Apple con il Wwf a sostegno delle foreste cinesi

Apple con il Wwf a sostegno delle foreste cinesi

Apple ha promesso di costruire due enormi nuovi data center in Irlanda e Danimarca, mentre ha stretto un accordo con il Wwf per la gestione sostenibile di 400mila ettari di foreste cinesi. I due nuovi data center che Apple intende costruire saranno realizzati uno nella contea di Galway, in Irlanda, e uno a Jutland in Danimarca. Apple sta investendo 1,93 miliardi di dollari nelle nuove strutture, che saranno alimentate da energia rinnovabile al 100 per cento.

 

Scritto da , il 11/05/15

Seguici su

 
 

Apple ha stretto un accordo con il Wwf per la gestione sostenibile di 400mila ettari di foreste, da cui ricavare materia prima per imballaggi. La Apple ha anche svelato l'intenzione di abbattere le emissioni di CO2 legate agli stabilimenti cinesi che producono i suoi dispositivi. "Non accadrà in una notte, serviranno anni ma è importante che ciò avvenga", ha detto il Ceo Tim Cook.

L'accordo con il Wwf è parte dell'obiettivo di Apple di arrivare a proteggere abbastanza foreste da assicurare la produzione sostenibile del materiale cartaceo utilizzato per il confezionamento dei suoi prodotti, ha spiegato Lisa Jackson, vicepresidente di Cupertino per le iniziative ambientali. "Come l'energia, le foreste sono fonti rinnovabili. Questo accordo è un passo importante verso il nostro obiettivo".

Apple ha promesso lo scorso febbraio di costruire due enormi nuovi data center per migliorare la gestione delle richieste ai suoi servizi online più popolari dall'Europa. I data center sono la linfa vitale dei servizi online per le aziende di tecnologia che ospitano tutte le attrezzature necessarie per mantenere attivi tutti i servizi offerte alla clientela, dalle e-mail alle applicazioni degli store.

I due nuovi data center che Apple intende costruire saranno realizzati uno nella contea di Galway, in Irlanda, e uno a Jutland in Danimarca. Apple sta investendo 1,93 miliardi di dollari nelle nuove strutture, che vanteranno alcune caratteristiche interessanti per la tutela dell'ambiente, almeno secondo il progetto approvato dalla società con sede in California.

I centri saranno alimentati da energia rinnovabile al 100 per cento, ha riferito Apple, e avranno il più basso impatto ambientale di qualsiasi data center di Apple attualmente in funzione. La struttura danese, per esempio, distribuirà il calore generato in eccesso dalle sue apparecchiature nel sistema di riscaldamento della zona locale.

Apple dice i due centri, che saranno ciascuno di misura 166.000 metri quadrati (1,8 milioni di piedi quadrati), saranno operativi nel 2017. Una volta installati e funzionanti, serviranno per la gestione di diversi servizi online di Apple, tra cui mappe, iMessage, Siri, iTunes e App Store.

Apple è stata criticata in passato per aver sfruttato le leggi fiscali irlandesi come un modo per evitare di pagare tasse più alte in Europa. Lo scorso settembre la Commissione europea ha affermato che Apple ottiene un vantaggio sleale nella regione, mentre il governo irlandese ha annunciato l'intenzione di eliminare gradualmente alcune scappatoie fiscali utilizzate dai colossi tecnologici come Apple, Google e Facebook entro il 2020.

A metà del mese di Febbraio, Apple ha annunciato l'ambizioso nuovo progetto della società di sbarcare nel settore delle energie rinnovabili. Apple ha creato una partnership da 848 milioni di dollari con First Solar per costruire una azienda agricola da 1300 acri a Monterey County, in California, come fonte per creare energia rinnovabile per alimentare la sua sede centrali a Newark, in California, e i 52 negozi Apple che si trovano in California. La fattoria solare si tradurrà in significativi risparmi sui costi energetici per Apple, Cook ha detto. La casa di Cupertino ha definito il progetto come "il più grande e coraggioso progetto di sempre".


Condividi questa notizia

Resta aggiornato su Apple con il Wwf a sostegno delle foreste cinesi


 
 

Commenti e Opinioni

 
 
 
 

Promozioni Consigliate

 
 
Vuoi restare aggiornato ?