Windows 7, Microsoft termina il supporto

Windows 7, Microsoft termina il supporto

Dopo il 14 gennaio 2020, Microsoft non fornirà più aggiornamenti di sicurezza né supporto tecnico per i computer che eseguono Windows 7. Ecco come prepararsi al cambiamento.

 

Scritto da , il 14/01/20

 

Seguici su

 
 

Lo scorso 13 gennaio 2015 è terminato il supporto ufficiale 'mainstream' per Windows 7 ma, data molto piu' importante, il 14 gennaio 2020 è terminato il supporto esteso al software da parte di Microsoft: dopo questo giorno, l'azienda di Redmond non fornirà più aggiornamenti di sicurezza né supporto tecnico per i computer che eseguono Windows 7.

"Microsoft si è impegnata a fornire 10 anni di supporto tecnico per Windows 7 quando è stato rilasciato il 22 ottobre 2009. Questo periodo di 10 anni è ormai terminato e Microsoft ha interrotto il supporto di Windows 7 in modo da potersi concentrare sul supporto di tecnologie più recenti e di nuove esperienze. Il giorno specifico della fine del supporto per Windows 7 è stato il 14 gennaio 2020. L'assistenza tecnica e gli aggiornamenti software di Windows Update, che ti permettono di proteggere il PC, non sono più disponibili per il prodotto. Microsoft consiglia vivamente di passare a Windows 10 per evitare che, in caso di bisogno, l'assistenza o il supporto non sia più disponibile".

Dopo il 13 gennaio 2015 i computer con Windows 7 hanno continuato a funzionare, solo che da quel giorno Microsoft non ha offerto più aiuto e supporto in caso di problemi con il software, e nessuna nuova funzionalità è stata poi aggiunta in Windows 7. Dopo il 14 gennaio 2020, i computer con sistema operativo Windows 7 non riceveranno più aggiornamenti di sicurezza. Inoltre, il servizio clienti Microsoft che fornisce il supporto tecnico per Windows 7 non sarà più disponibile.

Il PC con Windows 7 dopo il 14 gennaio 2020 si potrà ancora usare ma senza ricevere aggiornamenti software e di sicurezza il dispositivo sarà più vulnerabile a virus e malware. Il modo migliore per garantire la sicurezza è passare a Windows 10, e benché sia possibile installare Windows 10 su un dispositivo che esegue Windows 7, questa non è un'opzione consigliata da Microsoft, secondo cui il modo migliore per provare Windows 10 è su un PC nuovo. 

Dopo il 14 gennaio 2020, il servizio clienti Microsoft non è più disponibile per fornire supporto tecnico per Windows 7. I servizi correlati per Windows 7 vengono anche interrotti nel tempo. Ad esempio, l'interruzione di alcuni giochi, come Backgammon su Internet e Dama su Internet, nonché del servizio Guida TV elettronica (EPG) per Windows Media Center è in programma entro il mese di gennaio 2020.

Windows 7 è stato rilasciato nel 2009, ha venduto oltre 100 milioni di copie in sei mesi ed è stato estremamente popolare, fino all'arrivo di Windows 10. Più stabile del predecessore Windows Vista e per molti migliore al suo successore radicalmente ridisegnato Windows 8, Windows 7 nel 2015 si è stimato essere in esecuzione su circa la metà dei PC attivi in tutto il mondo.

Dopo il 14 gennaio 2020, quindi, niente piu' supporto per Windows 7 (come accaduto a Windows XP nel 2014): a chi ha un PC con Windows conviene passare a Windows 10, possibilmente su un nuovo dispositivo. 

L'offerta di aggiornamento gratuito da Windows 7 a Windows 10 è scaduta il 29 luglio 2016. Per ottenere l'Aggiornamento a Windows 10 bisogna acquistare un nuovo dispositivo o, se si ha un PC compatibile, una versione completa del software per aggiornare il proprio dispositivo esistente. Microsoft sconsiglia di installare Windows 10 in un dispositivo meno recente poiché alcuni dispositivi Windows 7 non sono compatibili con Windows 10 o potrebbero offrire una disponibilità ridotta delle funzionalità.

Windows 7 può comunque essere installato e attivato dopo la fine del supporto. Tuttavia, sarà più esposto a rischi di protezione e virus a causa della mancanza di aggiornamenti della sicurezza. 

Perché meglio acquistare un computer nuovo con Windows 10 anzichè aggiornare il dispositivo attuale.
Come riferito da Microsoft, i PC prodotti originariamente con Windows 7 utilizzano tecnologie di 10 anni fa. Windows 10 integra numerose caratteristiche e funzionalità di Windows 7 in una nuova esperienza. Passando ad un PC nuovo, si possono ritrovare diversi aspetti noti ma scoprire anche funzionalità e innovazioni importanti che non erano disponibili dieci anni fa. L'hardware dei PC moderni è più veloce e potente e anche più compatibile con le più recenti tecnologie del settore. A protezione del dispositivo sono disponibili funzionalità di sicurezza integrate, senza costi aggiuntivi, integrate come firewall e protezioni internet per una protezione contro virus, malware e ransomware. Windows 10 offre anche l'accesso rapido senza bisogno di password tramite il riconoscimento del viso o l'impronta digitale per sbloccare il computer in modo immediato e sicuro, oltre all' interazione (opzionale) attraverso il touchscreen (numerosi PC con Windows 10 sono dotati di touchscreen ma non tutti, controllare prima di acquistare) con possibilità di utilizzare la penna digitale per scrivere e aggiungere annotazioni a documenti e siti web, ingrandire o ridurre la visualizzazione, scorrere rapidamente e firmare i documenti.

E' disponibile la pagina di supporto ufficiale sul sito web di Microsoft che serve come guida per chi ha un PC Windows 7 e ha dubbi sulla fine del supporto di questa versione e sull'acquisto di un nuovo PC con Windows 10.


Condividi questa notizia

Ultime notizie

 
 

Notizie per Categoria