Apple: utili in crescita grazie a iPhone

Apple: utili in crescita grazie a iPhone

Apple ha annunciato i risultati finanziari per il suo secondo trimestre fiscale 2015, concluso il 28 marzo. Grazie alle forti vendite di iPhone e Mac, oltre a registrare record su App Store, il colosso di Cupertino ha registrato il miglior Q2 con un utile netto di 13,6 miliardi di dollari da 58 miliardi di dollari di entrate.

 

Scritto da , il 28/04/15

Seguici su

 
 

Le vendite di iPhone hanno portato Apple a registrare un altro trimestre importante. La società ha spazzato via le aspettative di Wall Street per il suo secondo trimestre fiscale, conclusosi il 28 marzo 2015, poichè le vendite di iPhone e Mac hanno stabilito un record per il periodo. Apple ha anche riferito di essere soddisfatta dei risultati da record ottenuti dal suo App Store e prevede forti vendite anche per il periodo in corso.

"Stiamo vedendo risultati fantastici per iPhone, con una crescita dei ricavi del 55 per cento su base annua, e stiamo vedendo un più alto tasso di persone che passano a iPhone rispetto ai precedenti cicli di iPhone", il CEO di Apple Tim Cook ha detto durante una conference call con gli analisti fatta in occasione della pubblicazione del trimestrale.

Con un fatturato in crescita del 58 per cento, Cook ha aggiunto che la forza è nei mercati emergenti - in particolare la Greater China, che ha sorpassato l'Europa nel diventare il secondo più grande mercato di vendita di Apple.

L'orologio Apple Watch può anche essere il prodotto del momento, quello di cui tutti parlano, ma è ancora l'iPhone a guidare i risultati finanziari di Apple. Per il secondo periodo consecutivo, l'iPhone ha rappresentato per più di due terzi i ricavi totali di Apple, superiore al livello tipico più vicino al 50 per cento. I consumatori hanno ben accolto i nuovi melafonino con lo schermo più grande introdotti lo scorso settembre - l'iPhone 6 da 4,7 pollici e l'iPhone 6 Plus da 5,5 pollici.

Nel secondo trimestre fiscale 2015 chiuso al 28 marzo, Apple ha venduto 61,2 milioni di iPhone, in crescita rispetto a 43,7 milioni nel corrispondente periodo dell'esercizio precedente, ma al di sotto del record di 74,5 milioni venduti nel trimestre vacanziero precedente. Gli analisti si aspettavano che la società riuscisse a vendere 57,2 milioni di iPhone nel secondo trimestre, secondo un sondaggio di Fortune.

 
Apple iPhone 6, 6 Plus
Apple iPhone 6, 6 Plus
 

Le vendite del dispositivo di Apple hanno spinto i ricavi in ​​crescita del 27 per cento a 58 miliardi di dollari, al di sopra dei 56,08 miliardi di dollari previsti dagli analisti interpellati da Thomson Reuters. L'utile netto è salito a 13,6 miliardi di dollari, o 2,33 dollari per azione, in crescita da 10,2 miliardi di dollari, o 1,66 dollari per azione. Gli analisti si aspettavano utili a 2,16 dollari per azione.

E' stato "chiaramente un buon trimestre che ha battuto le aspettative sia per ricavi che utili", ha detto l'analista di Gartner Van Baker.

Il valore delle azioni di Apple è salito dell'1,3 per cento a 134,38 dollari in after-hours trading. Alla chiusura del mercato Lunedi, il titolo è salito del 20 per cento dall'inizio di gennaio e del 62 per cento negli ultimi 12 mesi.

Il periodo non si avvicina al trimestre da record di Apple chiuso lo scorso Dicembre, che ha visto il più alto fatturato nella storia di Apple in 38 anni e il più grande profitto che una società pubblica ha mai registrato. Apple deve molto alle vendite alla Cina, mercato salito a un record di 16,8 miliardi di dollari dai 9,84 miliardi dollari di un anno fa. La Cina è stata l'unica regione dove le vendite del secondo trimestre hanno superato quelle del primo trimestre, anche se di un appena 4 per cento.

"È stato un trimestre incredibile", ha detto Cook. "Non ho mai visto così tante persone della classe media che arrivano [in Apple] come in Cina, e questo è [il mercato con] la maggior parte delle nostre vendite, e siamo davvero orgogliosi di continuare ad investire nel paese."

Leggi anche:
 
Apple Watch
Apple Watch
 

Il rapporto arriva solo tre giorni dopo che il nuovo gadget di Apple, Apple Watch, è giunto in nove mercati internazionali. Lo SmartWatch, che richiede un iPhone 5 o versioni successive per eseguire applicazioni di base e ricevere le notifiche, è il primo nuovo dispositivo di Apple da quando l'iPad è stato introdotto cinque anni fa e la prima categoria di nuovo prodotto di Apple sotto la guida di Cook. E' fondamentale per Apple mostrare che è ancora un innovatore e può espandersi oltre il suo business di iPhone di grande successo, che costituisce il grosso delle vendite e profitti.

Finora, Apple Watch ha avuto forti ritardi nelle spedizioni. I tempi per ricevere il dispositivo, che costa dai 349 dollari per la versione Sport a 17.000 per l'edizione Edition in oro, si sono estesi a luglio. La società di ricerche Slice Intelligenza ha stimato che solo il 22 per cento dei clienti statunitensi che hanno preordinato Apple Watch hanno ricevuto i loro dispositivi nel primo fine settimana in cui era disponibile. Apple non ha rivelato i dati di vendita dell'orologio. Tuttavia, alcuni analisti ritengono che l'azienda ha venduto 2 milioni di unità di Apple Watch in appena due settimane di preordini, iniziati il 10 aprile.

Cook si è rifiutato di fornire tutte le informazioni sulle vendite di Apple Watch, ma ha detto che l'approvvigionamento dovrebbe essere abbastanza per Apple per lanciare lo SmartWatch in nuovi paesi entro la fine di giugno. Inizialmente, Apple Watch al momento è disponibile in Australia, Canada, Cina, Francia, Germania, Hong Kong, Giappone, Regno Unito e Stati Uniti.

"In questo momento la domanda è superiore all'offerta, quindi stiamo lavorando sodo per porre rimedio a tale situazione", Cook ha detto Lunedi. Egli ha aggiunto che ci sono ora 3.500 applicazioni disponibili per l'orologio di Apple, contro le 3.000 confermate il giorno in cui lo SmartWatch è giunto sul mercato. 

Leggi anche:
 
Tim Cook con in mano il nuovo MacBook
Tim Cook con in mano il nuovo MacBook
 

Le vendite di iPad hanno registrato il loro quinto calo consecutivo a 12,6 milioni di unità da 16,4 milioni di un anno prima. Gli analisti si aspettavano che Apple riuscisse a vendere 14,1 milioni di iPad, secondo un sondaggio di Fortune. Cook ha ammesso che i consumatori stanno acquistando iPhone e Mac invece di iPad, ma ha detto che non è una cosa che preoccupa Apple. Si aspetta che le vendite di iPad si stabilizzeranno ad un certo punto, ma non si sa quando. "Credo che l'iPad è estremamente un buon affare nel lungo termine", ha detto Cook.

Apple ha introdotto i suoi nuovi tablet - iPad Air 2 e iPad Mini 3 - nel mese di ottobre, ma gli analisti hanno detto che i loro cambiamenti incrementali, tra cui processori più veloci, non sono stati abbastanza per attirare gli acquirenti.

Allo stesso tempo, le vendite di Mac sono cresciute. Apple ha venduto 4,6 milioni di Mac, contro 4,1 milioni di un anno fa. L'azienda ha introdotto il suo nuovo MacBook all'inizio di questo mese. Il dispositivo è il computer più sottile e leggero di Apple. Gli analisti si aspettano che il dispositivo aiuterà le vendite di Mac nel trimestre in corso.

Per il terzo trimestre fiscale 2015, che terminerà a giugno, Apple ha previsto un fatturato tra 46 milioni di dollari e 48 milioni di dollari, sostanzialmente in linea con le previsioni di 47,09 miliardi di dollari degli analisti, secondo Thomson Reuters.  


Condividi questa notizia

Resta aggiornato su Apple: utili in crescita grazie a iPhone


 
 

Commenti e Opinioni

 
 
 
 

Promozioni Consigliate

 
 
Vuoi restare aggiornato ?