Ok Google presto anche Offline su Android e iOS

Ok Google presto anche Offline su Android e iOS

Nella versione v4.8 dell'app Google per Android diverse novita', tra cui nuove icone, mappe offline, Google Cast, comandi vocali per la regolazione della luminosità e del volume, e il supporto per il comando "OK, Google" non in linea.

 

Scritto da , il 29/06/15

Seguici su

 
 

Google non ha ufficialmente rilasciato la versione v4.8 della sua app Google ma un nuovo APK è stato avvistato e analizzato dai ragazzi di Android Police. L'applicazione è stata aggiornata Venerdì scorso, ma la versione ufficiale non è stata ancora pubblicata su Google Play.

Una attenta analisi del codice del filme APK ci dà però un'idea delle nuove funzionalità introdotte e di alcuni cambiamenti, tra cui nuove icone, mappe offline, Google Cast, comandi vocali per la regolazione della luminosità e del volume, e il supporto per il comando "OK, Google" non in linea.

Andando con ordine, tra le novità del nuovo APK c'è una nuova icona per YouTube che potrebbe anticipare ulteriori modifiche imminenti. Una nuova icona con rappresentato un termometro potrebbe invece riguardare qualcosa legata alle previsioni meteo. Presente anche l'icona 'attach_money' che potrebbe essere per le transazioni di denaro.

Per quanto riguarda la modalità offline del comando "OK, Google", è facile prevedere che ci saranno diverse limitazioni, dal momento che molte cose che vengono chieste di fare all'assistente vocale attraverso il comando necessitano di una connessione ad internet per trovare un riscontro. Una stringa 'suggerimenti vocali Offline' è stata avvistata nel file APK, con l'aggiunta di questi elementi: 'Accendere WiFi', 'riprodurre musica', 'Invia un mesaggio di testo', ed 'effettuare una chiamata'. A parte delle limitazioni, quindi, possiamo aspettarci che sarà possibile attivare "OK, Google" per controllare la riproduzione dei brani musicali, fare una telefonata, attivare o disattivare il modulo WiFi o scrivere un messaggio.

Il nuovo APK ha svelato anche l'imminente possibilità di scaricare mappe locali sulla base dell'attività di un utente. L'icona di Google Maps è stata aggiunta all'applicazione e tra le righe di codice sono state trovate le stringhe: local_restaurant, local_movies, local_attraction e local_gas_station.

Il nuovo APK include anche righe di codice per Google Cast, ossia l'integrazione dei comandi per sfruttare i dispositivi Android TV o Chromecast presenti nella stessa rete domestica.

Nel nuovo APK ci sono anche dei riferimenti al volume e alla luminosità dello schermo, quindi si può immaginare che queste due caratteristiche si potranno gestire con dei comandi vocali. 

Non rimane che attendere il rilascio ufficiale della nuova versione v4.8 dell'app Google nel Play Store per provare le novità di cui sopra.

Android, arriva integrazione dei comandi vocali 'Ok Google'

Google sta dando ai proprietari di smartphone Android il potere di aprire e ricercare nelle applicazioni utilizzando i comandi vocali.

Il gigante di Internet ha introdotto una nuova funzionalità che consente agli utenti di impartire comandi vocali come "Okay Google, ascoltare NPR" o, "Va bene, Google mostra le attrazioni vicino a me su TripAdvisor".

Google aprirà l'applicazione giusta e condurrà l'utente nella sezione specifica dell'app per aiutare ad accedere nel modo più veloce possibile all'azione desiderata.

Per utilizzare i nuovi comandi vocali, compatibili con le app di terze parti, è necessaria una connessione a Internet attiva. In modalità offline al momento non funziona.

Senza aggiornamento, per domande come quelle suddette, l'utente verrebbe rimandato al sito web mobile di NPR o di TripAdvisor e dato loro un link per scaricare l'app specifica del servizio.

Google ha detto che sta attualmente rendendo disponibile la nuova funzione dedicata alle 'azioni vocali personalizzate' ad un piccolo gruppo di utenti che faranno da tester nelle prossime settimane, ma prevede di distribuire la novità a più utentu in un prossimo futuro. Tra quanto tempo è difficile dirlo, bisognerà vedere come andranno i test.

La società ha chiesto agli sviluppatori di app Android di fornire idee su altre azioni vocali che possono funzionare con la tecnologia di riconoscimento vocale di Google.

Su iPhone, gli utenti possono aprire le app mediante comando vocale via Siri, anche se la ricerca attraverso queste applicazioni è limitata e generalmente Siri visualizza le informazioni che trova sul Web.

Ecco un elenco di azioni vocali che possono già usare gli utenti che fanno parte del gruppo di tester, come riportato dal Wall Street Journal via il blog di Android Police:

Flixster: “Show me Inception on Flixster.”
Instacart: “Show instacart availability.”
Lincoln: “Start my Lincoln MKZ.”
NPR One: “Listen to NPR.”
Realtor.com: “Show rentals near me on Realtor.”
Shazam: “Shazam this song.”
TripAdvisor: “Show attractions near me on TripAdvisor.”
Trulia: “Show homes for sale in Boston on Trulia.”
TuneIn Radio: “Open TuneIn in car mode.”
Walmart WMT +0.70%: “Scan my receipt on Walmart.”
Wink: “Activate home mode on Wink.”
Zillow: “Show me open houses nearby on Zillow.”

Samsung Galaxy S6, ripristinato il comando 'OK Google'

Dicendo "OK Google" da qualsiasi schermata dei nuovi Samsung Galaxy S6 e Samsung Galaxy S6 Edge si attiverà la Ricerca di Google dopo il problema di incompatibilità che per alcune settimane ha impedito ai possessori dei suddetti smartphone di pronunciare la frase per attivare i comandi vocali di Google, che era a conoscenza del problema. Come si risolve?.

Per risolvere, almeno in parte il problema, si dovrà installare un aggiornamento software inviato da Google. Mentre la maggior parte degli utenti ha pensato che la scomparsa della funzione fosse stato un atto intenzionale da parte di Samsung, si è scoperto che il problema era in realtà legato ad una incompatibilità tra Google Search e Samsung S Voice.

Un Community Manager sul Forum di supporto di Google ha dato l'annuncio che una correzione sarà presto disponibile per gli utenti. Tuttavia ci saranno alcuni effetti 'collaterali'. L'attivazione della funzione "OK Google" limiterà la capacità di S Voice di attivarsi tramite il suo comando vocale, ma solo quando lo schermo è spento. Naturalmente, se si disattiva la funzione "OK Google", si può quindi tornare ad usare S Voice.

Il Fix di Google sarà disponibile per coloro che hanno la versione di Google Search 4.5 o superiore installata sul proprio cellulare.

Una volta installato il nuovo GSA, quindi, gli utenti dovranno scegliere: utilizzare Google Search o Voice S? La scelta è interamente vostra.

"Ora, siamo felici di condividere che la funzione 'OK Google da qualsiasi schermata è stata fissata per i dispositivi S6 e S6 Edge su Google Search App (GSA), e la correzione è [in distribuzione] a rotazione per gli utenti. Per garantire che questa caratteristica sarà a vostra disposizione presto, assicuratevi di avere in esecuzione la versione più aggiornata di GSA (4.5+). Si prega di notare che "Ok Google" da qualsiasi schermata sarà disponibile, ma rimarranno dei problemi di compatibilità, il che significa che attivando la funzione di limiterà la disponibilità di S-voce solo quando lo schermo è spento. Gli utenti che preferiscono evitare questo possono disattivare "Ok Google" da qualsiasi schermata."-. AJ, Community Manager, del Forum di Supporto Google.

Leggi anche:
Leggi anche: Ok Google: elenco completo dei Comandi Vocali in italiano

OK Google su iOS analizza ora i contenuti del browser

Google ha messo a punto un nuovo aggiornamento per la sua applicazione iOS, che aggiorna l'esperienza d'uso del comando vocale 'Ok Google'. In particolare, ora l'applicazione è in grado di analizzare ciò che è stato caricato all'interno del browser quando risponde alle domande che l'utente pone al comando 'Ok, Goole'.

Per fare un esempio, se stiamo leggendo un articolo su Obama sul Wall Street Journal online e chiediamo "Ok Google, quando è diventato presidente?" non c'è bisogno di specificare il soggetto, nel caso dell'esempio Obama, in quanto l'assistente digitale capisce da solo ed è quindi in grado di dare la risposta corretta - o almeno è quello che si spera faccia.

Altro esempio pratico: se stiamo leggendo un articolo su determinato luogo, come ad esempio Gardaland, si può chiedere "Ok Google, come posso raggiungere questo posto?" e l'assistente sarà quindi in grado di fornire le indicazioni di come arrivare in auto o con altri mezzi.

L'ultima versione disponibile di Google per iOS ha altre novità, come la restituzione di risultati più dettagliati nel caso di ricerche locali e consente di copiare-incollare da informazioni testuali da qualsiasi applicazione.

La nuova versione 7.0 di Google app per iOS è già disponibile su App Store. Richiede iOS 7.0 o versioni successive. Compatibile con iPhone, iPad e iPod touch. Questa app è ottimizzata per iPhone 5, iPhone 6 e iPhone 6 Plus.

Novità nella versione 7.0 di Google per iOS:

• Risultati della ricerca locale più dettagliati
• Copia e incolla da qualsiasi punto nell'app 
Leggi anche:

Condividi questa notizia

Resta aggiornato su Ok Google presto anche Offline su Android e iOS


 
 

Commenti e Opinioni

 
 
 
 

Promozioni Consigliate

 
 
Vuoi restare aggiornato ?