Recensione Xiaomi Mi Mix 3, il ritorno dei telefoni a scorrimento

Recensione Xiaomi Mi Mix 3, il ritorno dei telefoni a scorrimento

Xiaomi prova a non inserire il notch sulla serie Mi Mix aumentando il rapporto schermo-superficie, come? Con un modulo a scorrimento: proviamo il nuovo Mi Mix 3 e scopriamolo insieme.

 

Scritto da , il 27/11/18

Seguici su

 
 

Come poteva Xiaomi aumentare il rapporto di schermo del Mi Mix 3 senza integrare il notch? Spostando sensori e fotocamere in un punto separato accessibile tramite lo scorrimento della scocca ovviamente! Scopriamo insieme in questa recensione se effettivamente questa è la scelta giusta da seguire o meno.

Iniziamo dicendo che il prodotto attualmente non è disponibile in Italia ufficialmente anche se arriverà presto, il nostro sample deriva da Honorbuy.it che lo vende al seguente indirizzo con garanzia, spedizione dall’Italia e nessuna tassa doganale, è sempre attivo il codice sconto PIANETACELLULARE per risparmiare 5 euro, tra l’altro attualmente in vendita troviamo la versione Cina con banda B20 che diventa Globale in tutto e per tutto (l’adattatore per il caricatore è in regalo) semplicemente cambiando ROM.

 
Xiaomi Mi Mix 3
Xiaomi Mi Mix 3
 

La confezione è tra le più ricche viste negli ultimi anni in quanto troviamo: Smartphone, cavo USB Micro, alimentatore da parete rapido, manuali guida, spilla per estrarre il vano Sim, adattatore da USB Type C a jack da 3,5 millimetri e pad per la ricarica senza fili rapida a 10W!

Esteticamente non si discosta molto da Mi Mix 2S ma sparisce la fotocamera posta in precedenza sotto a destra e vengono limate ancora di più le cornici.

Tra le mani la sensazione è quella di un Top di gamma vero, solido e molto pesante, 218 grammi in tutto.

Leggi anche:
 
Xiaomi Mi Mix 3
Xiaomi Mi Mix 3
 

Il meccanismo magnetico d’apertura è molto solido e non traballa, spesso la fessura lascia passare la polvere ma in generale la troviamo una soluzione riuscita per l’estetica e la parte fotografica, meno per lo sblocco con il volto molto scomodo da usare, quello con l’impronta invece è perfetto.

Il display è da 6,39 pollici con tecnologia Super Amoled e risoluzione di 2340 x 1080 pixel con 403 pixel per pollice e formato 19.5:9, tutto sommato uno schermo di ottima qualità per brillantezza, dettaglio e visibilità in esterno, il sensore di prossimità e quello di luminosità sono sotto al display e dopo un primo aggiornamento risultano funzionare perfettamente mentre inizialmente avevamo notato una certa lentezza.

Internamente troviamo un processore Qualcomm Snapdragon 845 Octa Core da 2,8 Ghz, GPU Adreno 630 e, nel nostro caso, 8 GB di RAM con 128 di storage interno non espandibile, esistono poi le varianti da 6 GB di RAM e quella top da 256 GB con 8 o 10 GB di RAM.

Tutto si muove senza rallentamenti, senza intoppi e senza temperature troppo alte sia nell’utilizzo di tutti i giorni, sia con i giochi più pesanti che, ovviamente, girano sempre al massimo del dettaglio.

Leggi anche:
 
Xiaomi Mi Mix 3
Xiaomi Mi Mix 3
 

Nota dolente, sulla carta, la batteria che diminuisce la sua capacità per lasciare spazio allo slide, qui troviamo 3200 mAh con ricarica rapida e ricarica senza fili (anch’essa rapida), incredibilmente l’ottimizzazione software, nonostante parliamo di una versione Cina, è tale da portare a sera con oltre 5 ore e 30 di display attivo nelle giornate intense quindi sotto questo aspetto nessun problema.

 
Xiaomi Mi Mix 3
Xiaomi Mi Mix 3
 

La parte fotografica comprende anteriormente un doppio sensore da 24 e 2 megapixel, il primo sensore scatta le foto ed il secondo permette l’effetto ritratto e, come detto, il tutto è contenuto in uno slide manuale testato per almeno 350 mila utilizzi.

Le foto sono di buona qualità, qualità che migliora sul retro dove troviamo un doppio sensore da 12 megapixel, il primo standard f/1.8 con OIS ed il secondo Zoom 2X f/2.4, si riescono a ricavare immagini piacevoli in tutte le situazioni grazie alla nuova modalità notte ed all’intelligenza artificiale che riconosce attivamente le scene inquadrate.

Curiosi di vedere come scatta le foto? Trovate l’intera galleria di foto scattata con il prodotto a risoluzione originale al seguente indirizzo mentre nel video a fine articolo è presente il filmato di test.
 
Xiaomi Mi Mix 3
Xiaomi Mi Mix 3
 

Parlando di connettività troviamo wi-fi a doppia banda, GPS Dual, NFC, Bluetooth 5.0 ed LTE Gigabit, tutto funziona molto bene ed anche la ricezione telefonica non riporta problemi, non manca la banda B20 a 800 mhz.

La parte audio è molto piacevole sia in capsula che dallo speaker, in realtà un minimo di suono esce anche dalla capsula creando un effetto stereo ma molto meno incisivo di altri Smartphone.

Il software, nel nostro caso in versione Cina ma online disponibile ed installabile in versione Globale, è basato da subito su MIUI 10 con Android 9 Pie.

Interfaccia che conosciamo ormai a memoria, che apprezziamo per prestazioni, design e personalizzazioni e che offre diverse caratteristiche che rendono il prodotto versatile come per esempio le gesture a schermo intero, la possibilità di personalizzare il suono in apertura dello slide, di utilizzare due whatsapp (uno per sim essendo Dual Sim) e molto altro ancora.

Da tenere in considerazione? Si, soprattutto al prezzo offerto da Honorbuy in quanto in Italia costerà di più e qui con una ROM Globale possiamo avere tra le mani praticamente un dispositivo Europeo con la garanzia di due anni dello store in Italia.

Vi lasciamo ora alla nostra recensione video in cui vi mostriamo il prodotto in azione, non dimenticatevi come sempre di iscrivervi al nostro canale Youtube, di seguirci su Telegram ma anche su Instagram, buona visione!

Recensione Xiaomi Mi Mix 3, il ritorno dei telefoni a scorrimento!



Condividi questa notizia

Resta aggiornato su Recensione Xiaomi Mi Mix 3, il ritorno dei telefoni a scorrimento


 
 

Commenti e Opinioni

 
 
 
 

Promozioni Consigliate

 
 
Vuoi restare aggiornato ?