Google porta il Web fisico su Android

Google porta il Web fisico su Android

Google ha introdotto il Physical Web su Android tramite Chrome 49 (al momento in beta). Consente ai cellulari di connettersi via bluetooth con i dispositivi beacon che li circondano e ricevere informazioni direttamente senza l'utilizzo di un'altra applicazione esterna.

 

Scritto da , il 12/02/16

Seguici su

 
 

Google ha annunciato l'introduzione del Physical Web su Android tramite Chrome 49, attualmente disponibile in versione Beta.

Il Physical Web di Google (o 'Web Fisico' traducibile in italiano) consente ai cellulari di connettersi con dei dispositivi che li circondano e ricevere informazioni direttamente senza l'utilizzo di un'altra applicazione esterna. La trasmissione delle informazioni avviene tramite i beacon, dispositivi bluetooth posizionati nei punti di interesse per trasmettere informazioni ai dispositivi mobili che si trovano nelle vicinanze.

Ad esempio, si potranno ricevere in tempo reale degli avvisi interattivi su punti, promozioni e informazioni di ogni genere sui prodotti in esposizione in un supermercato oppure si potrebbero ricevere informazioni durante la visita ad un museo ogni volta che ci si avvicina ad una esposizione.

Per definizione, il Web Fisico è un sistema logistico globale aperto fondato sulla interconnettività fisica, digitale e operativa, attraverso interfacce e protocolli comuni, ed è destinato a sostituire i modelli logistici attuali.

La caratteristica è stata in fase di test con i dispositivi iOS dalla scorsa estate ed ora Google è pronta per portare il Physical Web anche nei dispositivi Android. E' da poco uscito Chrome 49 beta, che introduce il supporto, mentre la versione finale Google dice che sarà disponibile "presto".

I beacon possono essere qualsiasi cosa, il concetto del loro utilizzo è simile a quello dei codici QR solo che non viene richiesta la scansione del codice o altre ricerche: basterà che il telefono sia in prossimità del beacon per ricevere le informazioni.

Come avrete intuito dagli esempi di cui sopra, i beacon possono diventare molto utili per eventi come conferenze o nei centri commerciali, musei e università. Google dice che sono stati posizionati oltre 1.500 beacon al CES a Las Vegas quest'anno per aiutare le persone a spostarsi tra i luoghi della manifestazione.

La tecnologia in se' è molto promettente nella sua utilità potenziale, resta ora a Google capire come renderla un servizio che diventi parte della vita quotidiana delle persone.

A partire da Chrome 49, anche gli utenti Android potranno avvicinarsi ad un beacon e ricevere la notifica di richiesta attivazione del physical web sul proprio dispositivo mobile così da ricevere in automatico informazioni dai beacon a cui ci si avvicina in futuro (opzione che si puo' anche disabilitare quando si vuole nelle impostazioni).

Vi lasciamo con un filmato realizzato da Google Developers in cui c'è l'Introduzione al Physical Web, con dimostrazioni reali di come funziona la tecnologia.

Video Introduzione al Physical Web



Condividi questa notizia

Resta aggiornato su Google porta il Web fisico su Android


 
 

Commenti e Opinioni

 
 
 
 

Promozioni Consigliate

 
 
Vuoi restare aggiornato ?