TIMvision, traffico non piu' incluso e fruizione su 1 solo device dal 1 Novembre 2018

TIMvision, traffico non piu' incluso e fruizione su 1 solo device dal 1 Novembre 2018

Il traffico per i clienti TIM non sarà piu' incluso, download e streaming consumeranno 'giga' e la visione in contemporanea viene ridotta da 6 dispositivi ad 1 device.

 

Scritto da , il 20/09/18

Seguici su

 
 

A partire dall'1 Novembre 2018 cambiano un paio di condizioni di accesso e fruizione di TIMvision, il servizio di video on-demand di Telecom Italia. Entrambe le novità renderanno ancora meno appetibile questo servizio, che è incluso in molti abbonamenti TIM rete fissa ma di questo ne sono a conoscenza in realtà pochi utenti, e anche chi ne è a conoscenza preferisce i servizi alternativi per motivi che spaziano dai titoli disponibili nel catalogo alla qualità di visione.

Tre sono le cose che cambiano dal 1 Novembre 2018:

- Il traffico per i clienti TIM non sarà piu' incluso, download e streaming consumeranno 'giga'. E' stata una delle caratteristiche che hanno contraddistinto TIMvision dai servizi concorrenti l'inclusione del traffico, per la visione e il download dei contenuti, su rete mobile TIM per apn wap.tim.it e ibox.tim.it, il che significa il non consumo di dati per lo streaming e lo scaricamento dei contenuti quando connessi alla rete TIM. Dal 1 novembre 2018, guardare qualcosa su TIMvision o scaricare contenuti offline consumerà dati come qualsiasi altra applicazione. Attenzione dunque a chi ha un piano dati con pochi 'giga' inclusi. Il consiglio, pertanto, è quello di accedere a TIMvision collegandosi ad una rete WiFi (preferibilmente non di un modem con offerta dati mobile ma rete fissa dove non ci sono limiti di giga).

- La visione in contemporanea viene ridotta da 6 dispositivi a 1 device. Gli abbonati con linea fissa di TIM potevano vedere i contenuti compresi nell'abbonamento TIMvision su 6 dispositivi a scelta senza costi aggiuntivi (da PC, Smart TV, su TV attraverso il decoder TIM Box, Chromecast, Tablet e Smartphone, console Xbox One, ecc.). Dall'1 novembre 2018, solo su 1 dispositivo alla volta sarà fruibile TIMvision.

- Non sarà piu' possibile scaricare i contenuti sulla memoria locale dei dispositivi mobili (download play).

Le comunicazioni TIM le sta condividendo in fattura con i clienti che hanno TIMvision attivo.

Ecco alcuni estratti della comunicazioneModifica delle condizioni generali per la fruizione di contenuti del servizio TIMVISION e del servizio "A NOLEGGIO": Ti informiamo che, per esigenze tecniche e gestionali correlate a mutamenti delle politiche commerciali relative all'offerta TIMVISION ed al fine di garantire sempre migliori livelli di qualità del servizio, dal 1 novembre 2018 sarà modificato l'art. 3 delle Condizioni Generali (“Fruizione/Attivazione del Servizio e Configurazioni minime di sistema”), nonché alcune modalità di fruizione del servizio da rete mobile, come di seguito indicato. In particolare, Ti informiamo che (a) la fruizione dei contenuti del Servizio acquistati o inclusi nell'abbonamento sarà consentita su un solo dispositivo compatibile e non più su un massimo di 6 dispositivi (art. 3.3) (...) A partire dal 1 novembre 2018 la fruizione del servizio da rete mobile comporterà il consumo del traffico dati e non sarà più possibile fruire dei contenuti multimediali contemporaneamente su più dispositivi (multistreaming) né scaricare i contenuti sulla memoria locale dei dispositivi mobili (download play)."

Non sono previsti cambiamenti sul costo dell'abbonamento, che resterà incluso per chi ha alcune offerte TIM su rete fissa attive, come TIM Smart e TIM Connec, mentre per gli altri il servizio resta accessibile al costo di 4,99 euro al mese. 

Comunicazione TIM in merito le variazioni per TIMvision dal 1 Novembre 2018

COMUNICAZIONE IMPORTANTE: modifica delle condizioni generali per la fruizione di contenuti del servizio TIMVISION e del servizio "A NOLEGGIO"

Ti informiamo che, per esigenze tecniche e gestionali correlate a mutamenti delle politiche commerciali relative all'offerta TIMVISION ed al fine di garantire sempre migliori livelli di qualità del servizio, dal 1 novembre 2018 sarà modificato l'art. 3 delle Condizioni Generali (“Fruizione/Attivazione del Servizio e Configurazioni minime di sistema”), nonché alcune modalità di fruizione del servizio da rete mobile, come di seguito indicato.

In particolare, Ti informiamo che (a) la fruizione dei contenuti del Servizio acquistati o inclusi nell’abbonamento sarà consentita su un solo dispositivo compatibile e non più su un massimo di 6 dispositivi (art. 3.3); (b) i requisiti minimi tecnici per una visione ottimizzata dei contenuti in funzione del dispositivo utilizzato non saranno più descritti all’art. 3.2 delle Condizioni Generali, bensì saranno indicati alla Sezione “Assistenza” sul sito timvision.it; e (c) sarà disponibile, ove il Cliente lo richieda, un servizio di assistenza specialistica a pagamento, fermo restando la disponibilità di un servizio di assistenza di primo livello gratuito (art. 3.5).

Di seguito il nuovo testo dell’art. 3
Art. 3 Fruizione/attivazione del Servizio e Configurazioni minime di sistema:
"Il servizio di TIMVISION si attiva immediatamente, salvo casi specifici in cui sia incluso in offerte che necessitino di tempi di attivazioni diversi.
Nel caso in cui il Cliente non abbia espressamente richiesto l'attivazione del servizio prima dello scadere del termine dell'esercizio del diritto di recesso di cui all' art. 5, i tempi di attivazione del servizio sopra indicati dovranno essere maggiorati di ulteriori 14 giorni.
3.1 Il Servizio, così come descritto ai precedenti artt. 1 e 2, consente la fruizione delle seguenti tipologie di Contenuti:
a) TVOD (Transaction Video on Demand) quali, a titolo esemplificativo ma non esaustivo, film, serie tv, documentari del catalogo "A NOLEGGIO":
b) SVOD – Video on demand fruibili con sottoscrizione di uno specifico abbonamento TIMVISION o "Contratto"
3.2 Solamente ai fini della fruizione dei Contenuti di cui al precedente art. 3.1. lett. b) (cd. SVOD) il Cliente dovrà essere titolare di un abbonamento al servizio Internet TIM oppure essere un Cliente di linea mobile TIM. A tal riguardo, peraltro, TIM si riserva di rendere disponibili le modalità di fruizione dei predetti Contenuti a pagamento di cui alle lett. a) e b) anche per coloro che non siano titolari di abbonamento Internet TIM o Clienti di linea mobile TIM. Si rimanda alla sezione Assistenza su timvision.it per conoscere i requisiti minimi tecnici per una visione ottimizzata dei contenuti in funzione del dispositivo di fruizione (PC, Smartphone, tablet etc.).
3.3 La fruizione dei Contenuti del Servizio acquistati o inclusi nell'abbonamento dal Cliente, sarà consentita, su 1 Dispositivo compatibile e secondo le condizioni e limitazioni espresse in fase di sottoscrizione dell'offerta, e fermo restando la disponibilità di TIM dei diritti sui Contenuti acquistati per quel determinato Dispositivo.
3.4 A seguito della registrazione del Servizio da parte del Cliente, TIM provvederà ad inviare, con cadenza settimanale, sulla casella email indicata dal Cliente al momento della registrazione al Servizio la guida programmi (di seguito "Guida"). Il Cliente potrà, in qualsiasi momento, sospendere la ricezione della Guida cliccando su una sezione specifica presente nella Guida.
3.5 Successivamente all’attivazione del Servizio sarà disponibile un servizio di assistenza di primo livello gratuito contattando il servizio Clienti linea fissa 187 o il servizio clienti linea mobile 119. Inoltre sarà disponibile un servizio di assistenza specialistica a pagamento per la gestione di esigenze specifiche, contattando il numero riportato tra i Contatti su timvision.it”


Nuove modalità di fruizione del servizio TIMVISION da rete mobile.
A partire dal 1 novembre 2018 la fruizione del servizio da rete mobile comporterà il consumo del traffico dati e non sarà più possibile fruire dei contenuti multimediali contemporaneamente su più dispositivi (multistreaming) né scaricare i contenuti sulla memoria locale dei dispositivi mobili (download play). 

Info sul Recesso

Se non si intende accettare anche una sola delle variazioni sopra indicate, ai sensi dell'art. 70, comma 4 del Codice delle Comunicazioni Elettroniche, si ha il diritto di recedere dal contratto o di passare ad altro operatore, senza penali né costi di disattivazione, dandone comunicazione entro il 31 ottobre 2018, tramite una delle modalità disponibili: richiesta dall'Area Clienti MyTIM Fisso (previa registrazione), scrivendo alla Casella Postale 111 - 00054 Fiumicino (Roma) o tramite PEC all'indirizzo disattivazioni_clientiprivati[at]pec.telecomitalia.it, chiamando il Servizio Clienti linea fissa 187 o in un negozio TIM "diretto". Entro il 31 ottobre 2018.
Leggi anche:

Condividi questa notizia

Resta aggiornato su TIMvision, traffico non piu' incluso e fruizione su 1 solo device dal 1 Novembre 2018


 
 

Commenti e Opinioni

 
 
 
 

Promozioni Consigliate

 
 
Vuoi restare aggiornato ?