Registro Pubblico Opposizioni, operativo il nuovo servizio esteso ai cellulari: come iscrivere i propri numeri per opporsi al telemarketing

Registro Pubblico Opposizioni, operativo il nuovo servizio esteso ai cellulari: come iscrivere i propri numeri per opporsi al telemarketing

Diventa possibile iscrivere al Registro pubblico opposizioni per impedire l'utilizzo per finalità pubblicitarie non solo i numeri di telefono fissi di cui si è intestatari e dei corrispondenti indirizzi postali associati presenti negli elenchi pubblici ma anche delle utenze mobili e fisse non presenti negli elenchi telefonici pubblici. Stop anche alle chiamate 'robocall' senza operatore umano.

 

Scritto da il 27/07/22 | Pubblicato in Registro pubblico opposizioni | | | Archivio 2022

Seguici su

 
 

I cittadini che non desiderano ricevere chiamate promozionali o commerciali possono tutelare la propria privacy ed esprimere il diritto d'opposizione al telemarketing attraverso il Registro pubblico delle opposizioni, istituito con il D.P.R. n° 178/2010 e aggiornato con i D.P.R. n° 149/2018 e D.P.R. n° 26/2022.

Dalla sua introduzione, questo servizio gratuito permette di opporsi all’utilizzo per finalità pubblicitarie dei numeri di telefono di cui si è intestatari e dei corrispondenti indirizzi postali associati, presenti negli elenchi pubblici, da parte degli operatori che svolgono attività di marketing tramite il telefono e/o la posta cartacea. La mancata iscrizione fa invece valere il principio del silenzio-assenso. L’opposizione non annulla la validità dei consensi per contatti con finalità commerciali, rilasciati direttamente dagli utenti alle singole società, fermo restando il diritto di opposizione di cui all’art. 21 del Regolamento (UE) 2016/679.

All'inizio del 2022, il Consiglio dei ministri ha approvato il provvedimento che estende ai cellulari l'ambito di applicazione del Registro pubblico delle opposizioni, permettendo l'iscrizione al servizio delle utenze mobili e fisse non presenti negli elenchi telefonici pubblici. Come annunciato dal Ministero dello sviluppo economico, viene così garantito anche agli intestatari dei numeri cosiddetti "riservati" il diritto di opporsi al trattamento dei propri dati per finalità di marketing telefonico, secondo quanto previsto dalla Legge n. 5/2018. Il regolamento è stato aggiornato in corso d'opera per recepire le modifiche del decreto-legge n. 139/2021, detto anche "DL Capienze", che ha ricompreso nell'ambito di applicazione del Registro pubblico delle opposizioni anche le chiamate automatizzate ("robocall"), ovvero quelle senza operatore umano, sanando così una potenziale criticità per l'efficacia della riforma del telemarketing.

Dal 27 luglio 2022 è disponibile il nuovo Registro, aggiornato secondo le disposizioni previste dal D.P.R. n. 26/2022, per contraenti telefonici e operatori di telemarketing. E' stato aggiornato dopo un periodo servito per lo svolgimento di una serie di attività per la messa a punto del servizio, tra cui le consultazioni dei principali operatori del settore del telemarketing e delle associazioni dei consumatori, nonché l'implementazione tecnica del sistema.

Nel dettaglio, il nuovo Registro esteso ai cellulari consente al cittadino di esercitare il diritto di opposizione al trattamento dei propri dati per fini di invio di materiale pubblicitario, di vendita diretta, di comunicazione commerciale o per il compimento di ricerche di mercato effettuate tramite l'impiego del telefono. Oltre a vietare le chiamate di telemarketing e la cessione a terzi dei dati personali, l'iscrizione al nuovo strumento garantisce la decadenza dei consensi precedentemente rilasciati per chiamate con finalità commerciali con e senza operatore umano, ad eccezione di quelle svolte dai soggetti che hanno raccolto un consenso nell'ambito di un contratto attivo (o cessato da non più di trenta giorni) per la fornitura di beni o servizi. Con il nuovo servizio, gli operatori di telemarketing, dal canto loro, sono obbligati a consultare mensilmente il nuovo RPO e comunque prima dell'avvio di ogni campagna pubblicitaria tramite telefono per verificare i numeri che intendono contattare.

In seguito alle ultime modifiche, resta invariata la possibilità di opporsi al marketing cartaceo verso gli indirizzi postali presenti negli elenchi telefonici per tutti i cittadini che hanno deciso di pubblicarli in tali elenchi in associazione alle proprie numerazioni.

Chi interessato può accedere al nuovo servizio tramite tre modalità:
- sito web compilando un apposito modulo elettronico sul sito www.registrodelleopposizioni.it,
- telefono, chiamando da telefono fisso il numero verde 800 957 766, o da cellulare il numero 06 42986411,
email,  compilando un apposito modulo PDF editabile disponibile sul sito www.registrodelleopposizioni.it e inviandolo all'indirizzo mail riportato nel modulo stesso.

Come riportato nel sito web del RPO, le richieste di iscrizione al Registro vengono gestite entro un giorno lavorativo dall’invio e diventano pienamente efficaci in 15 giorni per il marketing telefonico e 30 per quello postale (periodi di tempo massimi entro cui gli operatori recepiscono le opposizioni dei cittadini).

Dopo aver effettuato l'iscrizione, si potranno utilizzare alcune nuove funzionalità: il rinnovo dell'iscrizione, con cui sarà possibile far decadere i consensi precedentemente rilasciati per telemarketing, e la revoca dell'iscrizione, anche solo nei confronti di uno o più aziende ("revoca selettiva").

Le opposizioni fornite in passato per i numeri fissi riguardavano solo le chiamate effettuate attingendo dagli elenchi telefonici pubblici. Per tale motivo, i consensi diretti forniti per tali numeri restano validi, ma possono essere annullati attraverso la nuova funzionalità “Rinnovo” dell’iscrizione.

Il sito web di riferimento per iscriversi e/o approfondire è www.registrodelleopposizioni.it