HTC Smentisce Ufficialmente Voci su acquisizione da parte di Asus

HTC Smentisce Ufficialmente Voci su acquisizione da parte di Asus

HTC ha smentito le voci del possibile interesse da parte di Asus di comprare la società: 'non siamo interessati ad essere acquistati' ha detto HTC, il cui ACEO Cher Wang ha promesso che la società rilascerà un nuovo prodotto entro la fine dell'anno.

 

Scritto da , il 16/06/15

Seguici su

 
 

Pochi giorni dopo le voci sul fatto che Asus sta valutando l'acquisto di HTC, quest'ultima ha smentito la notizia dicendo che la società non è interessata ad essere acquisita: "Fermamente smentiamo la notizia. Non prenderemo in considerazione l'acquisizione", ha detto il produttore di smartphone che sta lottando comunque per la sopravvivenza in un momento difficile. "Come marchio internazionale, HTC continuerà a progettare dispositivi intelligenti innovativi di classe mondiale." ha detto HTC.

All'inizio di questo mese, il CEO di HTC Cher Wang ha promesso che la società rilascerà un nuovo "prodotto eroe" entro la fine dell'anno.

Con il prezzo delle azioni di HTC al minimo storico degli ultimi anni e con la prospettiva che questo continuerà a scendere, ora sarebbe il momento ideale per un'altra azienda interessata al produttore taiwanese per fare un'offerta per rilevare la società in crisi. A tal proposito erano quindi iniziate a circolare le voci secondo cui una società stava in realtà considerando l'idea di comprare HTC, vale a dire il produttore di dispositivi di Taiwan Asus.

Tuttavia, resta il fatto che Reuters ha riportato una dichiarazione fatta dal presidente di Asus Johnny Shih non escludendo che Asus possa essere interessata a HTC dicendo che non ha escluso di fare un'offerta per l'azienda. Il CFO di Asus David Chang ha aggiunto che, mentre Shih ha discusso il tema di un acquisto di HTC internamente, l'azienda ha sempre puntato sulla crescita organica. Il dirigente ha comunque aggiunto che questo significa che le possibilità di un accordo tra le due società sono in realtà minime.

HTC, in risposta alle speculazioni di cui sopra, ha negato l'interesse di voler essere acquisita.

Dal momento in cui l'HTC One M9 è stato lanciato nel mese di marzo - che dovrebbe essere lo smartphone top di gamma di HTC per questo 2015 - le azioni di HTC hanno perso quasi il 50% del loro valore. Da un rapporto di cnet.com, si è preso atto che a inizio Giugno il produttore di smartphone taiwanese ha ridotto le sue previsioni di fatturato del secondo trimestre 2015 e ha avvertito gli analisti che prevede di registrare una perdita, interrompendo così il proseguo di quattro trimestri redditizi.

La società aveva fatto progressi per un paio di quarti di trimestre con la sua strategia di vendita di dispositivi per il mercato di massa a prezzi più accessibili, ma questa strategia sembra non andare più bene. HTC una volta era tra i top venditori di smartphone, ma con il passare dei mesi è finito per rientrare nella categoria "altri" nelle classifiche stilate dai vari ricercatori di mercato.

Ora, HTC prevede per il secondo trimestre 2015 un fatturato compreso tra 33 e 36 miliardi di dollari taiwanesi, o tra 1.06 miliardi e 1.16 miliardi di dollari americani. La società prevedeva in precedenza di generare tra 1,48 miliardi di dollari e 1,56 miliardi di dollari nel periodo.

La 'colpa' non è attribuibile solo alla differenza minima tra One M8 e One M9, anche perchè Apple non ha avuto difficoltà a vendere gran parte dei suoi iPhone simili di generazione in generazione nel corso degli anni, mentre la maggior parte dei dispositivi Android top di gamma del 2014 non si sono diversificati per molte cose, visto che il chip Qualcomm Snapdragon 801 è stato inserito in svariati modelli.

La società ha ritrattato le previsioni per via delle vendite deboli nel mercato cinese, dove la concorrenza è sempre più alta. In Cina, aziende come Xiaomi, Huawei e ZTE sono molto popolari tra i consumatori locali.

Il valore di mercato di HTC è un po' oltre i 2 miliardi di dollari ora. Nel 2011, la società è stata valutata 33,8 miliardi di dollari.

Leggi anche: HTC Q1 2015: fatturato in crescita, ma One M9 delude

Una plausibile ipotesi per trovare una spiegazione nell'incapacità di HTC One M9 di stupire è, prima di tutto, il cattivo tempismo con cui è stato lanciato. One M9 è stato lanciato pochi mesi più tardi di One M8, rispetto al quale è rimasto molto simile, ed è stato un aggiornamento che ha debuttato praticamente al fianco dei nuovi arrivati in casa Samsung, gli impressionanti smartphone Galaxy S6 e Galaxy S6 Edge. Inoltre, le capacità del display e della fotocamera principale di HTC One M9 non si distinguono rispetto a quanto offrono i top di gamma di altri produttori come Apple, Samsung, e LG.

In entrambi i casi, HTC ha sottovalutato il grado di innovazione tecnologica necessaria per competere correttamente quest'anno nel mercato degli smartphone, o più semplicemente la società non poteva garantire i componenti best-in-class decidendo comunque di introdurre un nuovo telefono.

Leggi anche:
 
HTC One M9 vs Asus Zenfone 2 vs Apple iPhone 6 Plus
HTC One M9 vs Asus Zenfone 2 vs Apple iPhone 6 Plus
 
Leggi anche: Video recensione HTC One M9, una piacevole sorpresa inaspettata
Leggi anche:

Mettendo da parte la fascia alta del mercato degli smartphone, HTC - non diversamente da altri importanti produttori di telefoni Android, Samsung non esclusa - continua a ricevere duri colpi dai produttori cinesi che propongono dispositivi performanti ma a costi più bassi, senza dimenticare anche i sempre più richiesti telefoni della categoria 'mid-range' del mercato asiatico. Il mercato cinese, in particolare, è interamente dominato da marchi nazionali come Xiaomi, Huawei, Vivo, Oppo, Lenovo, ZTE ... per non parlare di neoimprese intraprendenti come Meizu, Coolpad, elefono, JiaYu, Doogee e innumerevoli produttori che copiano i prodotti di marche premium. Grazie ad una presenza consolidata del mercato, i sussidi governativi, e una dipendenza dai negozi online per diminuire i costi di vendita al dettaglio e di marketing, i produttori appena citati possono permettersi di offrire telefoni a costi più bassi dei produttori 'big' seppure con un hardware potente.

La strategia di HTC di ritagliarsi una nicchia in questo mercato difficile si basa sui telefoni della lineup Desire che utilizza buoni chipset a basso costo di MediaTek, oltre ai dispositivi di punta come HTC One M9 e le sue varianti come One M9 Plus. Quest'ultimo sta generalmente avendo più successo di One M9 in Taiwan, in quanto i clienti cercano il miglior valore assoluto per i soldi che spendono.


Condividi questa notizia

Resta aggiornato su HTC Smentisce Ufficialmente Voci su acquisizione da parte di Asus


 
 

Commenti e Opinioni

 
 
 
 

Promozioni Consigliate

 
 
Vuoi restare aggiornato ?