Recensione OnePlus 8T, concreto come pochi

Recensione OnePlus 8T, concreto come pochi

OnePlus ha appena ufficializzato il nuovo modello 8T che stiamo già testando da qualche settimana, scopriamolo insieme nella nostra recensione.

 

Scritto da , il 14/10/20

 

Seguici su

 
 

OnePlus mantiene fede alla sua filosofia che prevede il lancio di una versione aggiornata dei propri Smartphone ogni sei mesi ma questa volta cambia leggermente la sua linea di pensiero e presenta la versione 8T, che vi racconteremo oggi nella nostra recensione completa, ma non la variante 8T Pro.

Secondo quanto ci è stato riferito questa scelta è stata presa in quanto l’attuale modello di punta, ovvero 8 Pro, ha le carte in regola per soddisfare l’utenza più esigente e non serviva un aggiornamento, anche secondo il mio parere personale è così.

Partiamo dalla confezione di vendita, al suo interno troviamo il nostro Smartphone disponibile in verde oppure in grigio, alimentatore da parete con ricarica rapida, cavo USB Type C, manuali guida, spilla per estrarre il vano Sim e cover in TPU sottile e trasparente che riporta il motto dell’azienda, Never Settle.

La prima novità sta proprio nell’alimentatore presente in confezione che porta la tecnologia Warp Charge 65 spingendosi quindi a 65W, 6.5 Ah e 10V, in poche parole porta da 0 a 100 l’autonomia in soli 39 minuti!

Ma OnePlus ha pensato anche alla sicurezza di tale tecnologia sia per quanto riguarda l’alimentatore in se equipaggiato da ben 12 sensori che monitorano la temperatura sia per quanto riguarda le batterie, si perchè sono due batterie indipendenti che raggiungono insieme 4500 mAh, questa soluzione permette di non stressare il componente in ricarica.

Vi diciamo subito che l'autonomia è assolutamente di buon livello, ho personalmente raggiunto le 5 ore di schermo attivo con utilizzo mediamente intenso, nei giorni dove l'ho maggiormente stressato invece la ricarica rapida è stata una manna dal cielo.

Da sottolineare che l’alimentatore da 65W si adatta automaticamente al prodotto collegato, potrete quindi anche caricare il vostro OnePlus Nord per esempio senza rischiare di compromettere nulla, altro cosa importante da dire è che anche il cavo Type C è di nuova generazione ed in questo caso e quindi indispensabile per utilizzare tutta la potenza del caricatore.

Leggi anche:
 
OnePlus 8T
OnePlus 8T
 
Esteticamente OnePlus 8T adotta delle linee interessanti, sul fronte troviamo uno schermo piatto e quindi privo di bordi ma con fotocamera frontale integrata a display tramite la soluzione “a foro”, la cornice è invece in metallo e va ad assottigliarsi nei bordi mentre sul retro troviamo un vetro leggermente curvo per favorire l’ergonomia ed un design non troppo distintivo rispetto alle proposte che stiamo vedendo ultimamente sul mercato.

La sensazione al tatto è ottima, la costruzione da 10 e lode ma l’ergonomia senza una cover non è il suo punto di forza, parliamo poi di un dispositivo importante che misura 160,7 millimetri di altezza, 74,1 di larghezza, 8,4 di spessore per 188 grammi di peso.

Nella parte anteriore padroneggia l’enorme display da 6,55 pollici con aspect ratio allungato in 20:9, tecnologia Fluid Amoled, vetro Gorilla Glass (presente tra l’altro anche sul retro), risoluzione di 2400 x 1080 pixel con 402 pixel per pollice di densità e frequenza d’aggiornamento a 120 Hz!

Quest’ultima tecnologia, già introdotta con OnePlus 8 Pro, permette di rendere più fluide tutte le animazioni e quindi in generale l’esperienza d’utilizzo, da sottolineare che la frequenza massima viene intelligentemente utilizzata solo quando necessaria, questo permette di risparmiare un notevole quantitativo di autonomia.

Lo schermo di questo prodotto è realizzato con un vetro flessibile a 2,5D del 28 percento più sottile rispetto al passato, questo permette anche di migliorare il punto di luminosità massima che arriva a 1100 nits ed allo stesso modo rende più fedele la riproduzione del colore.

Il display ci ha convinto, risulta ben calibrato, visibile in ogni situazione, vivido al punto giusto e molto “smooth” (fluido) passatemi il termine.
 
 
OnePlus 8T
OnePlus 8T
 
Leggi anche:

Ma parliamo di cosa c’è all’interno di questo Smartphone, secondo voi poteva OnePlus esimersi dall’integrare quanto di meglio attualmente il mercato offre? Assolutamente no, ed infatti qui troviamo un processore Qualcomm Snapdragon 865 Octa Core, 8/12 GB di memoria RAM LPDDR4X e 128/256 GB di memoria interna UFS 3.1 non espandibile.

OnePlus 8T è potente, fluido e veloce sia nell’utilizzo di tutti i giorni e sia nell’utilizzo stress, nessun problema con i giochi anche più pesanti che girano al massimo del dettaglio senza stressare mai il processore e temperature sempre sotto controllo grazie ad una grande camera a vapore con grafite e silicone termo-conduttivo.

Parlando di connettività possiamo ancora una volta dire che non manca nulla, c’è il modem 5G Qualcomm X55, Wi-Fi di categoria 6, NFC, GPS con Glonass e Bluetooth 5.1 con tanto di supporto ad audio HD.

Ottima la ricezione telefonica, molto buono l’audio in capsula, nessun problema con cuffie senza fili o via cavo (non c’è il jack da 3,5 millimetri) ed ottimo anche il sistema di doppio speaker ottimizzato Dolby Atmos, l’audio è alto, pulito e corposo.

 
OnePlus 8T
OnePlus 8T
 

Passando al comparto fotografico qui troviamo un sensore principale Sony IMX 586 da 48 megapixel f/1.7 con OIS (stabilizzatore ottico) ed EIS (stabilizzatore elettronico), la seconda camera è una Sony IMX481 grandangolare da 123 gradi f/2.2 con 16 megapixel, troviamo poi un sensore macro da 5 megapixel con focale a 3 centimetri ed un sensore da 2 megapixel in bianco e nero.

Nella parte anteriore invece il sensore è singolo, un Sony IMX471 da 16 megapixel con autofocus, apertura focale di 2.4 e stabilizzatore elettronico.

Gli scatti sono di ottima qualità in ogni situazione per dettaglio e fedeltà dei colori, abbiamo già ricevuto un primo aggiornamento software che ha migliorato l’aspetto fotografico ed in generale il software è un fedele compagno in questo caso perchè non troppo invasivo ma allo stesso modo indispensabile, per esempio troviamo l’HDR automatica, la modalità notte che ora può anche intervenire automaticamente se riconosciuta una scena troppo scura e così via.

Curiosi di vedere come scatta le foto? Trovate l’intera galleria al seguente indirizzo a risoluzione originale.

OnePlus 8T è, ovviamente, anche in grado di registrare video con una qualità generale davvero eccellente, può raggiungere la risoluzione 4K 60 fps, può registrare super slow motion in HD a 480 fps e time lapse in 4K a 30 fps.

Le novità sotto questo aspetto sono due, stabilizzazione migliorata e video con effetto ritratto live.

 
OnePlus 8T
OnePlus 8T
 
Ed arriviamo a quella che è da sempre la parte migliore degli smartphone OnePlus ovvero il software. Qui troviamo da subito Android 11 con patch di sicurezza aggiornatissime e la nuova Oxygen OS 11, la linea è sempre la stessa e quindi design pulito e quasi stock, animazioni fluide e leggerezza ovunque.

L’esperienza è sempre la stessa ma con qualche dettaglio rivisto, per esempio la schermata “shell” si trova ora con uno swipe verso il basso dal centro del display mentre a sinistra troviamo il feed notizie, oppure ancora troviamo una modalità scura rivista e migliorata e, finalmente, l’always on display con la nuova modalità Insight.

Insight è una versione dell’Always On studiata da OnePlus insieme agli studenti della Parson School of design, in poche parole mostra una linea temporale che si colora in base all’utilizzo che facciamo nell’arco della giornata del nostro dispositivo.

Oltre alla modalità appena citata ne è stata integrata anche una denominata Canvas che in parole povere ci permette di utilizzare un’immagine come sfondo dell’always on display ma tale immagine verrà in trasformata in un disegno.

In futuro poi arriverà una versione realizzata in collaborazione con Snapchat definita Bitmoki, creeremo quindi il nostro avatar che, in base all’orario in cui ci troviamo, mostrerà un’animazione differente (pranzo, studio, sonno eccetera).
 
 
OnePlus 8T
OnePlus 8T
 
Novità anche per la modalità Zen che, come saprete, permette di mettere in pausa tutte le funzioni del telefono rendendolo inutilizzabile per un tot di tempo (tranne in caso di emergenza), ora è possibile creare dei gruppi con i nostri amici e condividere la pausa di utilizzo.

Non citati in fase di recensione ma non mancano lettore delle impronte digitali posto sotto al display con velocità e sicurezza massima, riconoscimento del volto 2D e feedback aptico della vibrazione.

Il prodotto convince in tutte le parti, si rinnova nell’estetica, mantiene uno standard di potenza elevatissimo e migliora ancora il software che, per nostro personale parere, rimane la miglior soluzione per Android, consigliamo l’acquisto? Si se volete far parte della famiglia di OnePlus, meno se pensate ad un upgrade dalle ultime serie di prodotti dell’azienda dato che tengono benissimo il passo.

Ma quanto costa questo prodotto? 599 euro nella variante da 8/128 GB disponibile in Grigio oppure in Verde e 699 euro nella variante da 12/256 GB disponibile solamente in Verde, preordini da subito e disponibilità dal 20 Ottobre sia sul sito ufficiale che su Amazon.

Condividi questa notizia

Ultime notizie

 
 

Notizie per Categoria