TIM porta le connessioni LTE a 300Mbps in Download, 75 Mbps in Upload

TIM porta le connessioni LTE a 300Mbps in Download, 75 Mbps in Upload

 

Scritto da , il 02/03/16

Seguici su

 
 

TIM prosegue nello sviluppo della tecnologia LTE e dopo aver reso disponibile nel 2015, per prima in Italia, sulla propria rete mobile ultrabroadband, la soluzione “Three Carrier Aggregation”, ossia l'aggregazione 'di tre portanti', in download, a marzo 2016 la tecnologia Dual Carrier Aggregation Uplink sulla rete 4G Plus per trasmettere dati piu' velocemente dal proprio smartphone ad una velocità fino a 75 Mbit/s, il doppio di quanto raggiunto finora.

Three Carrier Aggregation Download. Grazie alla combinazione delle tre bande di frequenza disponibili - 800, 1800 e 2600 MHz - la rete LTE di TIM è in grado di supportare una velocità di trasmissione dati nominalmente fino a 300 Mbit al secondo in download.

In realtà non tutti gli utenti potranno sperare di viaggiare a 300 Mbit al secondo, primo perchè servono dispositivi che supportano questa velocità, e secondo perchè anche se al lancio della nuova tecnologia qualche fortunato utente riuscirà a toccare la velocità massima raggiungibile, con il passare del tempo la velocità andrà riducendosi. Questo per il semplice fatto che l'aumento del numero di utenti che si collegano in LTE porterà alla saturazione della banda disponibile. Già oggi le bande LTE non fanno viaggiare gli utenti alla velocità promessa, e spesse volte disabilitando il 4G sul proprio smartphone per tornare a navigare su rete 3G questa può risultare più veloce.

Ben venga l'iniziativa di TIM di combinare le tre bande di frequenza disponibili - 800, 1800 e 2600 MHz - così almeno servirà più tempo per la saturazione della banda.

Disponibilità: la tecnologia Three Carrier Aggregation viene usata da TIM da Novembre 2015 nelle citta' di Milano, Torino, Napoli, Prato, Genova e Roma.

Dual Carrier Aggregation Uplink. TIM ha sperimentato a Palermo su rete live, per la prima volta in Europa e tra i primi operatori al mondo, la tecnologia Dual Carrier Aggregation Uplink sulla rete 4G Plus, che consente di trasmettere i dati dal proprio smartphone ad una velocità fino a 75 Mbit/s, il doppio di quanto raggiunto finora. I test condotti a Palermo sulle stazioni radio-base pubbliche, cioè quelle utilizzate quotidianamente dai clienti, rappresentano per TIM un’altra importante tappa del percorso di innovazione del 4G Plus.

La sperimentazione del 4G superveloce anche in upload è stata preceduta da una fase in laboratorio, presso il TILab di Torino, ed è stata resa possibile dalla collaborazione con Huawei, che ha fornito gli apparati e i componenti di rete mobile, e Qualcomm Technologies Inc., che ha messo a disposizione i terminali di test con processore Snapdragon 820 con X12 LTE.

Disponibilità: Anche per sfruttare la tecnologia Dual Carrier Aggregation Uplink servono terminali appositi, e sarà lanciata da TIM per i propri clienti nel corso della seconda metà del 2016 prima a Palermo e poi nelle altre principali città italiane coperte dal 4G Plus di TIM.

Prossimamente. TIM, nel frattempo, continua i test presso i laboratori di ricerca e innovazione torinesi del Gruppo Telecom Italia per raggiungere i 450 Mbit/s, la massima velocità raggiungibile da LTE Advanced. Anche in questo caso serviranno device compatibili con lo standard LTE-A.

Perchè questi investimenti. Con l’introduzione delle tecnologie Carrier Aggregation, TIM prosegue il percorso di innovazione del 4G avviato nel 2014 a Torino dove fu presentata la Dual Carrier Aggregation, prima funzionalità LTE Advanced introdotta in rete, caratterizzata da una velocità massima di 220 Mbit/s e resa disponibile commercialmente lo scorso autunno, con i primi terminali compatibili. TIM punta di offrire ai propri clienti un’infrastruttura sempre più veloce ed affidabile, in grado di rispondere alla crescente domanda di banda larga mobile legata al crescente utilizzo dei social-network e dei contenuti multimediali, offrendo in mobilità e ad alta qualità la condivisione di video ed immagini ad alta definizione, la trasmissione di video in real time come la videosorveglianza e le riprese di immagini televisive in diretta e l’aggiornamento istantaneo del proprio cloud, tutti nuovi servizi digitali che richiedono velocità sempre maggiori anche dal terminale verso la rete.


Condividi questa notizia

Resta aggiornato su TIM porta le connessioni LTE a 300Mbps in Download, 75 Mbps in Upload


 
 

Commenti e Opinioni

 
 
 
 

Promozioni Consigliate

 
 
Vuoi restare aggiornato ?