Recensione OnePlus 6T, cambia poco migliorando molto

Recensione OnePlus 6T, cambia poco migliorando molto

Il Flagship Killer è tornato, OnePlus 6T è disponibile all'acquisto in Italia e con un prezzo a partire da 559 euro promette un'esperienza da Top di gamma senza compromessi, sarà così? Lo abbiamo testato per scoprirlo.

 

Scritto da , il 15/11/18

Seguici su

 
 

OnePlus 6T è ufficiale ed è già disponibile all’acquisto, lo abbiamo testato per qualche giorno ed ora siamo pronti a dirvi come si comporta il nuovo Flagship killer dell’azienda.

Iniziamo dicendo che potete acquistarlo sul sito ufficiale al seguente indirizzo da cui riceverete un buono da 20 euro spendibile in accessori ed abbigliamento, è disponibile su Amazon al seguente indirizzo e nei negozi di Mediaworld.

La confezione cambia rispetto alla precedente versione in quanto non è più “bianco latte” ma somiglia più ad un cartone riciclato (se così fosse ottima scelta), al suo interno troviamo: il nostro Smartphone disponibile in tre colorazioni (Thunder Purple, Midnight Black e Mirror Black), spilla per estrarre il vano Sim, alimentatore da parete da 5V 4Ah con Dash Charge, cavo USB Type C, cover TPU semi-trasparente, adattatore da Type C a jack da 3,5 millimetri ed una lettera del CEO dell’azienda che ringrazia per la scelta del prodotto.

 
OnePlus 6T
OnePlus 6T
 

Esteticamente le differenze non sono molte, sparisce il lettore delle impronte dal retro e si assottigliano ancora di più le cornici, il notch invece passa dalla tradizionale tacca del OnePlus 6 ad una soluzione a goccia molto più elegante e meno invasiva.

Le dimensioni rimangono molto simili a quelle del modello precedente e quindi parliamo di uno Smartphone non proprio compatto, tra le mani nessuno scricchiolio, costruzione perfetta e materiali di pregio (vetro Gorilla Glass 5 davanti e dietro e metallo per la cornice).

Nel nostro caso abbiamo testato la colorazione Midnight Black ovvero quella “opaca”, molto interessante perchè alla vista sembra in metallo e soprattutto non trattiene le impronte, la Mirror Black è invece lucida mentre la Thunder Purple è gradiente.

Importante sottolineare che OnePlus pre-applica una pellicola al display quindi volendo avete una protezione completa (cover e pellicola) senza acquistare separatamente accessori.

Leggi anche:
 
OnePlus 6T
OnePlus 6T
 

Il display è da 6,41 pollici di tipo Optic Amoled con risoluzione di 2340 x 1080 pixel, l’aspect ratio è di 19.5:9 ed i pixel per pollice sono 402, nel complesso una soluzione davvero di alto livello in quanto i colori sono naturali ma allo stesso modo accesi al punto giusto, la luminosità permette una buona visione in ogni situazione, i neri sono profondi e possiamo impostare automaticamente o manualmente contrasti ecc.

Leggi anche:
 
OnePlus 6T
OnePlus 6T
 

Una delle principali novità è il lettore delle impronte digitali posto ora sotto al display, l’azienda ci ha confermato di averlo testato già con OnePlus 5T ma di averlo inserito solamente adesso in quanto l’anno scorso la tecnologia non era ancora pronta e ben sviluppata.

Tutto sommato abbiamo trovato comoda la soluzione, lo sblocco avviene praticamente istantaneamente e senza mai perdere un colpo, in caso voleste utilizzare una pellicola vetro il consiglio è di eliminare l’impronta e ri-aggiungerla dopo aver messo la pellicola appunto.

Ovviamente non è stato eliminato lo sblocco con riconoscimento facciale tramite la fotocamera frontale, non ha una lettura 3D e non ha l’infrarosso per illuminare il volto al buio ma funziona sempre, è istantaneo e davvero funzionale nell’uso di tutti i giorni.

 
OnePlus 6T
OnePlus 6T
 

Internamente troviamo il Top attualmente offerto dal mercato e quindi processore Qualcomm Snapdragon 845 Octa Core da 2,8 Ghz, GPU Adreno 630, 6/8 GB di memoria RAM, 128/256 GB di memoria interna non espandibile.

Inutile dire che lo Smartphone è fluido sempre, probabilmente il prodotto più fluido mai provato insieme a OnePlus 6 sia parlando di utilizzo di tutti i giorni sia parlando di giochi in quanto il caricamento è fulmineo e tutti i titoli girano sempre al massimo del dettaglio senza mettere in crisi i componenti o scaldare troppo la scocca.

OnePlus quest’anno ha eliminato il jack da 3,5 millimetri per dare spazio ad una batteria più capiente senza aumentare troppo le dimensioni ed infatti passiamo da 3300 a 3700 mAh che si ricaricano in poco più di un’ora grazie alla Dash Charge, ma si sente questo miglioramento? Assolutamente si, il prodotto porta sempre a sera anche con utilizzi molto intensi senza problemi superando anche le 7 ore di schermo, con utilizzo meno intenso siamo riusciti a coprire 5 ore di display in due giorni!

 
OnePlus 6T
OnePlus 6T
 

La parte fotografica non ha miglioramenti parlando di hardware ed infatti troviamo davanti un sensore da 16 megapixel f/2.0 con stabilizzatore elettronico e sul retro un doppio sensore da 16 megapixel f/1.7 con OIS e 20 megapixel sempre f/1.7 con LED Flash doppio a luce calda e fredda.

Le foto scattate sono di ottimo livello per dettaglio, qualità generale e colori, c’è una nuova modalità notte che in poche parole scatta più foto insieme ad ISO diversi e crea una sola immagine permettendo di illuminare la scena senza l’utilizzo del flash, modalità davvero apprezzata e che fa il suo dovere permettendo di catturare immagini piacevoli anche con poca luce.

Curiosi di scoprire come scatta le foto? Al seguente indirizzo la galleria di foto scattata con il prodotto a risoluzione originale mentre nella recensione video a fine articolo trovate il filmato di test.

 
OnePlus 6T
OnePlus 6T
 

Sotto il discorso connettività troviamo un modulo LTE Gigabit di ottima qualità con ricezione della parte telefonica davvero di ottimo livello, Bluetooth 5.0, GPS con Glonass, Wi-Fi Dual band ed NFC.

L’audio non è stereo ma è migliorato parlando di volume ,che è davvero molto alto, e di qualità, molto bene anche dalla capsula altoparlante nascosta sopra al notch.

L’audio in cuffia migliora, nel nostro caso abbiamo fatto dei test con cuffie Bluetooth, cuffie jack da 3,5 millimetri e cuffie direttamente Type C (OnePlus vende tutte e tre le soluzioni sul sito ufficiale) ed abbiamo notato un incremento di bassi e della qualità.

 
OnePlus 6T
OnePlus 6T
 

Passando al software OnePlus si conferma nuovamente il Top in quanto lo smartphone arriva sul mercato direttamente con Android 9 Pie e patch di sicurezza di Novembre, l’interfaccia è la Oxygen OS che, come sappiamo, mantiene una filosofia molto stock introducendo però diverse personalizzazioni come per esempio la pagina “shell” sulla sinistra della Home che mostra rapidamente contatti, scorciatoie ed app, permette di utilizzare i pacchetti d’icone presi dal play store, integra le gesture per l’utilizzo dello schermo intero, c’è la possibilità di nascondere il notch e molto altro ancora.

Importante sottolineare la presenza dell’app “OnePlus Switch” che abbiamo testato con soddisfazione, in poche parole permette il passaggio rapido dei dati da uno Smartphone all’altro in caso appunto acquistate un nuovo OnePlus.

 
OnePlus 6T
OnePlus 6T
 

Insomma in conclusione OnePlus 6T è molto simile al modello precedente ma ha un notch migliorato nel design, una batteria più capiente, una nuova modalità per foto con poca luce, un design generale migliorato ma anche un lettore delle impronte sotto al display, vale la pena acquistarlo? Assolutamente si, anche in considerazione della longevità dei prodotti dell’azienda per aggiornamenti ed Hardware.

Vi lasciamo ora alla nostra recensione video in cui vi mostriamo il prodotto in azione, non dimenticatevi come sempre di iscrivervi al nostro canale Youtube, di seguirci su Telegram ma anche su Instagram, buona visione!

Recensione OnePlus 6T, cambia poco ma migliora molto!



Condividi questa notizia

Resta aggiornato su Recensione OnePlus 6T, cambia poco migliorando molto


 
 

Commenti e Opinioni

 
 
 
 

Promozioni Consigliate

 
 
Vuoi restare aggiornato ?