Google dedica doodle al Professor Sir Ludwig Guttmann

Google dedica doodle al Professor Sir Ludwig Guttmann

122 anni fa nasceva oggi Ludwig Guttmann, diventato un neurologo e dirigente sportivo tedesco celebre per aver promosso le attività fisiche dei disabili, e considerato il padre fondatore dei giochi paralimpici.

 

Scritto da il 03/07/21 | Pubblicato in Google doodle | Google | | Archivio 2021

Seguici su

 
 

Google con il suo doodle di oggi, sabato 3 luglio 2021, celebra il 122esimo compleanno del neurologo britannico ebreo di origine tedesca professor Sir Ludwig "Poppa" Guttmann, fondatore del movimento paralimpico.

Guttmann è nato a Tost, in Germania (ora Toszek, in Polonia) in questo giorno nel 1899 e ha ricevuto il suo M.D. nel 1924. Successivamente ha iniziato la ricerca sulle lesioni del midollo spinale ed ha eseguito diverse procedure neurochirurgiche, diventando uno dei migliori neurochirurghi della Germania poco più che trentenne. Nonostante questo, con l'ascesa del partito nazista e l'approvazione delle leggi di Norimberga nel 1933, a Guttmann è stato impedito di esercitare la professione medica. In seguito alla Notte dei cristalli (Kristallnacht) del 1938 e la crescente persecuzione degli ebrei in Germania, Guttmann è stato costretto a lasciare la Germania con la sua famiglia, riuscendo a fuggire in Inghilterra nel 1939. In Inghilterra, Guttmann ha avanzato le sue ricerche sulla paraplegia. Nel 1944 ha messo in pratica il suo approccio innovativo come direttore del National Spinal Injuries Center allo Stoke Mandeville Hospital. Nel 1948 ha organizzato una gara di tiro con l'arco per 16 persone, il che è stato uno dei primi eventi sportivi agonistici ufficiali per persone su sedia a rotelle. Successivamente chiamata "Stoke Mandeville Games" o "Olimpiadi per disabili", la competizione ha dimostrato il potere dello sport di abbattere le barriere per la disabilità e ha attirato l'attenzione delle comunità mediche e sportive a livello globale. La passione di Guttmann per la cura dei pazienti non è mai venuta meno: nel 1961 ha fondato l'International Medical Society of Paraplegia (International Spinal Cord Society) e la British Sports Association for the Disabled (Activity Alliance) ricevendo anche numerosi riconoscimenti per i suoi contributi, tra cui cavaliere da Sua Maestà la Regina nel 1966.

Oggi, gli atleti paralimpici sono giustamente riconosciuti per le loro capacità e risultati. I Giochi Paralimpici continuano ad essere una forza trainante per promuovere i diritti e l'indipendenza delle persone con disabilità, con un impatto duraturo sulla parità di trattamento e di opportunità.

Il doodle di Google è illustrato dall'artista ospite di Baltimora Ashanti Fortson, il quale ha dichiarato: "Vivere con la disabilità ha molte sfaccettature, ma una delle lotte più acute della disabilità, indipendentemente dalla forma che assume la disabilità, è la navigazione costante, la negoziazione e la negazione di pari opportunità. È presente in molte parti della società, inclusa l'atletica leggera, e non ci sono molte persone non disabili disposte a dedicare così tanto di se stesse per aiutare a creare spazi accessibili ed equi per le persone disabili. Non abbiamo avuto spesso alleati non disabili che hanno fatto così tanto per aiutare ad amplificare le nostre voci, quindi la storia del professor Guttmann e il suo lavoro nell'atletica mi risuonano profondamente". Riguardo al doodle, Fortson ha detto: "Nonostante io sia un artista di libri da una vita senza inclinazioni atletiche, entrambi i miei genitori sono atleti e allenatori professionisti. Sono cresciuto con molti atleti, professionisti e non, e ho avuto la fortuna di apprezzare in modo profondo e diretto la bellezza dello sport. Nel descrivere le forme e i movimenti degli atleti paralimpici per questo Doodle, volevo davvero incanalare quanto siano fantastiche le capacità dei corpi umani. Mi sento abbastanza fortunato di essere stato in grado di presentare così tante vignette atletiche per sillabare G-O-O-G-L-E!. La maggior parte del mio lavoro per questo Doodle è stata la ricerca e la comprensione del puzzle di come rappresentare ciascuna delle lettere nella forma di un atleta paralimpico. Ho passato molto tempo ad esaminare i diversi sport coinvolti nelle Paralimpiadi, a guardare le foto di riferimento e a vedere come potevo far funzionare tutto. Amo la risoluzione dei problemi, quindi è stato un progetto molto divertente su cui lavorare! La sfida più grande all'inizio è stata la lettera E, ma il meraviglioso direttore artistico di questo doodle mi ha suggerito di raffigurare il professor Guttmann che stringe la mano ad un atleta, il che ha risolto bene il problema visivo. Ho lavorato in digitale per questo Doodle, il che significa che stavo ricercando, disegnando e dipingendo l'opera d'arte finale sulla mia tavoletta grafica. Ciò ha reso i miei processi di ricerca e disegno senza intoppi, poiché sono stato in grado di rivedere i miei schizzi più facilmente che se stessi disegnando su carta. Per l'opera finale, volevo ottenere una sensazione pittorica ed espressiva che aiutasse ad enfatizzare il movimento e il dinamismo degli atleti. Anche se ho lavorato in digitale, il mio approccio era molto simile a come disegnare o dipingere un'immagine su carta."

Leggi anche:
Leggi anche:

Ultime notizie

 
 

Notizie per Categoria