A Huawei Connect 2022 promossa la transizione smart e green dell'Europa, anche alla luce dell'avvento del 5.5G

A Huawei Connect 2022 promossa la transizione smart e green dell'Europa, anche alla luce dell'avvento del 5.5G

L'azienda cinese ha previsto investimenti crescenti per la formazione di 500.000 talenti ICT in Europa, dando il via anche all'ICT Competition 2022-2023 per l'Europa occidentale.

 

Scritto da il 20/10/22 | Pubblicato in Huawei Connect | Huawei | | Archivio 2022

Seguici su

 
 

Si è conclusa a Parigi la terza tappa della serie di appuntamenti globali legati a Huawei Connect 2022, una due-giorni tenutasi il 17 e 18 ottobre scorsi. L’edizione di quest'anno, dal tema ‘Unleash Digital’, ha visto il coinvolgimento di leader, esperti e partner di un settore ICT sempre più attento a uno sviluppo sostenibile per esplorare insieme come meglio favorire la produttività grazie all’innovazione tecnologica, promuovere la transizione dell'Europa verso il digitale e la sostenibilità e costruire ecosistemi digitali più solidi e resilienti.

Nel suo intervento d’apertura, Ken Hu, Rotating Chairman di Huawei, ha delineato tre modalità con cui l'ecosistema ICT può contribuire a superare le barriere comuni nel processo di trasformazione digitale: potenziamento dell’infrastruttura digitale, supporto alle aziende e creazione di ecosistemi digitali locali. Hu ha inoltre sottolineato quanto siano importanti le competenze digitali e lo sviluppo dell’ecosistema per la trasformazione digitale dell'Europa, ricordando la fondazione da parte della sua azienda di ‘Innovation and Experience Center’ e ‘OpenLab’ in città come Monaco e Parigi. Sul fronte della sostenibilità, Hu ha illustrato come l'azienda cinese si è impegnata nel combinare la tecnologia digitale con l'elettronica di potenza per aiutare i clienti in ogni settore a ridurre la loro impronta di carbonio e raggiungere gli ambiziosi obiettivi del Green Deal europeo. Dal 2021, Huawei ha permesso ai suoi clienti e partner di generare più di 84 miliardi di kilowatt di energia pulita in Europa, riducendo così le emissioni di CO2 di quasi 24 milioni di tonnellate.

Al termine della prima giornata dell'evento, si è svolta la quinta edizione della DigitALL Night, con l'obiettivo di diffondere la cultura digitale tra i giovani, stimolare discussioni sulle potenzialità e le implicazioni dell’innovazione tecnologica, incoraggiare la nascita di nuove idee ed esplorare le modalità attraverso cui sviluppare il talento digitale in Europa. In questa occasione, Lesley White, Deputy VP of Huawei Western European Region, Human Resource Department, ha delineato la strategia dell'azienda cinese che prevede anche l'assunzione di 2.000 nuovi talenti in Europa nei prossimi tre anni. Inoltre, dal 2022 al 2026, l'azienda prevede di investire 150 milioni di dollari nello sviluppo dei talenti a livello globale, formando 500.000 talenti ICT solo in Europa.

White ha annunciato anche la nuova ICT Competition 2022-2023 Western Europe, rivolta ad oltre 150.000 studenti invitati a sfidarsi in quattro aree: Rete, Cloud, Informatica e Innovazione. Questa competizione va ad affiancare le altre iniziative promosse da Huawei - come Seeds for the Future, ICT Academy, Huawei Student Developer e il Graduate Cultivation Program - per lo sviluppo dei talenti digitali in Europa, attraverso borse di studio, concorsi tecnologici e formazione sulle competenze digitali. Complessivamente, dal 2011, l'azienda ha offerto formazione ICT a oltre 4.000 persone in 12 Paesi europei.

Nella seconda giornata dell'evento, sono state presentate soluzioni infrastrutturali per supportare ogni tipo di industria nel fronteggiare le sfide più recenti legate alla digitalizzazione. In particolare, David Wang, Executive Director of Huawei's Board and Chairman of ICT Infrastructure Managing Board, ha sottolineato il ruolo chiave del 5.5G, ritenendo che "nei prossimi anni la nostra quotidianità sarà permeata ovunque e in ogni momento da un’esperienza a 10 Gbit/s, da una programmazione computing di elevata qualità, da reti L4 autonome, da servizi Cloud Native 2.0 per le imprese e da un'efficacia di calcolo, di storage e di efficienza energetica dell'infrastruttura dieci volte superiori".

Tra le novità presentate dall’azienda, le soluzioni Intelligent Cloud-Network (tra cui CloudCampus, CloudFabric e CloudWAN), l'Access Point che supporta lo standard Wi-Fi 7 AirEngine 8771-X1T, lo switch 400G core campus di nuova generazione CloudEngine S16700 e il router di aggregazione a servizio universale NetEngine 8000 M4.  

Maggiori informazioni sulla tappa di Parigi di Huawei Connect si possono trovare all'indirizzo web www.huawei.com/en/events/huaweiconnect/paris/ oppure si possono (ri)vedere i keynote in versione integrale nei player qui sotto. 

Huawei Connect 2022 - Parigi: Keynote Giorno 1


Huawei Connect 2022 - Parigi: Keynote Giorno 2


Huawei Connect 2022 - Parigi: DigitALL Night