Recensione LG G5, Top di gamma Android modulare

Recensione LG G5, Top di gamma Android modulare

 

Scritto da , il 21/06/16

Seguici su

 
 

Lg Optimus G arrivò troppo tardi in Italia e non ottenne il successo che meritava, LG G2 ci fece innamorare per il suo design e la sua autonomia, da G3 ci aspettavamo molto ma sotto molti aspetti siamo rimasti delusi, G4 è stato amore a prima vista ed oggi è ancora uno dei telefoni che più consigliamo ma ora è arrivato sul mercato LG G5, secondo voi ci avrà soddisfatto? Cerchiamo di scoprirlo insieme!

Confezione:

Molti lo chiamano telefono modulare ed LG già dall’apertura della confezione rimarca il concetto, all’interno della scatola troviamo un caricatore da parete rapido che in circa un ora e trenta porta dallo 0 al 100 l’autonomia, spilla per il vano Sim, manuali guida, cavo USB Type C ed auricolari in tessuto che nel nostro caso mancano perchè abbiamo tra le mani la versione di test fornita da LG.

 
LG G5
LG G5
 
Leggi anche:

Design ed estetica:

Partiamo dal presupposto che il design può piacere o no in base ai gusti personali di ognuno di noi, a noi questo G5 piace nella parte frontale anche se stona leggermente la curvatura superiore del vetro mentre sul retro avremmo preferito una soluzione diversa.

Rispetto al G4 troviamo un display più piccolo ma le dimensioni non cambiano di molto, il prodotto tra le mani si tiene bene e non scivola troppo, a dirla tutta non è nemmeno impossibile utilizzarlo con una mano sola.

I materiali adottati sono vetro Gorilla Glass 4 anteriormente e metallo nel resto della scocca, la cover è rivestita da diversi strati di primer e vernice che a volte vi faranno pensare di avere tra le mani uno Smartphone in plastica ma comunque sia la solidità è ai massimi livelli.

 
LG G5
LG G5
 
Leggi anche:

Hardware:

Sotto alla scocca pulsa il processore Snapdragon 820 di Qualcomm, un Quad Core in grado di arrivare fino a 2,16 Ghz ed accompagnato da GPU Adreno 530 e ben 4 GB di RAM.

G5 non offre impuntamenti o lag ed anzi l’esperienza è sempre fluida e piacevole, segno che l’azienda è riuscita ad ottimizzare il sistema operativo a dovere.

Trattandosi del chip migliore attualmente sul mercato (o comunque è tra i migliori) il comparto gaming offre un’esperienza ai massimi livelli con frame rate e grafica al massimo e temperature sempre sotto controllo.

La memoria interna è di 32 GB ma fortunatamente rimane la possibilità di espansione tramite Micro SD fino ad un massimo di 200 GB.

Parlando di parte telefonica troviamo una ricezione in linea con quella del G4 ed una qualità audio in capsula nettamente migliorata rispetto agli Smartphone delle precedenti generazioni dell’azienda.

A G5 non manca nulla, GPS perfettamente funzionante e velocissimo, NFC, Bluetooth e chi più ne ha più ne metta.

 
LG G5
LG G5
 

Batteria e Moduli:

LG ha pensato ad un modo per mantenere la batteria rimovibile introducendo comunque un prodotto con scocca unica in metallo ed ha quindi adottato uno scompartimento nella parte inferiore che possiamo aprire con il tasto laterale, tutto questo non ha permesso all’azienda di inserire una batteria enorme ed infatti perdiamo 200 mAh rispetto a G4 arrivando quindi a 2800 mAh, l’autonomia non è al Top dato che raggiungiamo a fatica le tre ore di display attivo in utilizzo misto e quindi con anche Wi-Fi, per fortuna ci viene in soccorso la ricarica rapida.

La vera novità sta comunque nel modulo inferiore di cui abbiamo parlato poco fa dato che LG permetterà ad ogni sviluppatore di creare un nuovo modulo Hardware dalle diverse caratteristiche, al momento ne esiste uno che migliora la presa ed aggiunge dei pulsanti per la fotocamera ed uno che migliora la parte audio ma in futuro sono tantissime le possibilità di utilizzo, ci piacerebbe per esempio vedere una batteria più grande.

 
LG G5
LG G5
 

Display:

Più piccolo lo schermo di G5 rispetto a G4 ma con più pixel per pollice, parliamo di un 5,3 pollici LED IPS Quantumm Quad HD 2560 x 1440 pixel che offre ben 554 ppi.

La qualità è davvero molto buona dato che i colori sono naturali e contrastati al punto giusto, ottima la visibilità in esterno mentre non perfetti i neri ma d’altronde questo è un punto debole di tutti gli LCD.

In molti ci avete chiesto se lo schermo rimane visibile utilizzando occhiali polarizzati e la risposta è no, la stessa l’avevamo riscontrata in passato con altri Smartphone ed avevamo risolto con una pellicola in vetro quindi anche qui potrebbe essere la soluzione.

 
LG G5
LG G5
 

Fotocamere e lettore d'impronte digitali:

Nella parte anteriore troviamo un sensore da 8 megapixel, la qualità è nella media ed è presente la possibilità di sfruttare la luminosità del display per illuminare la scena al buio.

La parte più interessante è sul retro dove troviamo un sensore da 16 megapixel con apertura focale di 1.8 e stabilizzatore ottico dell’immagine (probabilmente lo stesso sensore del G4), un sensore da 8 megapixel grandangolare con apertura focale di 2.4, messa a fuoco laser, LED Flash e sensore per la cattura del colore.

La qualità delle immagini in grandangolare e quindi a 8 megapixel è davvero molto buona, ovviamente le immagini viste sul PC non mantengono la risoluzione del sensore primario ma l’effetto panoramico è spettacolare e si riescono davvero a riprendere scene molto ampie senza dover ricorrere alla panoramica Software che comunque non darebbe risultati così perfetti.

Il sensore primario offre invece una qualità superiore nelle fotografie tradizionali e riesce anche a catturare molta luce grazie alla buona apertura focale, difetti? Nessuno, forse è uno dei migliori obiettivi o comunque tra i migliori montati oggi su uno Smartphone.

Vi ricordiamo che per visualizzare l'intera galleria d'immagini scattata con il prodotto a risoluzione originale dovete recarvi al seguente indirizzo.

I video si possono registrare in 4K, trovate un test nel filmato a fine articolo in Full HD a 30 frampe per secondo.

Sotto alla fotocamera troviamo il lettore delle impronte digitali che nasconde anche il tasto Home, la lettura è veloce e non richiede alcuna pressione dato che non bisogna schiacciare fisicamente il tasto, impostando due volte la stessa impronta non sbaglia un colpo ma comunque al momento non sembra tra i più veloci e precisi del mercato (speriamo in un miglioramento sul lato Software).

 
LG G5
LG G5
 

Software:

Android è da subito presente nella versione 6.0.1 Marshmallow e questa volta l’interfaccia è stata silenziosamente modificata, diciamo silenziosamente dato che durante la presentazione non è stato affrontato l’argomento.

Si perde l’app drawer quindi tutte le icone sono ora a prima vista e questo ci permette di avere un’esperienza più semplice, lo stile delle icone cambia di pochissimo e rimane comunque apprezzabile e moderno, è sempre presente la possibilità di installare temi o pacchetti di icone.

Una delle uniche nuove funzioni è il display sempre attivo che ci permette con un colpo d’occhio di controllare l’orario, la data e la presenza delle notifiche, per il momento questa funzione è poco personalizzabile dato che possiamo solamente sostituire l’orologio con una firma a nostro piacimento.

Interessante invece la funzione intelligente che ci permette di impostare i profili in automatico quando per esempio ci troviamo a casa oppure a lavoro, soluzione che avevamo già visto adottare ad altri produttori.

Una cosa che abbiamo notato e che forse nessuno ha citato è che non è presente il multiwindows per utilizzare le applicazioni in contemporanea dividendo lo schermo mentre rimane la modalità QSlide che trovavamo invece in G4, peccato ma forse LG ha preso questa decisione per riportare il tutto con Android N che supporta nativamente lo split screen.

Per il resto il software rimane familiare, piacevole e fluido, sotto questo aspetto l’unico bug riscontrato sta nel sensore della luminosità che a volte non regola al meglio la retroilluminazione, risolvibile con un update.

 
LG G5
LG G5
 

Conclusioni:

LG G5 è in definitiva uno Smartphone che osa molto, riuscito sotto moltissimi aspetti ma rimandato sotto altri, il prezzo di vendita di 699 euro sicuramente non aiuta l’utenza indecisa ma online il listino ha già subito un notevole ribasso e comunque sia l’arrivo di nuovi moduli potrebbe realmente essere la marcia in più dato che effettivamente le modalità di utilizzo sono infinite.

Non mi resta che lasciarvi alla nostra recensione video in cui vi mostriamo il prodotto in azione invitandovi come sempre ad iscrivervi al nostro canale Youtube da al nostro canale Telegram in modo da rimanere sempre aggiornati ed aiutarci a crescere, buona visione!

Recensione LG G5 ITA Pianetacellulare.it



Condividi questa notizia

Resta aggiornato su Recensione LG G5, Top di gamma Android modulare


 
 

Commenti e Opinioni

 
 
 
 

Promozioni Consigliate

 
 
Vuoi restare aggiornato ?