Passare a Iliad, la nostra esperienza

Passare a Iliad, la nostra esperienza

Abbiamo migrato un numero Tim in Iliad ed in questo articolo vi racconteremo la nostra esperienza, i tempi trascorsi e come ci stiamo trovando con questo nuovo operatore.

 

Scritto da , il 11/06/18

Seguici su

 
 

Iliad è l’operatore al momento sulla bocca di tutti, l’operatore già presente in Francia stabilmente che si è ora presentato in Italia promettendo una rivoluzione totale, ma sarà davvero così? Per scoprirlo abbiamo acquistato una loro SIM ed effettuato diversi test per circa una settimana.

Partiamo da un presupposto, abbiamo deciso di acquistare una SIM effettuando una portabilità da un numero attivo in Tim in modo da capire come il tutto viene gestito, non ci siamo quindi limitati all’acquisto del nuovo numero come molti invece hanno fatto.

Partiamo parlando della promozione offerta: 5,99 euro per 30 GB di Internet, minuti illimitati, sms illimitati, servizi che in genere sono a pagamento inclusi (segreteria telefonica, mi richiami, hotspot per usare la connessione nel PC per esempio, controllo del credito) e chiamate illimitate in oltre 60 paesi nel mondo, al seguente indirizzo l’elenco completo.

Fin qui tutto bene, una sola cosa fa storcere il naso però dato che inizialmente si è parlato di 2 GB aggiuntivi da sommare ai 30 in caso di roaming Europeo mentre in realtà in Europa i 30 GB non sono utilizzabili ma ne vengono forniti solamente 2 a parte, peccato.

 
Iliad Area Clienti
Iliad Area Clienti
 

Passiamo ora al momento del passaggio vero e proprio, noi abbiamo deciso di eseguire l’intera operazione dal sito ufficiale ma, volendo, sono disponibili dei totem in tutta Italia che vi permettono, quando funzionano, di comprare una nuova Sim oppure richiedere portabilità del numero, qui l'elenco completo.

Online sono poche le informazioni richieste (dati anagrafici, numero del documento d’identità e tipologia di pagamento) e questo permette realmente a chiunque in 5 minuti di comprare una Sim.

Durante la registrazione è possibile richiedere la portabilità da altro operatore trasferendo anche il credito, decidere se rinnovare la promozione tramite credito residuo oppure carta di credito ed eseguire la scansione tramite webcam per confermare la propria identità, quest’ultimo passaggio nel nostro caso non ha funzionato per colpa del broswer web usato e, per non rifare la procedura da capo, abbiamo scelto la verifica del documento tramite corriere.

Pagata la Sim (9,99 euro) e la spedizione (5 euro per un totale di 15 euro circa) dovrebbe arrivare una mail di conferma ordine e di creazione dell’area utente indispensabile poi all’arrivo della Sim, nel nostro caso le due email sono arrivate circa 5 ore dopo l’acquisto, precisiamo però che l’acquisto è stato fatto a ridosso della presentazione.

Altra piccola premessa, se eseguite la scansione tramite webcam non è richiesto il riconoscimento alla consegna e questo da una parte è un bene in quanto la busta può essere ritirata da chiunque se non siete in casa (un vostro parente ecc) ma anche un male in quanto in questo caso la spedizione è affidata a Nexive con un metodo che impiega diversi giorni, in alcuni casi oltre 10, per la consegna.

Se invece richiedete il riconoscimento con il corriere dovrete ritirare personalmente il pacco ed affidare alla consegna una copia fronte e retro della carta d’identità, in questo caso viene utilizzato BRT che in 24/48 ore consegna la merce, nel nostro caso la Sim è arrivata due giorni dopo l’ordine.

Leggi anche:
 
Sim Iliad
Sim Iliad
 

Arriva la Sim (Tri-Sim quindi normale, Micro e Nano) contenuta in una lettera che a sua volta contiene un codice, apriamo il sito di Iliad ed accediamo nella nostra area utente cliccando l’apposita sezione per l’attivazione della Sim tramite il codice appunto, pochi istanti dopo il numero provvisorio è attivo con la promozione e ci arrivano due mail, una di conferma attivazione ed una di richiesta di postabilità che ci avvisa dell’arrivo di un Sms il giorno prima che il numero Tim smetta di funzionare, fantastico.

Passano tre giorni e dell’Sms nessuna traccia, il quarto giorno ci accorgiamo che al nostro risveglio la Sim in cui abbiamo richiesto portabilità non funziona più e quindi proviamo ad inserire quella Iliad, come temevamo il passaggio è stato effettuato (dall’area utente ora spunta il nostro numero sotto rete Iliad) ma non abbiamo ricevuto alcun avviso.

Altra cosa importante da sottolineare, ad oggi sono passati circa 8 giorni dal passaggio del nostro numero in Iliad ma del credito residuo della nostra Sim nemmeno l’ombra, attendiamo.

Leggi anche:
 
Speedtest Iliad
Speedtest Iliad
 
Passiamo ora all’esperienza vera e propria della rete, durante i primi due giorni è stato un altalenarsi da buona ricezione a pessima copertura, da rete rapida a rete lentissima e soprattutto diverse volte ci siamo ritrovati senza campo ed abbiamo dovuto inserire e disattivare la modalità aereo, come se la sim si fosse bloccata.

Abbiamo inoltre notato due cose fastidiose: Se con Tim si chiamava il numero Iliad veniva riconosciuto come numero estero e quindi addebitata la chiamata e l’indirizzo IP negli speedtest era Francese, tutti e due i problemi sono spariti nei giorni a seguire.

Dal terzo giorno in poi tutto è rimasto nella norma, nella nostra zona (tra Milano e Monza) la ricezione è sempre ottima e praticamente sempre sotto rete 4G Plus, siamo sempre riusciti a telefonare con una qualità molto elevata e la connessione internet in alcuni punti è risultata davvero molto veloce, anche più di altri operatori già consolidati in Italia.
 
 
Speedtest Iliad vs Tim
Speedtest Iliad vs Tim
 
Certo ancora è tutto un sistema acerbo in quanto non esiste un app per verificare i consumi anche se basta aprire il sito dell’azienda con rete mobile, a volte in hotspot la connessione non sfrutta il massimo della banda ma soprattutto le antenne si stanno piano piano accendendo in tutta Italia completamente dato che Iliad si appoggia su Wind e Tre ma ha anche delle proprie antenne attualmente non tutte attive.

Le premesse a nostro avviso sono positive e, nonostante sia stato un acquisto a scatola chiusa, affidare una delle nostre Sim ad un operatore appena approdato in Italia non lo riteniamo un errore in quanto, come detto, diversi problemi si sono risolti e tutto sta pian piano migliorando.

Importante dire però due cose: la prima è che noi abbiamo passato il nostro secondo numero e non quello principale in quanto i “soli” 2 GB in Europa sono per noi un limite quando viaggiamo per lavoro soprattutto adesso che il roaming Europeo è stato abolito e tutti gli operatori permettono di utilizzare completamente l’opzione Italiana in Europa e soprattutto i 5,99 euro non saranno destinati a tutti ma solo al primo milione di utenti, senza rimodulazioni future.

Insomma continueremo a testare questa Sim e vi faremo sapere nel lungo raggio se qualcosa cambia in peggio oppure in meglio.
 

Condividi questa notizia

Resta aggiornato su Passare a Iliad, la nostra esperienza


 
 

Commenti e Opinioni

 
 
 
 

Promozioni Consigliate

 
 
Vuoi restare aggiornato ?