Nintendo brevetta emulatore Game Boy per smartphone

Nintendo brevetta emulatore Game Boy per smartphone

Nintendo ha depositato un brevetto per emulatori di Game Boy, Game Boy Color e Game Boy Advanced, compatibili con una varieta' di dispositivi. Tra questi i display touchscreen dei sedili in aereo; computer di casa; telefoni cellulari e PDA.

 

Scritto da , il 01/12/14

Seguici su

 
 

Ogni tanto circolano sul web indiscrezioni che insinuano che la Nintendo sta per consentire di giocare ai suoi titoli per Nintendo sui dispositivi mobili, come smartphone e tablet. Queste voci hanno portato, finora, al nulla. Oggi è emersa una notizia che probabilmente non porterà a qualcosa di concreto nel breve periodo, ma si tratta di una notizia interessante da trattare.

La società ha presentato un brevetto per un emulatore per i suoi dispositivi Game Boy il 23 giugno di quest'anno, che è stato reso pubblico dalla USPTO il 27 novembre scorso.

Chiamato "Hand-Held Video Game Platform emulation", il brevetto viene descritto come segue:

"Un emulatore software per emulare una piattaforma di videogiochi come AME BOY.RTM., GAME BOY COLOR.RTM. e/o GAME BOY ADVANCE.RTM. su una piattaforma di destinazione a bassa capacità (ad esempio, un display per lo schienale per una compagnia aerea o l'uso in treno, un assistente digitale personale, un telefono cellulare), utilizza una serie di caratteristiche e ottimizzazioni per fornire alta qualità grafica e audio che quasi duplica l'esperienza di gioco sulla piattaforma nativa."

Per essere chiari, non si tratta di un nuovo brevetto. Esso esiste in varie forme precedenti già dal 2000, con aggiornamenti fatti nel 2003 e nel 2012. Tuttavia, quella di Giugno di quest'anno è una nuova domanda di brevetto, depositata come "domanda divisionale", diversa dal semplice aggiornamento del 2012, che è stato depositato come una "continuazione" dell'originale.

 
Figura tratta dal brevetto intendo
Figura tratta dal brevetto intendo
 
 Il brevetto originale descrive un software che permette al software progettato per i sistemi Game Boy di poter essere eseguito su dispositivi diversi da quelli per cui è stato progettato. Tali dispositivi, secondo il brevetto, comprendono i display touchscreen sulla parte posteriore dei sedili che si trovano in aereo; computer di casa; telefoni cellulari e PDA; e "altri dispositivi" (ricordando che questa documentazione è stata scritta originariamente nel 2000, quindi i tablet ancora non erano popolari).

"Un certo numero di emulatori GAME BOY.RTM. sono stati scritti per una varietà di piattaforme diverse che vanno dagli assistenti digitali personali ai personal computer. Tuttavia, ulteriori miglioramenti sono possibili e auspicabili", nel brevetto si legge. "Uno spazio di miglioramento necessario riguarda l'ottenimento di prestazioni velocistiche accettabili e suono e la grafica di alta qualità su una piattaforma dalle bassa capacità ... I problemi di prestazioni sono aggravati dalla propensione di alcuni sviluppatori di videogiochi a spremere le prestazioni oltre la piattaforma GAME BOY.RTM".

L'età del brevetto può sembrare indicare che Nintendo non ha piani recenti per sviluppare tecnologia; ma il rinnovo del brevetto, in aggiunta con le voci secondo cui Nintendo sta sviluppando giochi per tablet Android, potrebbe significare il contrario.

Non rimane che attendere ulteriori sviluppi. Nel frattempo, commentate qui sotto cosa ne pensate: vorreste i giochi della Nintendo come Super Mario sul vostro tablet Android?
Leggi anche:

Condividi questa notizia

Resta aggiornato su Nintendo brevetta emulatore Game Boy per smartphone


 
 

Commenti e Opinioni

 
 
 
 

Promozioni Consigliate

 
 
Vuoi restare aggiornato ?