Chrome Apps: termina supporto e utilizzo su Windows, Mac e Linux

Chrome Apps: termina supporto e utilizzo su Windows, Mac e Linux

Google ha annunciato l'eliminazione graduale del supporto per le applicazioni Chrome su Windows, Mac e Linux, tranne che per Chrome OS, entro il 2018.

 

Scritto da , il 22/08/16

Seguici su

 
 

Google ha annunciato l'intenzione di eliminare gradualmente il supporto per le applicazioni Chrome su ogni piattaforma, tranne che per la sua Chrome OS, quelle applicazioni che servono per avere funzioni aggiuntiva nel browser Chrome.

A partire da entro la fine dell'anno 2016, le nuove applicazioni per Chrome saranno disponibili solo per gli utenti con un dispositivo alimentato da Chrome OS e non saranno accessibili su Windows, Mac e Linux. Per quanto riguarda le applicazioni esistenti, queste rimarranno disponibili e potranno ancora essere aggiornate.

A partire da un certo punto nella seconda metà del 2017, il Chrome Web Store non sarà più accessibile dal browser Chrome, quindi non si potranno piu' scaricare applicazioni comprese quelle esistenti sui sistemi operativi Windows, Mac e Linux. Sempre su questi sistemi, a partire dal 2018 non funzioneranno piu' le applicazioni Chrome comprese quelle gia' installate.

Google ha precisato che il cambiamento non riguarderà le estensioni e i temi per Chrome, a cui verrà data maggiore importanza in quello che sarà il nuovo Chrome Web Store.

Il perchè di questa decisione si puo' immaginare, ma Google in via ufficiale lo ha comunicato: solo una piccolissima percentuale di utenti che usano il browser utilizzano attivamente le applicazioni per Chrome.

Esistono due tipi di app: le app 'packaged' che funzionano come normali siti web (ad esempio, Gmail o Google Calendar) e app che funzionano come programmi software sul desktop, basandosi su certe caratteristiche di Chrome (ad esempio, Google Keep).

"Oggi, circa l'1 per cento degli utenti su Windows, Mac e Linux attivamente utilizzano le app Chrome 'packaged' e molte applicazioni sono già implementate come applicazioni sui siti web [chiamate web apps]" spiega Google.

La società con sede a Mountain View ha spiegato che i progressi del 'web aperto' non rendono piu' necessarie le applicazioni per Chrome, in quanto un sito web puo' ora 'comunicare' con il dispositivo senza fare affidamento a programmi o estensioni. "Per un po' ci sono state alcune esperienze che sul web non si potevano offrire, come strumenti di lavoro, l'invio di notifiche, e collegarsi ad un componente hardware". Secondo Google, adesso queste cose (e altre ancora) si possono fare direttamente via web, non rendendo necessario installare un software sul computer.

Sul suo blog, il colosso della ricerca sul web ha tenuto a precisare che la dismissione delle attuali app avverrà comunque in modo graduale, così gli sviluppatori potranno avere il tempo necessario per convertire le loro app Chrome in web apps. Agli sviluppatori che non possono spostare completamente le loro applicazioni sul web Google dice che "possono aiutarci a dare la priorità a nuove API per contribuire a colmare i vuoti lasciati dalle applicazioni Chrome".

Le applicazioni Chrome continueranno ad esistere e gli sviluppatori potranno continuare a crearne di nuove per la piattaforma Chrome OS, che Google ritiene svolgere un "ruolo fondamentale". Per chi non ne fosse a conoscenza, Chrome OS è la piattaforma usata dai Chromebook e altri dispositivi a basso costo, è sviluppata da Google e in essa non si possono installare le tradizionali applicazioni che si possono trovare su altre piattaforme.


Condividi questa notizia

Resta aggiornato su Chrome Apps: termina supporto e utilizzo su Windows, Mac e Linux


 
 

Commenti e Opinioni

 
 
 
 

Promozioni Consigliate

 
 
Vuoi restare aggiornato ?