Recensione Apple iPhone XR, il vero iPhone che va oltre la scheda tecnica

Recensione Apple iPhone XR, il vero iPhone che va oltre la scheda tecnica

Se vi dicessimo che l'iPhone più interessante e consigliato di quest'anno è quello più chiacchierato per la sua scheda tecnica? Non ci credete? Nemmeno noi inizialmente, ma vi raccontiamo tutto nella nostra recensione.

 

Scritto da , il 29/11/18

Seguici su

 
 

Apple quest’anno ha presentato tre modelli per quanto riguarda la famiglia iPhone: XS recensito al seguente indirizzo, XS Max ed XR, oggi è il turno di mettere sotto torchio quest’ultimo.

Sinceramente non pensavamo di provare questo prodotto in quanto Apple al momento non ci invia i sample come invece succede con tutte le altre aziende ma dopo aver utilizzato XS per qualche settimana personalmente mi sono accorto di desiderare uno schermo più grande ed una batteria migliore in durata, allo stesso modo non potevo spendere l’enorme cifra richiesta per un XS Max ma necessitavo di un iPhone per lavoro ed ecco che sono iniziate le paranoie sul modello XR.

Ma ne vale la pena? Ha uno schermo con una risoluzione bassa per la diagonale? Una sola fotocamera posteriore, basterà? Queste sono solamente alcune delle domande che mi sono posto e che molti di voi mi pongono ogni giorno ed allora ho iniziato a macinare recensioni fino a quando mi sono convinto, lo provo!

La confezione di vendita è la solita di Apple con al suo interno lo Smartphone, l’alimentatore da parete da 5W (ancora?), cavo proprietario di ricarica e sincronizzazione, manuali guida, spilla per estrarre il vano Sim, auricolari di ottima qualità ed adattatore per il collegamento del jack da 3,5 millimetri.

 
Apple iPhone XR
Apple iPhone XR
 

Esteticamente è un mix di più modelli, davanti è un iPhone X/XS con cornici leggermente più pronunciate mentre sul retro è un iPhone 8 ingrandito e con flash riposizionato, nel complesso è piacevole e soprattutto diverso dal solito grazie alle tante colorazioni disponibili.

Proprio parlando di colorazioni apriamo una piccola parentesi, il modello rosso denominato Product RED in nostro possesso, che potete acquistare anche voi in quanto rientra tra le proposte ufficiali, aiuta un’associazione che si occupa di lotta contor l'AIDS, per ogni prodotto rosso venduto Apple dona una parte del guadagno.

I materiali adottati sono di ottima qualità in quanto troviamo vetro antigraffio davanti e sul retro ed alluminio serie 7000 nella cornice intorno, praticamente sono gli stessi materiali di iPhone 8/7 e così via mentre iPhone X ed XS/Max hanno una cornice in acciaio.

Costruzione al top, nessun difetto e nessuno scricchiolio, la sensazione di solidità è ai massimi livelli.

Tra le mani il prodotto sta bene anche se ovviamente non ha un grip perfetto, consigliato l’utilizzo di una cover.

Leggi anche:
 
Apple iPhone XR
Apple iPhone XR
 

Il display è l’elemento più chiacchierato di questo prodotto in quanto ci troviamo davanti ad un pannello da 6.1 pollici con tecnologia Liquid Retina (LCD) con risoluzione di 1792 x 828 pixel, aspect ratio di 19.5:9 e densità di 326 pixel per pollice.

Le cornici sono leggermente più accentuate rispetto ad iPhone X ed XS ma non troppo evidenti mentre la risoluzione è si bassa ma offre la stessa densità di iPhone 8 e soprattutto la resa generale è davvero ottima, senza leggere la scheda tecnica sembra un Full HD a tutti gli effetti grazie alla perfetta gestione dei colori, della luminosità ed alla profondità dei contrasti.

Da sottolineare che qui c’è la tecnologia True Tone che regola automaticamente contrasti e colori in base all’ambiente che ci circonda ma manca la certificazione HDR10 ed il 3D Touch.

Leggi anche:
 
Apple iPhone XR
Apple iPhone XR
 

Proprio quest’ultima mancanza è forse quella che più si sente in quanto perdiamo le scorciatoie premendo forte su un’applicazione e perdiamo la possibilità di gestire velocemente alcune notifiche, rimangono invece quelle presenti nella schermata di blocco per torcia e fotocamera e tutte quelle integrate nel control center in quanto Apple ha ovviato al “problema” permettendo di attivarle con una pressione prolungata.

Ovviamente non è un display perfetto, avvicinandosi magari potreste vedere qualche pixel ma bisogna davvero farci caso, a nostro avviso è promosso sotto questo aspetto.

Internamente la dotazione è la stessa di iPhone XS e quindi processore A12 a 7 nanometri con 6 core da 2,5 Ghz mentre la GPU proprietaria è Quad Core.

Differenze invece per quanto riguarda la RAM che qui è da 3 GB contro i 4 GB di XS ed XS Max e differenze anche per quanto riguarda i tagli di memoria: 64, 128 e 256 GB contro 64, 256 e 512 GB in entrambi i casi non espandibili.

Le prestazioni sono al Top, il GB di RAM in meno non si fa assolutamente sentire in quanto tutte le applicazioni vengono gestite perfettamente, nel quotidiano è davvero un fulmine e tutti i giochi hanno caricamenti rapidi ma soprattutto grafica ed fps al massimo, mai scalda eccessivamente.

La batteria qui è da 2942 mAh, sarebbero pochi per un prodotto Android ma sono assolutamente sufficienti qui, l’autonomia è da record a nostro avviso in quanto è l’iPhone con la durata maggiore mai provata, siamo riusciti a chiudere giornate molto intese arrivando a sera con 7/8 ore di display attivo avendo ancora il 20 percento di autonomia, siamo riusciti a chiudere due giorni poco intensi con una ricarica ed addirittura in un’occasione a utilizzarlo per tutto il giorno nonostante 1 ora di navigazione maps ed oltre un’ora di timelapse.

Rispetto ai fratelli “maggiori” non manca nulla parlando di ricarica dato che c’è la ricarica rapida (non con il caricatore in confezione) e c’è la ricarica senza fili, diversa invece la certificazione che qui è IP67 e permette una resistenza ad acqua e polvere fino a 1,5 metri per 30 minuti contro i 2 metri di XS.

 
Apple iPhone XR
Apple iPhone XR
 

Parlando di fotocamere troviamo davanti un sensore da 7 megapixel f/2.2 con Flash a schermo che permette di utilizzare anche tutti gli effetti ritratto e le animoji grazie alla mappatura 3D del volto sfruttata tramite i sensori utilizzati per lo sblocco con Face ID, sblocco sicuro, rapido e funzionante anche al buio grazie all’infrarosso presente.

Sul retro troviamo una sola fotocamera con LED Flash a 4 luci, è la stessa fotocamera principale di iPhone XS e quindi 12 megapixel f/1.8 con stabilizzatore ottico, le immagini sono davvero di ottima qualità per dettaglio, colori e gestione delle luci, non manca nemmeno la nuova modalità di scatto denominata “Smart HDR”.

Come avevamo detto anche per iPhone XS anche qui troviamo il “lens flare” ovvero delle luci che riflettono sulle lenti che compongono l’obiettivo e che, soprattutto in scatti di sera, riporta diverse macchie nelle immagini, basta spostare l’inquadratura comunque per ovviare alla cosa che rimarrà in quanto non “fixabile” via software ed in quanto presente anche su cam professionali.

Cosa manca rispetto ad iPhone XS che offre due cam posteriori? Lo Zoom 2X senza perdita di dettaglio, la possibilità di effettuare scatti con modalità ritratto ad oggetti, presente invece con le persone, e diversi effetti ritratto (ce ne sono solamente tre).

I video si possono registrare fino al 4K 60 fps oppure in slow motion in HD a 240 fps ed in Full HD a 120 fps, al seguente indirizzo l’intera galleria di test scattata con il prodotto a risoluzione originale e nella recensione video a fine articolo il video di test.

 
Apple iPhone XR
Apple iPhone XR
 

Parlando di ricezione possiamo dire di non aver avuto assolutamente alcun problema sia a telefonare che a navigare, importante dire che questo è un prodotto con 4G Plus ma che non raggiunge la velocità Gigabit (raggiunta da iPhone XS invece), Apple non dichiara le potenzialità di download ed upload ma dovremmo attestarci rispettivamente su 300 in download e 150 in upload.

Non manca ovviamente l’NFC per i pagamenti con Apple Pay, il bluetooth 5.0, il GPS ed il Wi-Fi a doppia banda con tecnologia MIMO 2x2 che migliora velocità e ricezione.

L’audio è davvero al top sia nella parte telefonica che tramite il doppio speaker, volume molto alto ma soprattutto corposo e ricco di bassi.
 
Apple iPhone XR
Apple iPhone XR
 

Il software è iOS 12 con tutte le funzionalità che abbiamo imparato a vedere anche nel resto degli iPhone, questo è il vero punto di forza dei prodotti Apple in quanto l’ottimizzazione generale è al top sotto ogni aspetto e soprattutto i vari aggiornamenti vengono rilasciati allo stesso momento per tutti i modelli compatibili.

Potremmo stare qui a parlare per ore di quanto iOS è chiuso e delle possibilità offerte da Android, la verità è che nell’essenziale tutto sembra studiato a dovere, ci sono applicazioni molto utili come Airdrop che permette lo scambio di file molto grandi tramite device Apple in pochi secondi ma anche passaggi macchinosi, per esempio se volete cambiare la risoluzione di registrazione video dovrete entrare nelle impostazioni del telefono, cercare il reparto cam e personalizzare il tutto, non si può fare dall’app camera stessa.

Insomma, vale la pena acquistarlo? Senza pregiudizi si, il consiglio è quello di andarlo almeno a vedere prima di comprarlo ma in generale a nostro avviso questo è il vero iPhone del 2018 in quanto offre tantissime caratteristiche dei modelli XS, poche rinunce ma soprattutto un listino più bassi di 300/400 euro rispetto ad XS ed XS Max, tra l’altro online è anche possibile trovarlo in sconto per esempio su Amazon al seguente indirizzo.

Vi lasciamo ora alla nostra recensione video in cui vi mostriamo il prodotto in azione, non dimenticatevi come sempre di iscrivervi al nostro canale Youtube, di seguirci su Telegram ma anche su Instagram, buona visione!

Recensione Apple iPhone XR, tutto quello che gli altri non dicono



Condividi questa notizia

Resta aggiornato su Recensione Apple iPhone XR, il vero iPhone che va oltre la scheda tecnica


 
 

Commenti e Opinioni

 
 
 
 

Promozioni Consigliate

 
 
Vuoi restare aggiornato ?