Apple: le dichiarazioni di Tim Cook alla Goldman Sachs

Apple: le dichiarazioni di Tim Cook alla Goldman Sachs

In questo articolo di oggi vediamo assieme le dichiarazioni più importanti di Tim Cook, CEO di Apple, in occasione della conferenza stampa organizzata di recente da Goldman Sachs. Molti gli argomenti toccati, dall'Apple Watch che non teme la concorrenza, alle forti vendite in Cina, senza dimenticare la filosofia alla base dei prodotti della Mela morsicata, dove l'esperienza dell'utente conta più di ogni altra cosa.

 

Scritto da , il 14/02/15

Seguici su

 
 

Nel corso della conferenza stampa di Goldman Sachs sulla Tecnologia e Internet, il CEO di Apple ha rilasciato delle interessanti dichiarazioni sull'Apple Watch e su alcune precise strategia dell'azienda. Ecco le rivelazioni più importanti.

Tim Cook, numero uno della casa di Cupertino, ha iniziato il suo intervento facendo sapere che il tanto atteso Apple Watch ha tutti i numeri per cambiare la vita della gente. Si tratta di uno smart watch del tutto diverso dagli altri prodotti della concorrenza:

"Ci sono diverse cose che chiamiamo smartwatch in commercio, ma sono sicuro che non ve ne verrà in mente neppure uno. Non ce n'è nessuno che abbia cambiato la vita delle persone. Noi di Apple abbiamo invece questo obiettivo. E riteniamo che Apple Watch possa farlo."

Il CEO ha poi sottolineato che la sua azienda "non produce hardware", e i continui successi sono frutto di un grandissimo lavoro per quanto riguarda il design, la progettazione software e l'intera esperienza dell'utente:

"Non siamo una società di hardware da quando sono ad Apple. Io non credo che ci sia mai stata una società di hardware dall'inizio dei tempi. Chiunque conosce veramente Apple non ci definirebbe mai una società di hardware."

Tim Cook si è poi soffermato sulle vendite: Apple non crede "ai grandi numeri", ed è sbagliato focalizzare la propria attenzione sulle vendite record dell'ultimo trimestre:

"Non crediamo in leggi quali quella dei grandi numeri. Steve ci ha instillato il concetto che porre limiti al proprio pensiero sia sbagliato. Per questa ragione, non ci focalizziamo mai sui numeri. Ci concentriamo sulle cose che producono i numeri. Siamo una società di prodotto."

Infine, il futuro dei computer Mac è radioso, le vendite in Cina proseguono benissimo grazie ad una forte presenza sul territorio asiatico, e Apple Pay è un successo ben superiore alle aspettative iniziali:

"Dietro Apple Pay c'era la volontà di rendere semplice qualcosa. Doveva essere più immediato che tirare fuori una carta dal portafoglio. Penso che abbiamo trovato qualcosa che la gente non vedrà l'ora di utilizzare."


Condividi questa notizia

Resta aggiornato su Apple: le dichiarazioni di Tim Cook alla Goldman Sachs


 
 

Commenti e Opinioni

 
 
 
 

Promozioni Consigliate

 
 
Vuoi restare aggiornato ?