Periscope e Meerkat, iniziano i divieti e primi problemi di Privacy

Periscope e Meerkat, iniziano i divieti e primi problemi di Privacy

Arrivano i primi divieti ufficiali per Periscope e Meerkat: la lega americana di hockey NHL ha bandito l'uso di queste app prima, durante e dopo le competizioni nelle arene. Il vice commissario della NHL ha bocciato le due app dopo che diversi utenti hanno diffuso in diretta lo streaming di quanto avveniva dall'interno delle arene NHL 'prima, durante e dopo' le competizioni.

 

Scritto da , il 24/04/15

Seguici su

 
 

Nelle ultime settimane stanno spopolando due nuove applicazioni per dispositivi mobili, due app che permettono di effettuare il video streaming live sui social network, ossia Periscope e Meerkat.

Meerkat è stata la prima del duo di app ad essere lanciata. Meerkat inizialmente dipendeva Twitter sul lato della condivisione sociale, prima del lancio di Periscope, un'applicazione simile per lo streaming live di video. Meerkat consente di condividere una trasmissione live su Twitter. Scaricando l'app dal proprio store, è sufficiente loggarsi a Twitter e iniziare a filmare con il proprio device; quindi, sul profilo Twitter compare in automatico il link allo streaming che i follower possono guardare, retwittarlo o rispondere all'autore. E' anche possibile programmare lo streaming. Tutto questo attraverso l'app ufficiale disponibile, al momento, solo per dispositivi iOS di Apple - una versione per Android è in sviluppo, e dovrebbe arrivare entro l'estate.

Poco tempo dopo, Twitter ha annunciato ufficialmente Periscope, che permette anche questa come la suddetta app di realizzare, condividere e trasmettere video in live streaming direttamente dal proprio smartphone. Periscope è dal 26 marzo disponibile per il download dall’App Store di Apple per dispositivi iOS. Periscope permette di realizzare uno streaming video inviando una notifica a tutti i follower, o solo ad un gruppo selezionato. Tutti gli “spettatori” che stanno guardando la diretta possono commentare in tempo reale e il video trasmesso, una volta concluso lo streaming, può anche essere cancellato, reso disponibile su Periscope per un periodo di 24 ore o salvato sul rullino foto del proprio smartphone. Durante lo streaming, tutti possono interagire con chi trasmette il video inviando commenti, domande e suggerimenti, o anche solo condividendo se la trasmissione gli piace o meno.

Ora, arrivano i primi divieti ufficiali per Periscope e Meerkat: la lega americana di hockey NHL ha bandito l'uso di queste app prima, durante e dopo le competizioni nelle arene.

Il vice commissario della NHL Bill Daly ha bocciato le due app dopo che diversi utenti di Meerkat e Periscope hanno diffuso in diretta lo streaming di quanto avveniva dall'interno delle arene NHL "prima, durante e dopo" le competizioni. "qualsiasi flusso di filmati in violazione delle linee guida della trasmissione degli eventi NHL (Broadcast Guidelines - tra cui, ad esempio, il live streaming dell'interno dell'arena a meno di 30 minuti prima dell'inizio della partita) e la politica di Media Access è espressamente proibito", ha detto nella nota la NHL.

Mentre Daly e la NHL possono legalmente reprimere le applicazioni che consentono il video streaming dal vivo, come Meerkat e Periscope, vale la pena notare che Hollywood è molto meno preoccupata del fatto che le applicazioni possono creare danni all'industria anche cinematografica. Ad esempio, la National Association of Theatre Owners, un'organizzazione commerciale che rappresenta più di 32.000 schermi cinematografici e teatrali negli Stati Uniti, proibisce ufficialmente lil ive streaming. Tuttavia, in un'intervista all'inizio di questo mese, l'associazione ha detto che non ha alcun problema con Meerkat e Periscope ancora, nonostante il flusso occasionale di clip di film di successo come Furious 7.

Qualche giorno fa è diventato un caso la nuova stagione della popolare serie tv il Trono di Spade, il cui primo episodio è stato spoilerato in streaming illegalmente da molti utenti su Periscope. Per via della violazione del copyright della serie tv, sono finiti sotto esame da parte del microblog una serie di account che rischiano ora la chiusura.

Perché la NHL è così drastica? Questione di soldi, ovviamente, derivanti dai diritti di vendita delle trasmissioni degli eventi. La NHL ha infatti un suo account ufficiale su Periscope con oltre 22mila seguaci, quindi è comprensibile che non voglia precludersi eventuali esclusive di trasmissione.


Condividi questa notizia

Resta aggiornato su Periscope e Meerkat, iniziano i divieti e primi problemi di Privacy


 
 

Commenti e Opinioni

 
 
 
 

Promozioni Consigliate

 
 
Vuoi restare aggiornato ?