WhatsApp aggiorna la sua Privacy Policy, va accettata per continuare ad usare WhatsApp dopo l' 8 Febbraio 2021

WhatsApp aggiorna la sua Privacy Policy, va accettata per continuare ad usare WhatsApp dopo l' 8 Febbraio 2021

La versione aggiornata dei Termini e dell'Informativa sulla privacy di Whatsapp fornisce ulteriori dettagli sul modo in cui vengono trattati i dati degli utenti e specifica che Whatsapp collabora con le aziende che usano Facebook o con terzi per archiviare e gestire al meglio le comunicazioni fra aziende e utenti su WhatsApp. Per continuare ad utilizzare Whatsapp dopo l'8 febbraio 2021 è obbligatorio accettare i nuovi termini.

 

Scritto da , il 07/01/21

 

Seguici su

 
 

WhatsApp, la piattaforma di messaggistica di proprietà di Facebook, ha aggiornato la propria privacy policy. I nuovi termini entreranno no in vigore l'8 febbraio 2021. Chi utilizza Whatsapp avrà notato che all'apertura dell'applicazione viene ora mostrata la finestra "Whatsapp sta aggiornando i propri termini e l'informativa sulla privacy" con elencati i principali aggiornamenti e l'invito a premere su 'Non adesso' o 'Accetto'.

Toccando 'Accetto' si accettano i nuovi termini in vigore dall'8 febbraio 2021, quindi il messaggio non verrà poi più visualizzato. Fino a questa data è possibile toccare 'Non adesso', rimandando la scelta. Dopo l'8 febbraio 2021, è obbligatorio accettare i nuovi termini per continuare ad usare WhatsApp. Non si potrà non accettare i nuovi termini e continuare ad utilizzare Whatsapp. Se si preferisce non accettare i nuovi termini è possibile eliminare il proprio account.

L'avviso, di cui si può vedere uno screenshot qui sotto, è destinato a tutti gli utenti. Alcuni potrebbero già averlo visto, altri lo vedranno alla prossima apertura dell'app.

"Il rispetto per la privacy dei nostri utenti è insito nel nostro DNA" spiega Whatsapp. "Fin da quando abbiamo creato WhatsApp, abbiamo costruito i nostri servizi tenendo a mente i principi più rigorosi in tema di rispetto della privacy. Nella versione aggiornata dei Termini di servizio e dell'Informativa sulla privacy, l'utente può trovare": 

I principali cambiamenti sono due. In primo luogo, la versione aggiornata dei Termini e dell'Informativa sulla privacy fornisce ulteriori dettagli sul modo in cui vengono trattati i dati degli utenti, compresa la base giuridica per il trattamento e l'impegno in tema di privacy dell'Azienda. In secondo luogo, viene specificato che Whatsapp collabora con le aziende che usano Facebook o con terzi per archiviare e gestire al meglio le comunicazioni fra aziende e utenti su WhatsApp.

La versione precedente dell'Informativa sulla privacy di WhatsApp risale al 25 agosto 2016.
Leggi anche:
 
Whatsapp - il messaggio che informa dei nuovi termini in vigore dal 8 febbraio 2021
Whatsapp - il messaggio che informa dei nuovi termini in vigore dal 8 febbraio 2021
 

I punti principali della nuova Informativa sulla privacy di WhatsApp

L'Informativa sulla privacy di WhatsApp completa si trova all'indirizzo www.whatsapp.com/legal/updates/privacy-policy-eea ma riportiamo qui di seguito alcuni passaggi che riteniamo importanti:

"WhatsApp riceve o raccoglie informazioni per rendere disponibili, fornire, migliorare, comprendere, personalizzare, supportare e commercializzare i propri Servizi, ivi compreso quando l'utente installa, accede o utilizza i Servizi. Il tipo di informazioni che riceviamo e raccogliamo dipende da come l'utente usa i nostri Servizi. Necessitiamo di determinate informazioni per fornire i nostri Servizi e senza di esse non saremmo in grado di fornire i Servizi all’utente. Ad esempio, è necessario fornire il proprio numero di cellulare per creare un account per usare i nostri Servizi. I nostri Servizi dispongono di funzioni facoltative che, se utilizzate dall’utente, ci richiedono di raccogliere ulteriori informazioni per poter fornire tali funzioni. L’utente riceve una notifica relativa a tale raccolta, quando necessario. Scegliendo di non fornire le informazioni necessarie per usare una funzione, l’utente non sarà in grado di usarla. Non è ad esempio possibile condividere la propria posizione con i propri contatti se l’utente non ci autorizza a raccogliere i suoi dati relativi alla posizione dal dispositivo. Le autorizzazioni possono essere gestite dal menu Impostazioni sia su dispositivi Android che sui dispositivi iOS."

"WhatsApp raccoglie informazioni specifiche sul dispositivo e sulle connessioni quando l'utente installa, accede o utilizza i nostri Servizi. Ciò comprende informazioni quali il modello di hardware, le informazioni sul sistema operativo, le informazioni sul livello della batteria, la potenza del segnale, la versione dell'app, le informazioni sul browser e sulla rete mobile, le informazioni sulle connessioni, compreso il numero di cellulare, l'operatore mobile o il provider ISP, la lingua e il fuso orario, l'indirizzo IP, le informazioni sulle operazioni dei dispositivi e identificatori (inclusi gli identificatori univoci per i prodotti delle aziende di Facebook associati allo stesso dispositivo o account)."

WhatsApp non archivia i messaggi dell'utente durante la normale prestazione dei Servizi. I messaggi dell’utente vengono invece archiviati nel suo dispositivo e non vengono solitamente archiviati sui nostri server. Una volta consegnati i messaggi, questi vengono eliminati dai nostri server. I seguenti casi descrivono circostanze in cui potremmo archiviare messaggi dell’utente durante il processo di consegna:

Se non è possibile consegnare immediatamente un messaggio (ad esempio se il destinatario è offline), lo conserveremo in forma crittografata sui nostri server fino a 30 giorni nel tentativo di consegnarlo. Se dopo 30 giorni il messaggio non è stato ancora consegnato, verrà eliminato.

Se un utente inoltra file multimediali all’interno di un messaggio, archiviamo temporaneamente tali file multimediali in forma crittografata sui nostri server per consentire di inoltrarli ulteriormente in modo più efficiente.

L'utente può usare la funzione di caricamento dei contatti e fornirci, conformemente alle leggi applicabili, i numeri di telefono dei contatti presenti nella sua rubrica, compresi quelli degli utenti dei nostri Servizi e degli altri contatti. Se qualcuno dei contatti dell’utente non usa ancora i nostri Servizi, gestiremo queste informazioni per l’utente in modo da garantire che tali contatti non possano essere identificati da noi. Maggiori informazioni sulla funzione di caricamento dei contatti sono disponibili qui. L’utente può creare, partecipare o essere aggiunto a un gruppo o a una lista broadcast, e tali gruppi e liste vengono associati alle informazioni sull'account dell’utente. L'utente assegna un nome ai propri gruppi. L'utente può fornire una descrizione o un'immagine del profilo per i gruppi.

Dati sulle transazioni e i pagamenti. Se l'utente utilizza i nostri servizi di pagamento oppure i nostri Servizi per gli acquisti o altre transazioni finanziarie, trattiamo ulteriori informazioni dell’utente, incluse le informazioni relative all’account di pagamento e alle transazioni. Le informazioni relative all'account di pagamento e alle transazioni includono le informazioni necessarie per completare la transazione (ad esempio, informazioni sul metodo di pagamento, dettagli sulla spedizione e importo della transazione). Se l'utente si avvale dei nostri servizi di pagamento disponibili nel Paese o nel territorio in cui risiede, le nostre prassi sulla privacy sono descritte nell’informativa sulla privacy relativa ai pagamenti applicabile.

Informazioni sulla posizione. Raccogliamo e usiamo precise informazioni sulla posizione dal dispositivo con l'autorizzazione dell'utente quando l'utente sceglie di usare funzioni relative alla posizione, come quando decide di condividere la propria posizione con i contatti o visualizzare le posizioni vicine o le posizioni che altri condividono con l'utente. Alcune impostazioni delle informazioni relative alla posizione si trovano nelle impostazioni del dispositivo o nelle impostazioni in-app, come la condivisione della posizione. Anche se l'utente non utilizza le funzioni relative alla posizione, utilizziamo gli indirizzi IP e altre informazioni, come i prefissi telefonici, per stimare la posizione generale dell'utente (ad es. città e Paese). Utilizziamo inoltre le informazioni relative alla posizione dell'utente per scopi di diagnostica e risoluzione dei problemi.

Collaborazione con le altre aziende di Facebook
In quanto parte delle aziende di Facebook, WhatsApp riceve informazioni da, e condivide informazioni con, le altre aziende di Facebook per assicurare protezione, sicurezza e integrità nei prodotti delle aziende di Facebook, ad es. contrastando spam, minacce, abusi o violazioni. WhatsApp collabora e condivide inoltre informazioni con le altre aziende di Facebook che agiscono per nostro conto per rendere disponibili, fornire, migliorare, capire, personalizzare, supportare, e commercializzare i nostri Servizi. Ciò include la fornitura di infrastrutture, tecnologia e sistemi, ad es. per fornire messaggistica rapida e affidabile e chiamate in tutto il mondo, migliorare l'infrastruttura e i sistemi di consegna, comprendere come vengono usati i nostri Servizi, aiutarci a fornire all'utente un modo per connettersi con le attività commerciali, e proteggere i sistemi. Quando riceviamo servizi dalle aziende di Facebook, le informazioni che condividiamo con loro vengono utilizzate per conto di WhatsApp e in conformità alle nostre istruzioni. Qualsiasi informazione che WhatsApp condivide su questa base non può essere usata dalle aziende di Facebook per finalità loro proprie. 

Fornitori di servizi terzi. Collaboriamo con fornitori di servizi terzi e con altre aziende di Facebook per rendere disponibili, fornire, migliorare, capire, personalizzare, supportare, e commercializzare i nostri Servizi. Ad esempio, lavoriamo con loro per distribuire le nostre applicazioni, fornire la nostra infrastruttura tecnica e fisica, servizi di consegna e altri sistemi, supporto ingegneristico, supporto per la sicurezza informatica e supporto operativo; fornire informazioni relative a posizione, mappe e luoghi; elaborare i pagamenti; aiutarci a comprendere la modalità di utilizzo dei nostri Servizi da parte degli utenti; pubblicizzare i nostri Servizi; aiutare gli utenti a stabilire connessioni con le attività commerciali attraverso i nostri Servizi, condurre sondaggi e ricerche per noi; assicurare protezione, sicurezza e integrità; e aiutarci con l'assistenza clienti. In alcune circostanze, queste aziende possono fornirci informazioni sull'utente; ad esempio, gli app store possono fornirci report per la diagnostica e la risoluzione di problemi tecnici.

WhatsApp consente l'utilizzo dei Servizi di WhatsApp insieme a servizi di terzi e ai prodotti delle aziende di Facebook. Se si utilizzano i nostri Servizi insieme a servizi di terzi o prodotti delle aziende di Facebook, potremmo ricevere informazioni sull'utente da tali servizi, ad esempio, in caso di utilizzo del pulsante di condivisione di WhatsApp in un servizio di notizie per condividere un articolo con i contatti, i gruppi o le liste broadcast di WhatsApp nei nostri Servizi oppure in caso di accesso ai nostri Servizi usando la promozione degli stessi dell'operatore di telefonia mobile o del fornitore del dispositivo. L'utente dovrebbe tenere presente che, utilizzando servizi di terzi o prodotti delle aziende di Facebook, accetta i termini e le informative sulla privacy che regolano l'utilizzo di tali servizi e prodotti.
Leggi anche:

Condividi questa notizia

Ultime notizie

 
 

Notizie per Categoria