Dropbox compra Pixelapse, piattaforma collaborativa

Dropbox compra Pixelapse, piattaforma collaborativa

Dropbox ha comprato la piattaforma collaborativa Pixelapse come parte del suo piano di espandere il servizio attraverso una migliore integrazione con le varie piattaforme di terze parti e prodotti. Pixelapse offre una moderna gestione del flusso di lavoro per diverse aree creative offrendo ad artisti e progettisti una piattaforma semplice e intuitiva per gestire il processo di lavoro e la collaborazione.

 

Scritto da , il 27/01/15

Seguici su

 
 

Dropbox prosegue nei suoi sforzi di espandere il suo servizio attraverso una migliore integrazione con le varie piattaforme di terze parti e prodotti. L'ultimo passo in questa direzione è l'acquisizione della piattaforma collaborativa Pixelapse con l'intento di integrare eventualmente il servizio in Dropbox.

Pixelapse offre una moderna gestione del flusso di lavoro per diverse aree creative. Esso è destinato a fornire ad artisti e progettisti una piattaforma semplice e intuitiva per gestire il processo di lavoro e la collaborazione. Il software in sé è ben proposto sia visivamente che in termini di prestazioni. Funziona su piattaforme Windows e OSX ed è completamente gratuito per i progetti pubblici.

Tra gli strumenti di collaborazione offerti da Pixelapse, studiati appositamente per le occupazioni artistiche, degni di nota ci sono: sincronizzazione in più piattaforme, scadenze di revisione e controllo delle versioni, progetto di gestione del flusso di lavoro completo di conversazioni, notifiche e molto altro.

La notizia dell'acquisizione è giunta dal team Pixelapse, che non nasconde la sua emozione di essere in grado di lavorare su una nuova scala più grande: "La prospettiva di ampliare questa visione a milioni di utenti è tremendamente eccitante".

Anche se i termini finanziari dell'accordo non sono stati resi pubblici, il team di Pixelapse ha fatto sapere che è già iniziato il processo per trasferire tutta l'esperienza della piattaforma in Dropbox con la promessa di mantenere "lo stesso livello di attenzione al dettaglio". Questo processo dovrebbe concludersi nel prossimo anno. Nel periodo di transizione, la piattaforma Pixelapse tradizionale continuerà a funzionare normalmente e ad assumere nuovi clienti. Gli attuali utenti potranno contare anche su piani esclusivi per la migrazione del loro lavoro che verranno resi disponibili una volta che l'unione tra i due prodotti sarà conclusa.

Quindi, se siete artisti alla ricerca di un nuovo strumento di collaborazione online, potete iniziare a considerare Pixelapse, adesso che potrà vantare la collaborazione di Dropbox.


Condividi questa notizia

Resta aggiornato su Dropbox compra Pixelapse, piattaforma collaborativa


 
 

Commenti e Opinioni

 
 
 
 

Promozioni Consigliate

 
 
Vuoi restare aggiornato ?