Timelapse in Google Earth fa vedere i cambiamenti del nostro pianeta nel tempo

Timelapse in Google Earth fa vedere i cambiamenti del nostro pianeta nel tempo

24 milioni di foto satellitari degli ultimi 37 anni sono state raccolte in un'esperienza 4D interattiva, ora disponibile in Google Earth direttamente nel browser web.

 

Scritto da il 19/04/21 | Pubblicato in Google Earth | | | Archivio 2021

Seguici su

 
 

Google Earth è il progetto di Google che offre una replica 3D del mondo riflettendo e permettendo di esplorare il nostro pianeta da infiniti punti di osservazione, dando anche la possibilità di vedere come è cambiato nel corso degli anni attraverso foto statiche per singoli luoghi. Negli ultimi 15 anni, miliardi di persone hanno utilizzato Google Earth, del quale oggi Google ha annunciato il più grande aggiornamento dal 2017: TimeLaps, che permette di vedere il pianeta Terra in una dimensione completamente nuova: il tempo. 24 milioni di foto satellitari degli ultimi 37 anni sono state raccolte in un'esperienza 4D interattiva: è possibile guardare lo scorrere del tempo e assistere a quasi quattro decenni di cambiamenti nel nostro pianeta.

"Il nostro pianeta ha assistito a rapidi cambiamenti ambientali nell'ultimo mezzo secolo, più di qualsiasi altro punto della storia umana" spiega Rebecca Moore, Director, Google Earth, Earth Engine & Outreach. "Molti di noi hanno sperimentato questi cambiamenti nelle proprie comunità; Io stessa ero tra le migliaia di californiani evacuati dalle loro case durante gli incendi dello stato lo scorso anno. Per altre persone, gli effetti del cambiamento climatico sembrano astratti e lontani, come lo scioglimento delle calotte glaciali e il ritiro dei ghiacciai. Con Timelapse in Google Earth, abbiamo un quadro più chiaro del nostro pianeta in evoluzione a portata di mano, che mostra non solo problemi ma anche soluzioni, nonché fenomeni naturali di straordinaria bellezza che si svolgono nel corso di decenni".

Leggi anche:
Leggi anche:

Timelapse in Google Earth


Per esplorare Timelapse in Google Earth basta aprire l'indirizzo web g.co/Timelapse, quindi è possibile utilizzare la barra di ricerca per scegliere qualsiasi luogo del pianeta di cui vedere i cambiamenti nel tempo in movimento, potendo scegliere tra: cambiamento delle foreste, crescita urbana, riscaldamento delle temperature, fonti di energia e la fragile bellezza del nostro mondo. In alternativa, è possibile trovare Timelapse nella piattaforma di narrazione Voyager, inclusa in Google Earth, per vedere tour guidati interattivi. Sono disponibili oltre 800 video Timelapse in 2D e 3D per uso pubblico su g.co/TimelapseVideos.

Secondo Google, Timelapse in Google Earth è il video più grande del pianeta, del nostro pianeta. Il team di Google Earth ha lavorato con esperti del CREATE Lab della Carnegie Mellon University per creare la tecnologia alla base di Timelapse. Realizzare un video timelapse ha richiesto una quantità significativa di ciò che viene chiamato "pixel crunching" in Earth Engine, la piattaforma cloud di Google per l'analisi geospaziale. Per aggiungere immagini Timelapse animate a Google Earth, sono state raccolte oltre 24 milioni di immagini satellitari dal 1984 al 2020, che rappresentano quadrilioni di pixel. Ci sono voluti più di due milioni di ore di elaborazione su migliaia di macchine in Google Cloud per compilare 20 petabyte di immagini satellitari in un unico mosaico video di 4,4 terapixel, ovvero l'equivalente di 530.000 video con risoluzione 4K. E tutto questo calcolo è stato fatto all'interno dei data center di Google a emissioni zero e al 100% di energia rinnovabile, che fanno parte degli impegni dell'azienda di Mountain View per contribuire a costruire un futuro senza emissioni di carbonio. Un lavoro che è stato possibile grazie anche all'impegno del governo degli Stati Uniti e dell'Unione europea di aprire e rendere accessibili i dati. E poi ci sono anche gli sforzi compiuti dai governi per lanciare razzi, rover, satelliti e astronauti nello spazio nello spirito della conoscenza e dell'esplorazione. Secondo Rebecca Moore, il time-lapse in Google Earth non sarebbe stato possibile senza la NASA e il programma Landsat dello United States Geological Survey, il primo (e più longevo) programma di osservazione civile della Terra al mondo e il programma Copernicus dell'Unione europea con i suoi satelliti Sentinel.

In collaborazione con i suoi partner, Google Earth manterrà aggiornato Timelapse con nuove immagini nel corso del prossimo decennio.