Spotify testa nuova interfaccia 'di sicurezza' quando si ascolta su dispositivi bluetooth

Spotify testa nuova interfaccia 'di sicurezza' quando si ascolta su dispositivi bluetooth

Spotify testa con il 3 per cento dei propri utenti una nuova interfaccia utente minimalista che si attiva in automatico quando lo smartphone è collegato a dispositivi bluetooth.

 

Scritto da , il 18/07/18

Seguici su

 
 

Spotify, il servizio di musica in streaming con il maggior numero di utenti, sta testando una nuova interfaccia utente minimalista che si attiva in automatico quando lo smartphone è collegato a dispositivi bluetooth. Come riportato da un utente tester su Spotify Community, il test interessa solo il 3% degli utenti e va inteso come una misura di "sicurezza" per evitare distrazioni che potrebbero distogliere l'attenzione da cio' che si sta facendo in situazioni come essere alla guida.

Ecco quanto riportato da un utente che serve come tester di questa nuova modalità:

"Il nuovo aggiornamento ha incluso il test di una modalità di sicurezza in Bluetooth. È per la sicurezza delle auto come mi è stato spiegato attraverso una chat di supporto. Questa modalità non può essere disattivata e modifica l'interfaccia utente su tutte le connessioni bluetooth. Restituisce un'interfaccia utente ridotta che è semplicemente orribile. Il supporto dice che fa parte del recente aggiornamento, ma anche un test che riguarda solo il 3% degli account. Io personalmente la odio. Non uso il bluetooth solo nella mia auto e non voglio questa interfaccia durante l'uso domestico. Il fatto che sia stata introdotta senza un mezzo per disattivarla è un'enorme mancanza da parte di Spotify. Mi è stato anche detto che questo era un test per gli utenti iOS, cosa che non sono. Poi mi è stato detto che faceva parte dell'aggiornamento [per il mio device Android]. Poi mi è stato detto che è temporaneo. Poi mi è stato detto che "si spera" i problemi verranno risolti con un aggiornamento lato client... quindi, in sostanza, sono bloccato con questo per il prossimo futuro".

Di base Spotify sembra avere buone intenzioni con questa modalità 'di sicurezza', volendo mostrare nell'interfaccia utente i pulsanti essenziali per gestire la riproduzione della musica senza altri elementi che potrebbero portare a dover intergire con l'app durante, ad esempio, la guida. E' pur vero che Spotify via bluetooth non viene utilizzato solo da chi è alla guida di un veicolo, ci sono molti studenti che in tram ascoltano Spotify tramite cuffie bluetooth o persone che collegano il telefono all'impianto stereo di casa, e quindi generalizzare limitando ad ogni connessione bluetooth le funzionalità dell'app sembra essere esagerato. Come sperato dall'utente sopra, Spotify potrebbe semplicemente aggiungere una opzione nelle impostazioni dell'app per consentire agli utenti di decidere se si puo' attivare o meno in automatico la modalità semplificata quando viene rilevata una connessione bluetooth con dispositivi di ascolto esterni. Attualmente, questa modalità "sicurezza" dell'app viene attivata in automatico quando si collega lo smartphone con qualsiasi dispositivo bluetooth, che puo' essere il sistema audio in auto, l'impianto HiFi di casa, cuffie/auricolari bluetooth e in generale qualsiasi device audio wireless.

Attualmente questa modalità - di cui una anteprima si puo' vedere qui sotto - è in test solo per il 3% degli utenti di Spotify e potrebbe non essere mai ufficialmente introdotta per tutti - spesso Spotify testa delle novità che poi non introduce. Al momento non ci risultano italiani che servono come tester per questa modalità 'di sicurezza' che si attiva quando Spotify suona su dispositivi bluetooth.

 
Schermata della interfaccia 'di sicurezza' quando si ascolta su dispositivi bluetooth con Spotify
Schermata della interfaccia 'di sicurezza' quando si ascolta su dispositivi bluetooth con Spotify
 

Condividi questa notizia

Resta aggiornato su Spotify testa nuova interfaccia 'di sicurezza' quando si ascolta su dispositivi bluetooth


 
 

Commenti e Opinioni

 
 
 
 

Promozioni Consigliate

 
 
Vuoi restare aggiornato ?