Recensione Xiaomi Mi 8 Lite dopo tre mesi, migliora con il tempo

Recensione Xiaomi Mi 8 Lite dopo tre mesi, migliora con il tempo

Lo abbiamo testato da diverso tempo ma abbiamo deciso di tornare sul Mi 8 Lite di Xiaomi per cercare di capire se qualcosa è cambiato in questi mesi, ecco Xiaomi Mi 8 Lite.

 

Scritto da , il 06/03/19

Seguici su

 
 

Abbiamo recensito già il Mi 8 Lite di Xiaomi nella sua variante Globale e dopo tre mesi di utilizzo come primo e secondo Smartphone torniamo a parlarne per capire cosa è cambiato ma soprattutto se ancora vale la pena acquistarlo.

Iniziamo dicendo che il prodotto è disponibile in più colorazioni, abbiamo avuto sia la nera che l’Aurora Blu, ovvero una versione Blu gradiente tendente al viola, ed in tutte le varianti lo Smartphone risulta elegante e piacevole.

Il dispositivo in nostro possesso deriva da Amazon che lo vende al seguente indirizzo in sconto ad un prezzo interessante, ovviamente garanzia Italia di due anni.

Non parleremo di confezione di vendita e caratteristiche troppo approfondite in quanto abbiamo affrontato questi temi nella nostra recensione che potete visionare al seguente indirizzo, ci limiteremo a parlare di come si è comportato questo device nei nostri tre mesi di test e del suo attuale comportamento.

Praticamente mai abbiamo utilizzato cover e pellicole di protezione e nonostante questo il nostro prodotto è perfetto nella sua parte estetica e privo di graffi, ovviamente non possiamo confermare l’eventuale resistenza alle cadute ma per questo ci sono diversi drop test online.

Tra le mani il prodotto dona una sensazione premium ma indubbiamente scivola ed in questo il vetro posteriore non aiuta, stesso discorso per le impronte che rimangono facilmente sulla scocca ma ugualmente semplice risulta pulire il tutto.

 
Xiaomi Mi 8 Lite
Xiaomi Mi 8 Lite
 

Il display, elemento principale di uno Smartphone, ci ha convinto in quanto la risoluzione Full HD Plus è adeguata, i colori sono naturali ma anche accesi al punto giusto e la visibilità in esterno è assolutamente di alto livello, unici due aspetti negativi sotto questo aspetto riguardano la risoluzione delle app streaming che non sono certificate HD (con Netflix basta un’APK per risolvere) e la polarizzazione verticale che rende impossibile la visione del display con occhiali da sole polarizzati appunto, tutto ok se giriamo lo smartphone.

Le prestazioni di questo device nell’utilizzo di tutti i giorni sono assolutamente paragonabili a quelle di un Top di gamma in quanto è sempre fluido, non si impunta e non scalda mai troppo, ovviamente invece con i giochi più pesanti non sfrutta il massimo del dettaglio e degli fps e non ha caricamenti paragonabili ad uno Snapdragon 855 avendo un 660, ne esce comunque sempre benissimo.

Abbiamo inizialmente testato la variante 4/64 GB e poi quella top da 6/128 GB, non ci sono grandi differenze se non per quanto riguarda la fluidità con tantissime applicazioni aperte dove i 6 GB di RAM fanno la differenza, consigliata comunque anche la versione “base”.

In tutte le versioni troviamo memoria espandibile che, nel nostro caso, non abbiamo sfruttato in quanto bisogna sacrificare il secondo slot sim.

La parte dedicata alla connettività è ottima in quanto troviamo Wi-Fi Dual Band, GPS sempre preciso e veloce nel fix, Bluetooth 5.0 e porta Type C, la rete è LTE Plus e nel nostro caso non abbiamo riscontrato nessun problema con ricezione e connettività in quanto lo abbiamo anche testato all’estero come Hotspot con due sim.

Importante sottolineare invece tre punti “deboli”: manca l’NFC, manca il jack da 3,5 millimetri per le cuffie sostituito da un adattatore e la porta Type C è in versione 1.0 quindi ok ricarica rapida ma non uscita audio e video.

La gestione Dual Sim è ottima in quanto è possibile spegnerne una senza intervenire sul carrellino, è possibile decidere con quale chiamare di default o utilizzare la connessione internet (entrambi gli slot sono 4G), è possibile tenere attiva la connessione quando siamo al telefono spostando in automatico internet da una sim all’altra e molto altro ancora.

Parlando di batteria qui troviamo 3350 mAh con ricarica rapida, sappiamo per certo che non è un valore altissimo considerando altri device dell’azienda che toccano i 4000 mAh ma qui l’ottimizzazione è tale che l’autonomia è assolutamente di rilievo, riesce a portarci a sera sempre con utilizzi intensi (due sim, wi-fi e 4G, GPS) superando le 6 ore di display attivo.

Leggi anche:
 
Xiaomi Mi 8 Lite
Xiaomi Mi 8 Lite
 

Il comparto fotografico non è ovviamente quello di un Top di gamma ma condividendo le foto sui social il risultato è soddisfacente, qui tra l’altro c’è l’intelligenza artificiale per il riconoscimento attivo delle scene, l’HDR automatico, l’effetto ritratto sia davanti che dietro ed anche in arrivo la nuova modalità notte di Mi Mix 3, qui la galleria dei nostri scatti.

Bene la parte audio, siamo riusciti a telefonare anche in ambienti molto rumorosi grazie alla perfetta riduzione dei rumori di sottofondo, lo abbiamo testato con diverse cuffie bluetooth senza problemi ed anche dal singolo speaker convince.

Il software è al momento basato su Oreo ma è in arrivo Android Pie, parliamo di MIUI 10 Globale che gira perfettamente, non ha bug o problemi, si aggiorna molto di frequente ed ha davvero tantissime funzioni e personalizzazioni.

In conclusione lo Smartphone convince più di prima, è migliorato con i vari aggiornamenti, migliorerà ancora con l’arrivo di nuove versioni e funzioni ed è assolutamente candidato come il best buy assoluto della sua fascia di prezzo!

Vi lasciamo ora alla nostra recensione video in cui vi mostriamo il prodotto in azione, non dimenticatevi come sempre di iscrivervi al nostro canale Youtube, di seguirci su Telegram ma anche su Instagram, buona visione!

Leggi anche:

Recensione Xiaomi Mi 8 Lite dopo 3 mesi, ancora più Best Buy!



Condividi questa notizia

Resta aggiornato su Recensione Xiaomi Mi 8 Lite dopo tre mesi, migliora con il tempo


 
 

Commenti e Opinioni

 
 
 
 

Promozioni Consigliate

 
 
Vuoi restare aggiornato ?