercializzazione, ecco perchè alcune funzioni mancano (la scansione ed enimazione 3D degli oggetti per esempio).

L’interfaccia purtroppo non trova nessuna modifica sostanziale rispetto al passato ed è d’obbligo installare temi per rinfrescare il tutto, nel nostro caso nella recensione abbiamo utilizzato il tema G-Pix disponibile nel Play Store per EMUI.

Ci sono comunque nuove funzionalità per esempio la fotocamera permette velocemente di scansionare QR Code, di tradurre un test, di verificare le calorie di un alimento o di identificare un prodotto cercandolo online per l’acquisto, tutto in automatico.

Novità interessante riguarda le gesture che permettono ora una navigazione a schermo intero intuitiva.

Per il resto parliamo dell’EMUI che già conosciamo sia esteticamente che come funzioni, non manca per esempio il telecomando che sfrutta la porta ad infrarossi per accendere TV ecc, c’è la possibilità di sdoppiare le app per avere due Whatsapp per esempio, c’è la gestione avanzata di consumi batteria e dati e non manca anche la suite di applicazioni Huawei come il Phone Clone per esempio per passare tutti i dati da un device all’altro.
 
Huawei Mate 20 Pro
Huawei Mate 20 Pro
 

In conclusione Huawei Mate 20 Pro convince sotto praticamente ogni aspetto, c’è ancora qualcosa da affinare con qualche aggiornamento ma le potenzialità sono altissime, si tratta del miglior Huawei mai provato anche se tutto questo ha un prezzo, 1099 euro con cover omaggio, lo potete trovare al miglior prezzo su Amazon al seguente indirizzo.

Vi lasciamo ora alla nostra recensione video in cui vi mostriamo il prodotto in azione, come sempre non dimenticatevi di iscrivervi al nostro canale Youtube, al nostro canale Telegram ed al nostro profilo Instagram, buona visione!

Recensione Huawei Mate 20 Pro, ancora un passo in avanti!



Condividi questa notizia

Resta aggiornato su Recensione Huawei Mate 20 Pro, ancora un passo in avanti


 
 

Commenti e Opinioni

 
 
 
 

Promozioni Consigliate

 
 
Vuoi restare aggiornato ?