Snapchat sceglie Square per consentire agli utenti di scambiarsi denaro

Snapchat sceglie Square per consentire agli utenti di scambiarsi denaro

Snapchat ha collaborato con il sistema di pagamento Square per creare Snapcash, nuovo servizio che permette agli utenti di Snapchat di scambiarsi denaro l'uno con l'altro. Nei soli Stati Uniti, il numero di pagamenti mobili dovrebbero quasi triplicare a 142 miliardi di dollari nel 2019.

 

Scritto da , il 18/11/14

Seguici su

 
 

Snapchat, nota applicazione che permette l'invio di foto che scompaiono subito dopo essere state viste dal destinatario, ha collaborato con il sistema di pagamento Square per aiutare gli utenti a scambiarsi denaro l'uno con l'altro. L'abbinamento insolito dà a Snapchat una nuova funzionalità che i suoi concorrenti più grandi, come Twitter e Facebook, non hanno ancora.

Il sistema è molto semplice: aprire un messaggio, premere il simbolo del dollaro e decidere quanto denaro inviare.

"Il prodotto che stai vedendo oggi è veloce, divertente e incredibilmente semplice", ha detto Snapchat in un comunicato.

La mossa segna l'ultimo sforzo di Snapchat di espandersi oltre al semplice scambio di messaggi. Nei tre anni dal lancio, Snapchat è diventato sinonimo di una nuova generazione di servizi di social-networking che non si concentrano più sulla semplice condivisione di una foto o di un video. La società ha detto che i suoi utenti inviano 700 milioni di foto e video ogni giorno.

Il nuovo servizio, chiamato Snapcash, va ad aggiungersi agli altri servizi di pagamenti in mobilità, mercato che è in rapida espansione, dominato al momento da Apple Pay e Google Wallet. Nei soli Stati Uniti, il numero di pagamenti mobili dovrebbero quasi triplicare a 142 miliardi di dollari nel 2019, contro una stima di 52 miliardi di dollari quest'anno, secondo Forrester.

Una delle società al centro di questa tendenza in repentina crescita è Square. Originariamente conosciuta per il suo lettore di carte di credito per le imprese piccole, l'azienda ha ampliato il suo servizio per includere i pagamenti attraverso una carta di debito emessa da una banca e legata ad un conto per effettuare le transazioni. Square Cash, come si chiama il servizio, è stato lanciato un anno fa negli Stati Uniti per aiutare gli utenti ad inviarsi i soldi l'un l'altro via e-mail o SMS addebitando i costi sulla carta di debito.

Naturalmente, Square non è unica. PayPal offre un servizio simile con Venmo.

Mentre non è chiaro quanto grande sia il mercato dei trasferimenti di denaro in modalità peer-to-peer, Square ha detto nel mese di agosto che i suoi utenti hanno inviato "centinaia di milioni di dollari" l'uno all'altro. Il mese scorso PayPal ha riferito che i suoi clienti hanno utilizzato Venmo per inviare 700 milioni di dollari solo nel terzo trimestre di quest'anno, un dato in aumento del 50 per cento dal trimestre precedente.


Condividi questa notizia

Resta aggiornato su Snapchat sceglie Square per consentire agli utenti di scambiarsi denaro


 
 

Commenti e Opinioni

 
 
 
 

Promozioni Consigliate

 
 
Vuoi restare aggiornato ?