Yahoo grazie a Firefox aumenta le ricerche, Google in calo

Yahoo grazie a Firefox aumenta le ricerche, Google in calo

L'accordo tra Yahoo e Mozilla sembra aver invertito in pochi mesi anni di tempi duri in cui Yahoo ha cercato di recuperare terreno dal concorrente Google: le ricerche di Yahoo negli Stati Uniti sono aumentate dall'8,6 per cento a metà novembre 2014 al 10,9 per cento due mesi dopo, secondo i dati StatCounter.

 

Scritto da , il 02/02/15

Seguici su

 
 

L'accordo tra Yahoo e Mozilla sembra aver invertito in pochi mesi anni di tempi duri in cui Yahoo ha cercato di recuperare terreno dal concorrente Google quando si tratta di utilizzo del loro motore di ricerca.

Secondo l'accordo siglato tra Yahoo e Mozilla a fine 2014, gli utenti di Firefox negli Stati Uniti vedono per impostazione predefinita i risultati della ricerca di Yahoo, invece dei risultati di Google a meno che non espressamente cambino la preferenza del motore di ricerca principale nelle impostazioni del browser. A causa di ciò, le ricerche di Yahoo negli Stati Uniti sono aumentate dall'8,6 per cento a metà novembre, quando l'affare è stato annunciato, al 10,9 per cento, due mesi dopo, secondo la società di ricerca StatCounter.

Tale quota è la più alta che Yahoo abbia mai registrato negli ultimi cinque anni, secondo StatCounter. Google, nel frattempo, è scesa dal 77,3 per cento al 74,8 per cento nel periodo dei due mesi, e il motore di ricerca di Microsoft Bing è leggermente aumentato dal 12,1 per cento al 12,4 per cento.

"Alcuni analisti si aspettavano che Yahoo calasse nel mese di gennaio dopo che gli utenti di Firefox cambiassero dal motore di ricerca Yahoo a Google. Infatti, Yahoo ha aumentato la quota di mezzo punto percentuale, rispetto a dicembre", ha detto Chief Executive StatCounter Aodhan Cullen in un comunicato.

E' una buona notizia per Yahoo, che ha lottato duramente per reclamare la sua gloria passata su Internet. Il mercato della ricerca sul web è una parte fondamentale della vita quotidiana e del business di Internet, e più di un decennio fa Yahoo era a capo dell'industria. Il CEO Marissa Mayer, che anni fa ha curato l'attività di ricerca di Google, è l'ultimo amministratore delegato ad aver prso l'impegno di cambiare la strategia di Yahoo al fine di risollevare un marchio che stava rischiando di navigare in cattive acque.

Con più di 100 miliardi di ricerche online che ogni anno vengono fatte solo attraverso Firefox, anche un piccolo aumento di mezzo punto percentuale significa molto. Questo perché i motori di ricerca ricavano gran parte dei loro guadagni dagli annunci pubblicitari che vengono mostrati tra i risultati delle ricerche, e può essere un business molto redditizio se ben gestito. Yahoo vuole che le entrate e il profitto dal suo motore di ricerca aumentino, e per fare questo serve attirare un maggior numero di investitori, e per fare questo servono molti utenti che effettuano ricerche su Yahoo Search.

Mozilla e Yahoo non hanno mai rivelato nel dettaglio i termini del loro accordo, ma non si può pensare che sia stato a buon mercato. Nel 2012, Google ha pagato Mozilla circa il 90 per cento dei suoi 302 milioni di dollari di entrate per rendere il suo motore di ricerca quello predefinito. Questo è stato un accordo globale, però, mentre quello con Yahoo riguarda solo gli Stati Uniti.

StatCounter raccoglie i dati da una rete di 3 milioni di siti Web che hanno installato il suo software di analisi.

Firefox sceglie Yahoo, Google perde mercato

Mentre la posizione dominante di Google nella ricerca sul web in Europa rimane incrollabile, è una storia diversa negli Stati Uniti: gli utenti Firefox hanno contribuito a far crescere la quota del motore di ricerca di Yahoo, apparentemente a spese di Google.

Secondo i dati diffusi dalla società di ricerca americana StatCounter, la quota di Google nel mercato della ricerca statunitense nel mese di dicembre 2014 è calata al 75,2 per cento dal 77,3 per cento nel mese di novembre - la più bassa percentuale dal 2008. Allo stesso tempo, la quota di Yahoo è salita al 10,6 per cento dall'8,6 per cento di novembre, mentre Bing è rimasto quasi sullo stesso piano, salendo fino al 12,5 per cento dal 12,1 per cento.

La società di analisi non ha espresso alcuna teoria sul calo della quota di Google, ma ha osservato che il cambiamento ha coinciso con il periodo in cui si è concluso l'affare di Mozilla con Yahoo nel mese di novembre, quando cioè il motore di ricerca di Yahoo è divenuto il motore di ricerca predefinito nel browser Firefox negli Stati Uniti in sostituzione a quello di Google.

Aodhan Cullen, CEO di StatCounter, ha detto che la mossa di Mozilla e Yahoo "ha avuto un impatto decisivo sulla ricerca sul web negli Stati Uniti". Resta da vedere, ha aggiunto, se gli utenti di Firefox potranno tornare a Google in futuro. Le attuali versioni di Firefox consentono agli utenti di scegliere il provider di ricerca preferito da un certo numero di aziende tra cui Bing, Google, DuckDuckGo, e Yahoo, ma è quest'ultimo quello predefinito.

ComScore, altra società americana dche studia il mercato, lo scorso ottobre - in vista dello switch di Google con Yahoo in Firefox - aveva previsto che la quota di Google nel mercato della ricerca statunitense sarebbe diminuita. Ad ottobre, la quota di Google era al 67 per cento, con Microsoft al 19,4 per cento, e Yahoo al 10 per cento. Secondo StatCounter, gli utenti di Firefox rappresentavano a dicembre poco più del 12 per cento.

La società di analisi ha segnalato nel mese di dicembre che il rilascio di Firefox 34, la prima versione con Yahoo come motore di ricerca predefinito, ha spinto l'utilizzo di Yahoo al 30 per cento, rispetto al 9,6 per cento in Firefox 33.

Google deve prepararsi ad avere problemi anche sul mobile, dove detiene poco meno del 90 per cento del mercato statunitense oggi. Tuttavia, secondo un rapporto della fine dello scorso anno, Microsoft e Yahoo sono entrambi in lizza per sostituire Google come provider di ricerca predefinito in Safari sui device iOS.

Mozilla per Firefox sceglie Yahoo, lascia Google

Mozilla ha abbandonato Google per Yahoo come motore di ricerca predefinito nel suo popolare browser web Firefox. La modifica prima influenzerà gli utenti di Firefox negli Stati Uniti a partire dal dicembre, quando scadrà l'accordo siglato cinque anni tra i giganti tecnologici Google e Mozilla.

Gli utenti al di fuori degli Stati Uniti riceveranno l'aggiornamento che renderà Yahoo il motore di ricerca predefinito in Firefox all'inizio del prossimo anno. Per l'occasione, Yahoo Search per Firefox sarà migliorato e la grafica verrà aggiornata, sarà più 'pulita'. Naturalmente, gli utenti saranno ancora in grado di scegliere Google, Bing, o DuckDuck Go come motore di ricerca principale, basta andare nelle impostazioni ed effettuare la modifica.

Il matrimonio tra Yahoo e Mozilla non influenzerà gli utenti di Firefox in Cina e in Russia. In Cina gli utenti continueranno ad avere Baidu come opzione di default, mentre in Russia Mozilla ha accordi speciali con Yandex Search.

"Sono entusiasta di annunciare che siamo entrati in una partnership di cinque anni con Mozilla per rendere Yahoo l'esperienza di ricerca di default su Firefox per mobile e desktop", ha detto l'amministratore delegato di Yahoo Marissa Mayer in un post sul blog della sua azienda. "Questa è la collaborazione più importante per Yahoo nei prossimi cinque anni".

Con milioni di utenti che eseguono circa 100 miliardi di ricerche ogni anno, Firefox è una delle principali fonti del traffico di ricerca di Google. Alcune di queste ricerche producono visualizzazioni agli annunci pubblicitari che vengono mostrati nei risultati delle ricerche, e Mozilla è stata finanziata principalmente da una parte di tali entrate grazie all'accordo stretto con Google. Nel 2012, l'anno più recente per il quale sono disponibili i dati, le entrate provenienti dalle ricerche effettuate dagli utenti in Google erano pari a 311 milioni di dollari.

Obiettivo di Yahoo è di recuperare la sua perduta importanza nel settore della ricerca sul Web. "In Yahoo, crediamo profondamente nella ricerca", scrive la Mayer. "È una zona di investimento e di opportunità per noi ed è anche una zona di crescita fondamentale per noi", e riguardo alla nuova partnership dice che "permette di espandere la nostra portata nella ricerca e ci dà l'opportunità di lavorare ancora più a stretto contatto con Mozilla per trovare il modo di innovare nelle ricerca, comunicazione e contenuti digitali."

Negoziare con Yahoo era più semplice che con Google, ha detto il presidente di Mozilla Mitchell Baker. Google compete direttamente per cercare di attirare gli utenti al proprio browser Chrome.


Condividi questa notizia

Resta aggiornato su Yahoo grazie a Firefox aumenta le ricerche, Google in calo


 
 

Commenti e Opinioni

 
 
 
 

Promozioni Consigliate

 
 
Vuoi restare aggiornato ?