Huawei P30 Pro due mesi dopo, tanti aggiornamenti e prezzo in calo

Huawei P30 Pro due mesi dopo, tanti aggiornamenti e prezzo in calo

Come si comporta Huawei P30 Pro due mesi dopo la sua presentazione? Cosa è cambiato? Scopriamolo insieme andando a testare nuovamente il prodotto.

 

Scritto da , il 18/05/19

Seguici su

 
 

Sono ormai due mesi che Huawei P30 Pro è stato ufficializzato al mondo e dal giorno del suo lancio è tra le nostre mani, oggi parleremo di cosa è cambiato in questo periodo di tempo e daremo un giudizio a lungo termine a questo device.

Iniziamo parlando della parte estetiche che, ve lo diciamo subito, ci ha convinto e non ci ha stancato.

Il display curvo ai lati è forse l’unica nota che potremmo definire come “fastidiosa” perchè è difficile trovare pellicola vetro adeguate e soprattutto rende lo Smartphone meno utilizzabile con una sola mano però aiuta a contenere le dimensioni e ne migliora il design. 

Il retro è semplice ma non banale, la disposizione delle fotocamere (tante) è azzeccata e nel complesso risulta tutto davvero armonioso soprattutto nella colorazione Nera in nostro possesso.

La costruzione è da 10 e lode, mai uno scricchiolio, mai notato un problema d’assemblaggio ed anzi sensazione al tatto e solidità sono ai massimi livelli.

Il display da ben 6,47 pollici è sicuramente uno degli elementi fondamentali in quanto ci permette di fruire di tutti i contenuti multimediali e non solo, qui la tecnologia OLED, la risoluzione Full HD Plus con circa 400 pixel per pollice, la certificazione HDR10 e la polarizzazione perfetta a nostro avviso pongono il prodotto tra i Top della categoria.

 
Huawei P30 Pro
Huawei P30 Pro
 

I componenti interni li conosciamo bene in quanto troviamo processore Kirin 980 Octa Core da 2,6 Ghz, 8 GB di RAM e diversi tagli di memoria interna a partire da 128 GB espandibili fi ulteriori 256 GB via Nano Card di Huawei sacrificando però il secondo slot Sim (è Dual Sim).

A distanza di due mesi ritroviamo nel nostro Smartphone oltre 100 applicazioni installate, circa 1000 tra foto e video e 50 documenti salvati, mai abbiamo effettuato un reset e nonostante questo il device è fluido come il primo giorno sia nell’utilizzo quotidiano che con i giochi più pesanti che girano sempre al massimo del dettaglio, Huawei ricordiamo che nella EMUI inserisce uno speciale algoritmo che permette appunto allo Smartphone di migliorare il posizionamento dei file quando ne abbiamo molti proprio per mantenere elevate le prestazioni nel tempo.

Tanta potenza necessita di tanta energia ed in questo P30 Pro è ancora una volta ai vertici della sua categoria, pensate che troviamo 4200 mAh che si ricarica rapidamente senza fili fino a 15W e via cavo a 40W, in quest’ultimo caso passa da 0 a 100 in meno di un’ora!

L’autonomia è davvero incredibile, ci ha sempre permesso di arrivare a sera con utilizzi molto intensi con almeno 8 ore di display attivo, nel week end ed in generale con utilizzo poco intensivo si superano i due giorni di utilizzo con una sola ricarica.

Leggi anche:
 
Huawei P30 Pro
Huawei P30 Pro
 

Huawei ha poi puntato molto, tanto per cambiare, sul comparto fotografico e qui troviamo all’anteriore un sensore da 32 megapixel con effetto ritratto che scatta buone foto mentre sul retro i sensori sono addirittura quattro: uno TOF per la profondità di campo, uno da 40 megapixel f/1.6 standard, uno da 20 megapixel grandangolare ed uno da 8 megapixel che è poi la vera novità di quest’anno in quanto offre Zoom 5X ottico, 10X ibrido e 50X digitale.

Questo è uno Smartphone che si adatta ad ogni situazione in quanto scatta bene con poca luce grazie alla rivoluzionaria modalità notte, scatta bene di giorno grazie all’intelligenza artificiale che adatta automaticamente le impostazioni ad ogni singola situazione, scatta bene dalla grandangolare che vi tornerà utile più di quanto pensiate ed è incredibile quando zoommiamo, qui la galleria di test.

Davvero interessanti anche i video migliorati rispetto al passato sia per stabilizzazione che per qualità generale, sono presenti diversi effetti che possiamo utilizzare in live come la sfocatura dello sfondo inquadrando un soggetto per esempio e con l’ultimo aggiornamento arriva anche la modalità Dual Video che permette di registrare un video in contemporanea con la fotocamera standard e con lo Zoom 2X, 5X o 10X.

Leggi anche:
 
Huawei P30 Pro
Huawei P30 Pro
 

Interessante anche il sistema di sblocchi che integra il riconoscimento del volto 2D veloce ed accurato ma non funzionale al buio ed il lettore delle impronte posto sotto al display, il più veloce provato fino ad oggi.

Ma parliamo pur sempre di un telefono e quindi qualche parola va spesa anche sul reparto connettività ed audio.

Iniziamo dicendo che la ricezione del segnale è davvero ottima, difficilmente abbiamo provato Smartphone che fanno meglio.

Qui non manca nulla e quindi NFC, Bluetooth 5.0, Wi-Fi Dual Band e GPS con Glonass, interessanti anche le varie modalità di condivisione integrate da Huawei che permettono per esempio di collegarsi senza fili tramite PC o Mac e visualizzare o scaricare l’intero contenuto del telefono, ovviamente dopo aver passato gli step di controllo.

L’audio in capsula è al pari dei tradizionali Smartphone nonostante qui la capsula altoparlante non ci sia ed il suono venga riprodotto tramite vibrazioni dal display, bene anche dallo speaker anche se purtroppo singolo.
 
Huawei P30 Pro
Huawei P30 Pro
 

Il software è Android 9 Pie con EMUI 9 che nel corso dei due mesi di test si è aggiornata tre volte introducendo nuove patch di sicurezza, ottimizzazioni e funzioni.

L’interfaccia è interessante, personalizzabile, ricca di funzioni e con il giusto tema (vi consigliamo Nova dallo store di Huawei) è anche gradevole, mai abbiamo utilizzato launcher alternativi.

L’aspetto più interessante da valutare in questo momento è il prezzo in quanto se il listino parte da 1000 euro online non è impossibile trovarlo a partire da meno di 700 euro e questo sicuramente è un fattore che lo rende più appetibile anche a confronto con le nuove uscite (OnePlus 7 Pro?).

In conclusione lo Smartphone ci ha convinto, continueremo ad usarlo come prodotto principale perchè davvero versatile ed affidabile e sicuramente torneremo poi a parlarne più avanti.

Vi lasciamo ora al nostro video dopo due mesi di test, non dimenticatevi come sempre di iscrivervi al nostro canale Youtube, di seguirci su Telegram ma anche su Instagram, buona visione!

Huawei P30 Pro due mesi dopo, cosa cambia? Ne vale la pena?



Condividi questa notizia

Resta aggiornato su Huawei P30 Pro due mesi dopo, tanti aggiornamenti e prezzo in calo


 
 

Commenti e Opinioni

 
 
 
 

Promozioni Consigliate

 
 
Vuoi restare aggiornato ?