Rai Cinema ospita mostra su NFT e Cinema nel Metaverso

Rai Cinema ospita mostra su NFT e Cinema nel Metaverso

Disponibile nel metaverso una mostra digitale che tra aste, offerte, mostre e lanci mostrare le diverse forme di relazione tra il mondo del cinema e gli NFT.

 

Scritto da il 02/11/22 | Pubblicato in metaverso | Rai Cinema | | Archivio 2022

Seguici su

 
 

Rai Cinema nel proprio spazio nel metaverso The Nemesis - gratuito e accessibile da pc o smartphone - permette di scoprire ed esplorare la versione digitale della mostra su token non fungibili (NFT) e cinema nel mondo del metaverso intitolata “NFT Cinema. Digital Storytelling e Metaverso”, una produzione Cinecittà per RomeVideoGameLab in collaborazione con Rai Cinema e ANICA - Unione Editori e Creators Digitali, a cura di Simone Arcagni e Mattia Nicoletti, ospitata in versione fisica a Cinecittà dal 3 al 6 novembre 2022. 

Questa mostra, nata per testimoniare come il digitale e il metaverso "debbano essere pensati come una opportunità ulteriore della produzione cinematografica", propone un percorso tra aste, offerte, mostre e lanci per mostrare le diverse forme di relazione tra il mondo del cinema e gli NFT. Si tratta di un percorso storico e critico che seleziona alcuni casi indicativi e specifici di questo rapporto mettendo in evidenza i diversi approcci, le pratiche e le modalità. Frutto di una ricerca più ampia, questa mostra intende interrogare queste tecnologie mettendo in evidenza i processi e i possibili impatti, concentrandosi sul mondo della produzione cinematografica. 

All'interno dello spazio digitale, è possibile provare un’esperienza diversa delle esposizioni, passeggiando con il proprio avatar tra un'opera e l'altra.

 
anteprima della mostra nel metaverso
anteprima della mostra nel metaverso
 

Tra gli NFT in mostra anche il primo NFT di Rai Cinema ‘RaiCinema2500Pics’ realizzato da Brivido&Sganascia, un collage di 2.500 foto dei red carpet dei Festival più importanti del mondo e prodotto in collaborazione con Consensys, partner tecnologico di The Nemesis.

 
RaiCinema2500Pics
RaiCinema2500Pics
 

"Il nostro primo NFT presentato in occasione del lancio del Metaverso di Rai Cinema è un ulteriore tassello del nostro percorso di posizionamento sui temi dell’innovazione e di costruzione di una cultura digitale nel campo dell’audiovisivo." ha dichiarato Paolo Del Brocco, Amministratore Delegato di Rai Cinema, "Oltre al ruolo principale di affiancare e promuovere la produzione cinematografica, Rai Cinema ha il compito di garantire un presidio culturale italiano dei media innovativi, sostenere ed alimentare i nuovi linguaggi e storytelling digitali con l’obiettivo di avvicinare nuovi pubblici alla cultura cinematografica". 

"Dopo il clamore suscitato dagli NFT per alcune valutazioni eccezionali che hanno sconvolto il mondo dell’arte (il caso Beeple tra tutti), è giunto il momento di una più serena esplorazione delle possibilità e degli impatti di questo sistema economico nato nei mondi digitali. " ha commentato Francesco Rutelli, Presidente ANICA, "Parliamo di possibilità e di impatti che, sempre meno timidamente, investono anche il mondo del cinema, in particolare i settori della comunicazione e del marketing. Ma non mancano esempi virtuosi di opere prodotte direttamente come NFT, oppure operazioni di crowdfunding e altri modelli produttivi. E persino il mondo della sala manda segnali di interesse, come nel caso del circuito UCI Cinema che si serve degli NFT per attrarre e fidelizzare il pubblico che sceglie la magia della sala."

"Gli NFT rappresentano a oggi uno dei valichi preferenziali per entrare nel mondo del Metaverso di cui stiamo assistendo ai primi (quanto significativi) passi. Ed è quindi emblematico e, direi anche naturale, che una mostra sugli NFT preveda una sua espansione nel mondo del Metaverso." commenta Manuela Cacciamani, Presidente della Unione editori e creators digitali, " In questo caso lo spazio di Rai Cinema all’interno di The Nemesis predisposto in modo da allestire una vera e propria mostra “phygital”. Ma oltre alle evidenti possibilità creative e narrative che un nuovo territorio inaugura, va anche considerato come questo fatto rivoluzionario porti con sé anche la possibile esplorazione di nuovi pubblici e la necessità di formare nuove maestranze che devono vivere in piena contiguità con il mondo del cinema e in generale dell’audiovisivo."

L'esperienza è accessibile dall'indirizzo thenemesis.io/@raicinema